30 anni dalla caduta del Muro a Berlino, speciali e documentari Rai, Mediaset e Sky.

30 anni dalla caduta del Muro a Berlino, speciali e documentari Rai, Mediaset e Sky.

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

T
Televisione
  venerdì, 08 novembre 2019
 06:00

Il crollo di un muro, la fine di un'era. A trent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre 1989, la televisione ricorda quei giorni con una programmazione dedicata.

Sabato 9 novembre, Rai1 inizierà a parlarne in "Unomattina in famiglia" alle 8.45, mentre sarà 'Passaggio a Nord Ovest' - condotto da Alberto Angela a partire dalle 15.00 - a proporre ai telespettatori un approfondimento attraverso documenti storici e testimonianze dirette dei protagonisti. In primo piano la storia di quel muro, nato nella notte tra il 12 e il 13 agosto del 1961: un evento che ha separato il mondo e l'Europa in due blocchi fino al suo abbattimento, avvenuto 28 anni dopo. Grazie a una grafica in HD, inoltre verrà ricostruita la "geografia" delle due barriere che dividevano la Germania dell'Est dalla Germania dell'Ovest fino al 1989. 

Rai2 ha già iniziato a raccontare la caduta del muro di Berlino da lunedì 4 novembre in "Povera patria", alle 00.15, mentre ne 'I fatti vostri' di venerdì 8 novembre (ore 11.10) si ritornerà sul tema con storie raccontate dal vivo. Importante l'appuntamento con il Tg2 Dossier di sabato 9 novembre alle 23.30, che sarà interamente dedicato alla nascita (e alla caduta) del muro di Berlino. 

Su Rai3, in "Quante storie" in onda mercoledì 6 novembre alle 12.45, Ezio Mauro presenterà il suo libro 'Anime gemelle – Cronache dal muro di Berlino'. Sulla stessa rete - venerdì 8 novembre alle 15.25 - il documentario de 'La Grande Storia' dal titolo 'La caduta del muro di Berlino' ricostruirà la giornata del 9 novembre 1989. E sarà ancora Rai3 a proporre, alle 21.15, il documentario di Rai Cinema condotto da Ezio Mauro che racconterà la storia del Muro di Berlino, indagando su quello che ha significato quella striscia di cemento e filo spinato lunga 155 chilometri nella vita delle persone comuni, ma anche nella politica internazionale. Le proposte di Rai3 sull'anniversario del crollo del Muro, il 9 novembre, termineranno con il documentario 'Il giorno della libertà: a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino', in onda a mezzanotte e trenta. 

Nella prima serata di Rai Movie, invece, spicca il film vincitore dell'Oscar 2007, alle 21.10: "Le vite degli altri" con la regia di Florian Henckel von Donnersmarck. A seguire il lungometraggio 'La scelta di Barbara'.

Per Rai Cultura, Rai Storia già da domenica 3 novembre dedica alla ricorrenza uno spazio quotidiano, alle 19.00, con "Vento dell'Est" che racconta gli eventi che riportarono la democrazia in Polonia, Ungheria, Germania Est, Bulgaria, Romania e in Urss. Un'epopea ricostruita grazie al materiale Rai, per rivivere la cronaca di quegli storici cambiamenti del 1989. Il 6 novembre alle 17.00 è la volta di ''09/11/1989 Il giorno in cui cadde il muro', e, lo stesso giorno alle 21.10 'L'ombra del muro', un doc in due parti che si sviluppa a partire dagli anni della costruzione del Muro di Berlino nel 1961, fino all'abbattimento 28 anni dopo. Nella prima parte – "Vite recluse' sarà" - il documentario ruota intorno al sistema carcerario della DDR mentre nella seconda – "Vite spiate" - racconta la vita a Berlino ai tempi del Muro. Spazio alla ricorrenza anche in "Il giorno e la Storia", in onda più volte durante la giornata dell'anniversario.

Ancora ricordi, ricostruzioni e storie di vita vissuta tra l'11 e il 15 novembre con l'inizio della nuova stagione di "Passato e Presente", il programma di Rai Cultura condotto da Paolo Mieli in onda alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Le prime cinque puntate sono dedicate al trentennale della caduta del muro di Berlino: a partire da quel fatidico novembre del 1989 in Germania, il racconto approfondisce le storie di cinque Paesi per i quali quel passaggio ha significato la fine di un'epoca e l'inizio di una fase completamente nuova, con tutte le speranze e le contraddizioni che l'hanno caratterizzata. Ospiti di Paolo Mieli saranno i professori Giovanni Sabbatucci, Krystyna Jaworska, Ernesto Galli Della Loggia, Marcello Flores e Adriano Roccucci.

Sempre sabato 9 novembre, Rai5 porta i telespettatori a teatro per "Il Muro – Die Mauer" in prima visione alle 21.15. Uno spettacolo che si snoda attraverso reali testimonianze frutto di un'inchiesta giornalistica sul campo. Ampio spazio alla ricorrenza sul portale RaiCultura.it che, in occasione del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino realizzerà uno "speciale" con Rai Teche e materiali d'archivio, articolato in tre sezioni dedicate al Crollo del Muro e alle rivolte a Est: a Budapest, a Praga, e in Polonia. 

