Non dirlo al mio capo, su Rai 1 il giovedì sera con le bugie buone di una madre

Non dirlo al mio capo, su Rai 1 il giovedì sera con le bugie buone di una madre

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  martedì, 26 aprile 2016
 20:11

Non dirlo al mio capo, su Rai 1 il giovedì sera con le "bugie buone" di una madreIl giovedi' sera di Rai Uno continua nel segno della fiction. Partira' infatti tra due giorni 'Non dirlo al mio capo', la nuova serie della rete ammiraglia dell'azienda di viale Mazzini che racconta la quotidiana odissea di una donna 'multitasking' perennemente divisa tra impegni di lavoro e famiglia. Protagonisti di questa commedia in sei episodi, diretta da Giulio Manfredonia e scritta da Elena Bucaccio, saranno Vanessa Incontrada e Lino Guanciale, al centro di un crossover avvenuto gia' in chiusura della puntata finale di 'Don Matteo 10' in cui il prete si reca a Napoli e incontra Lisa Marcelli (la Incontrada) che lo riconosce e gli racconta la sua storia.

'Non dirlo al mio capo' parte da li' per portarci dentro la vita di questa donna, vedova da sei mesi, con due figli da mantenere e innumerevoli debiti sulle spalle, costretta (dopo vari colloqui non andati a buon fine) a fingersi una giovane in carriera per lavorare come praticante nello studio legale dell'enigmatico avvocato Enrico Vinci (Lino Guanciale). Mamma sotto copertura di giorno e falsa single incallita di notte, attraverso le sue bugie 'buone' Lisa cerchera' in tutti i modi di tenere nascosto il segreto di essere mamma e condurre la sua doppia vita senza mai dimenticare chi e'. «Lisa e' una donna che tira fuori l'umanita' da tutti i personaggi della storia col suo modo puro e diretto - ha detto Vanessa Incontrada - Quando si parla della donna d'oggi forte per me e' normale, e' un po' nel mio dna perché sono cresciuta in una famiglia matriarcale, circondata da donne che, pur con tanta fatica, hanno avuto il coraggio di affrontare le difficolta' della vita.

Quando si diventa mamme - ha poi aggiunto l'attrice spagnola - il primo pensiero non sei piu' tu, ma tuo figlio. Io organizzo la mia vita rispetto a quelle che sono le sue esigenze, poi subentro io». Prodotta da Lux Vide di Luca e Matilde Bernabei, la serie vede la consueta collaborazione di Rai Fiction. «Il lavoro che abbiamo fatto in questi anni e' di rappresentare donne reali, concrete e vere, con una bellezza piu' quotidiana, unica, legata anche al carattere e all'energia del femminile - ha spiegato il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta - Donne contemporanee che consentono un processo di immedesimazione da parte del pubblico. Raccontiamo la storia di una sorta di supereroe, costretta a nascondere i figli per trovare lavoro e, con lei, altri bellissimi personaggi femminili».

Contemporaneo ed elegante e' anche il linguaggio della serie, girata da quel Giulio Manfredonia gia' protagonista lo scorso novembre su Rai Uno con 'Sotto copertura', la fiction in due puntate sul boss dei Casalesi Antonio Iovine. «e' la prima volta che mi cimento in una serie cosi' lunga, per me e' un film in sei puntate - ha detto il regista - La sceneggiatura di Elena Bucaccio ha reso il mio lavoro molto vario, io ho dato un linguaggio quasi fumettistico alla serie potendo raccontare la verita' senza dover per forza esser vincolato al realismo». «Questa fiction nasce dai due modelli di donna che oggi abbiamo davanti - ha spiegato Manfredonia - la mamma e la donna che lavora, e la schizofrenia di chi cerca la sintesi tra due cose che non possono essere sintetizzate.

Una fiction al femminile in cui gli uomini sono raccontati dal punto di vista delle donne, come Enrico, uomo apparentemente cattivo ma in realta' fragile e bisognoso d'amore». Accanto a Vanessa Incontrada e Lino Guanciale, nel cast, anche Chiara Francini, Giorgia Surina, Andrea Bosca, Federico Riccardo Rossi, Gloria Radulescu, Ludovica Cascione, Davide Pugliese, Saul Nanni e Massimo De Francovich. «Secondo me Perla e' uno dei personaggi piu' 'politically correct' che abbia mai fatto - ha raccontato Chiara Francini che interpreta una vicina di casa della protagonista - e' reale e consapevole dei propri difetti pur mostrandosi sicura e piena di sé, porta i pantaloni non 'alla maschia', ma come dovrebbe portarli una donna. e' un personaggio autentico in cui tutte le donne possono riconoscersi».

«Di solito il rischio delle fiction e' edulcorare la realta'. Questa, invece, la racconta cosi' come la vediamo oggi, con personaggi che incontriamo veramente nel nostro quotidiano - ha sottolineato Giorgia Surina, interprete del freddo e perfezionista avvocato Marta Castelli - Il mio sembra essere uscito da 'il diavolo veste Prada', un bulldozer sul lavoro che crede di avere la vita sotto controllo ma che invece e' piena di difetti e priva di affetti. Una donna profondamente fragile, una donna reale». «e' una fiction con un linguaggio nuovo e con al centro un'alleanza emotiva tra protagonista e pubblico a casa - ha spiegato la produttrice Matilde Bernabei - Speriamo che faccia riflettere e crei una solidarieta' che aiuti tutte le donne che lavorano e hanno figli».

Ultimi Video

Palinsesti TV