Grazie al Cielo sei qui, il primo comedy show di La7 condotto da Leonardo Manera

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com. stampa)

T
Televisione
  domenica, 22 marzo 2009
 00:00
Uno studio tv che diventa palcoscenico teatrale. Basta varcare una porta rossa per essere colpiti da “improvvisi attacchi di comicità”. Perché inaspettatamente, da ospiti di una trasmissione televisiva si diventa protagonisti di situazioni comiche e paradossali, dalle quali, per uscirne sani e salvi, e’ necessario appellarsi alla sacra arte del bluff.

Nell’età della comunicazione, la vita è tutta un bluff. Amministratori, politici, manager, intrattenitori: un microfono aperto, una telecamera accesa, e sono tutti pronti a vestire panni non propri, a pronunciare parole che corrispondono soltanto a quello che gli altri vogliono sentirsi dire. Per non parlare dei bluff quotidiani sperimentati da tutti noi, a casa o sul posto di lavoro, nelle varie vesti di figli, mariti, mogli, amanti, dipendenti e dirigenti.

A rischio, tutti gli attori famosi del cinema italiano. Anche se la maschera imposta sarà la più strana, assurda, improbabile dovranno bluffare, camuffarsi, arrangiarsi, facendo ricorso alle poche armi a loro disposizione: sangue freddo, fantasia, recitazione.

Domenica 22 marzo ore 21.30 andrà in onda la prima puntata del primo comedy show di LA7: “Grazie al cielo sei qui”, per 10 puntate sul settimo tasto del telecomando.

Basta varcare una porta rossa per essere colpiti da “improvvisi attacchi di comicità”. Perché inaspettatamente, da ospiti di una trasmissione televisiva si diventa protagonisti di situazioni comiche e paradossali, dalle quali, per uscirne sani e salvi, e’ necessario appellarsi alla sacra arte del bluff.

Protagonisti della prima puntata: Claudio Santamaria, Cristiana Capotondi, Gioele Dix, Caterina Guzzanti e Paolo Calabresi

Ma non chiamiamola improvvisazione, questa e’ l’arte del bluff. Cardine del format – già di successo planetario in onda in oltre 15 Paesi, tra cui Usa, Gran Bretagna, Australia - sono cinque ospiti per ogni puntata, scelti tra i migliori comici e attori brillanti italiani. Un invito in studio…una presentazione e poi via verso l’ignoto! Unico indizio fornito, il costume da indossare.

Una volta varcata la porta che divide lo “studio” dal “palco”, ognuno dovrà cimentarsi nella prova di immedesimazione e bluff andando “a braccio” senza aver avuto la possibilità di prepararsi alcunché ma affidandosi esclusivamente alla propria creatività e al talento. Ad attenderli nel “nuovo mondo” troveranno alcuni colleghi (attori professionisti ma non di fama) che avranno il vantaggio di muoversi su un copione ed una sceneggiatura già scritti. Un aspetto che differenzia il programma dal classico match d’improvvisazione e lo rende combinazione originale di show televisivo e sit-com.

LA7 firma così il suo ritorno all’intrattenimento leggero e comico, rinnovando la sua vocazione a rete sperimentale, decisa a investire su nuovi linguaggi e nuovi talenti. In questo contesto si colloca il debutto alla conduzione di Leonardo Manera uno dei personaggi più in vista tra le nuove leve della comicità televisiva. Alla sua verve il compito di accogliere e presentare gli ospiti trasformando la loro presenza in un vero e proprio happening della commedia e dell’umorismo.

Insieme a lui una giuria d’eccezione composta da tre massimi rappresentanti della “settima arte”: Lina Wertmuller, “madre nobile” del cinema italiano, prima donna candidata all’Oscar, regista che ha firmato alcune tra le commedie più riuscite del nostro cinema. Rita Rusic, talent-scout e produttrice di commedie di successo; Ricky Tognazzi, figlio d’arte ed erede di uno dei mostri sacri della commedia all’italiana, attore, regista e produttore di numerosi film di grande fama. In studio anche il critico cine-teatral-televisivo Paoulo Roberto Boal diretto antagonista del critico Johnny Palomba; leggenda vuole che la rivalità tra i due si sia accesa quando il primo ha beffato il secondo nella corsa alla cattedra di Storia e Critica del cinema presso l’università di Bogotà. 

Adattato dall’australiano Thank God you’re here, “Grazie al cielo sei qui” è un programma prodotto da Grundy Italia per LA7; capo progetto Simona Ercolani. Curatore La7 Valentina Orengo. Produttore Grundy è Gianni Orazi.

Ultimi Video

Palinsesti TV