Tutte le testate giornalistiche della Rai dedicheranno un ampio spazio alla ricorrenza nelle diverse edizioni di Tg e Gr. L'edizione di venerdì 8 novembre di 'Telegram', su Rainews24 alle 18, è condotta da Berlino dal direttore Antonio Di Bella mentre il 9 novembre viene proposta in onda una edizione speciale dello stesso programma. 

L'offerta online di RaiPlay, infine, propone già "Berlino '89, cronache dal crollo", un'antologia tratta dalle Teche Rai, e – tra il 6 e l'8 novembre – il film in nomination all'Oscar 2006 "La caduta: gli ultimi giorni di Hitler", una selezione di pellicole sul secondo conflitto mondiale, e la serie tv tedesca "The Same Sky" che racconta una storia di spionaggio nella Berlino ancora divisa dal muro.   

Sky TG24 ricorderà il trentesimo anniversario della caduta del muro con "Berlino89", una programmazione dedicata a partire da lunedì 4 novembre fino a sabato 9 novembre 2019. Per raccontare l'evento che cambiò la storia mondiale, ogni giorno saranno proposte interviste, come quella a Lech Walesa, capo di Solidarnosc, ex presidente della Polonia e premio Nobel per la pace, e reportage dai luoghi simbolo della divisione tra Ovest e Est. Tra questi un itinerario in autobus tra ricordi e presente, a cura di Nino Spampinato, nelle città della cortina di ferro, il racconto di Lilliana Faccioli Pintozzi degli altri "muri caduti", come gli scioperi nei cantieri navali e gli accordi di Danzica e il picnic della libertà in Ungheria, e un viaggio di Marzio Mian lungo L'Elba, il fiume che attraversa la Germania e scorre anche su l'ex confine, dove è possibile vedere ancora grandi differenze tra i due territori. Per tutta la settimana, inoltre, la giornalista di Sky TG24 Tiziana Prezzo sarà inviata in Germania per raccogliere le testimonianze dei tedeschi tra cui anche quelle sulla "ostalgie", il sentimento nostalgico sviluppatosi nei primi anni '90 nella Germania orientale a seguito della scomparsa della DDR e in alcuni casi ancora presente nei cittadini di quella parte di Germania. Venerdì 8 novembre alle 19.15 andrà in onda "Berlino 89: cronache dal muro", uno speciale a cura di Renato Coen che, con un suggestivo racconto attraverso la realtà aumentata, ricostruirà la storia del giorno della caduta del muro di Berlino. Sabato 9 novembre, dalle 18 alle 20, la testata all news dedicherà al giorno dell'anniversario dell'evento uno speciale, condotto da Luigi Casillo, con ospiti, collegamenti e approfondimenti. In campo anche il sito skytg24.it  - con uno speciale ricco di contenuti dedicati, fotogallery e approfondimenti - e i canali social di Sky TG24. Tra gli approfondimenti digital anche un podcast di Nicola Ghittoni sulla musica di quegli anni, realizzato con Radio24.

Anche Sky Sport 24 prevederà un avvicinamento all'anniversario del Muro di Berlino con appuntamenti quotidiani a partire da lunedì 4 novembre. Alcuni dei volti e delle voci più conosciute di Sky Sport racconteranno cosa ha significato per lo Sport il muro: dall'atletica al ciclismo al calcio. Da giovedì sarà in onda su Sky Sport Giorgio Porrà con una puntata speciale de "L'Uomo della domenica", dal titolo "Berlino 1989", che prende spunto dal primo derby di Berlino in Bundesliga per raccontare l'evoluzione della città a livello sportivo, sociale a culturale a trent'anni dalla caduta del muro.

Sky Arte realizzerà, nella giornata del trentennale, una programmazione dedicata: il 9 novembre alle 21.15 sarà in onda Berlino Est Ovest, un documentario in due parti con Manuel Agnelli. La regista Enza Negroni scopre a Bologna, dopo decenni 50 ore di video inediti e originali filmati a Berlino negli anni 80'. Le cassette sono state girate da un bolognese manager musicale e organizzatore di concerti, Maurizio Stanzani, durante un viaggio con un operatore e una giornalista. Lo stesso viaggio viene ripercorso oggi, a trent'anni dalla caduta del muro, da Manuel Agnelli che cercherà un filo rosso fra questo sorprendente archivio degli anni 80 e la Berlino di oggi, erede di quella strana e ormai dimenticata città chiamata Berlino Ovest. Alle 18.45 sarà proposto Hansa Studios, Da Bowie agli U2 – La musica ai tempi del Muro, la storia dei leggendari studi di registrazione di Berlino. Alle 20.15 andrà in onda Free to Rock, in cui il regista Jim Brown indaga come il rock & roll abbia decretato la fine della guerra fredda, abbattendo anche con la musica la cortina di ferro. Tra gli intervistati, Bruce Springsteen, Billy Joel e i Metallica. Alle 23.55 infine sarà la volta di Soundtracks – Canzoni che hanno fatto la storia – Il muro di Berlino, un viaggio nella musica che ha accompagnato gli anni della costruzione e dell'abbattimento del muro di Berlino.

Sky Atlantic proporrà le maratone delle serie Deutschland 83 e Deutschland 86. Deutschland 83 sarà in onda domenica 3 novembre dalle ore 12:00, mentre domenica 10 novembre dalle 12 sarà la volta di Deutschland 86. Le due serie hanno saputo ricostruire gli anni immediatamente precedenti il crollo del muro, quando la Guerra Fredda raggiunse il suo culmine, descrivendone non solo gli aspetti politico-militari ma anche lo spirito di quei tempi, compreso il senso di spaesamento che coglieva chi riusciva ad attraversare la cortina di ferro ed entrava nel mondo occidentale.

Su History infine la programmazione speciale Berlino, oltre il muro, in onda da venerdì 8 a domenica 10 novembre alle 21.00. Tra i documentari proposti: La notte più lunga, in onda venerdì 8 alle 21.00, la storia di come venne costruito nell'estate del '61 il muro, lasciando di sasso non solo i cittadini di Berlino, ma tutto il mondo; Berlino: fuga per la libertà, sabato 9 alle 21.00, un racconto di come fosse possibile e quanto fosse difficile superare il Muro di Berlino, con il racconto di testimoni, ex-membri della Stasi e ufficiali della sicurezza; In fuga dal muro di Berlino, domenica 10 alle 21.00, con le storie di chi ha cercato di attraversarlo per fuggire; Guerra Fredda, domenica 10 alle 21.50, uno speciale che spazia dal gigantesco ponte aereo alleato del 1948 per contrastare il blocco sovietico della città tedesca alla riunificazione della Germania, ricostruendo nel dettaglio il conflitto tra le superpotenze USA e URSS che ha segnato la seconda metà dello scorso secolo.

"L'UOMO DELLA DOMENICA - DISCORSO SU DUE PIEDI"
BERLINO 1989 - L'INGANNO DEL MURO
Trent'anni dopo la caduta del muro di Berlino, Sky Sport rielabora nel suo percorso narrativo i tanti avvenimenti di quel 1989 tra calcio, politica e società. Venerdì 8 novembre, alle 19.45 su Sky Sport Serie A e alle 22.30 su Sky Sport Uno va in onda la terza puntata stagionale de "L'uomo della domenica" di Giorgio Porrà, che ripercorre le vicende di quell'anno speciale.
Un anno, quello del 1989, che ha visto crollare molti muri anche nel mondo dello sport, alcuni dei quali nessuno ha mai più rialzato. La notte del 9 novembre 1989 il muro di Berlino trascinò con sé le macerie di regimi totalitari e ideologie in agonia. Quel muro crollato fu eletto a simbolo della fine di tutte le barriere. Fu solo un dolce, potentissimo inganno. Oggi siamo in una nuova età dei muri, dei troppi muri. Ma quello che accadde nell'89, stagione segnata da grandiosi sconvolgimenti, rappresenta una memoria troppo preziosa per lasciare che si disperda.     Nell'appuntamento con Porrà, riferimenti cinematografici, musicali e letterari andranno a impreziosire una ricostruzione storica appassionante di quell'anno irripetibile per lo sport e la politica del continente.
"L'uomo della domenica - BERLINO 1989 - L'INGANNO DEL MURO" si trova disponibile On Demand e su Sky Go.

"L'UOMO DELLA DOMENICA - DISCORSO SU DUE PIEDI"
BERLINO 1989 - L'INGANNO DEL MURO
Venerdì 8 novembre 2019:
Sky Sport Serie A, ore 19:45 e 23:30
Sky Sport Uno ore, ore 22:30
Sky Sport Football, ore 23:00
Sabato 9 novembre 2019:
Sky Sport Uno, ore 13:00 e 00:00
Sky Sport Serie A, ore 14:00 e 23:30
Domenica 10 novembre 2019:
Sky Sport Uno, ore 12:00 e 19:30
Sky Sport Serie A, ore 13:30
Sky Sport Football, ore 14:00 - 23:00

"Berlino 9-11-89: fine della Guerra Fredda" è la rassegna-evento di "Focus" in onda per cinque giorni consecutivi - da martedì 5 a sabato 9 novembre - in prima, seconda serata e day-time.
La rete tematica free Mediaset al 35 del telecomando, dedicata alla divulgazione e diretta da Marco Costa, partendo da un evento che trent'anni fa ha cambiato l'assetto geopolitico dell'Europa (e non solo), la caduta del Muro di Berlino, concentra l'attenzione sul periodo storico conosciuto come Guerra Fredda, caratterizzato dalla contrapposizione tra Stati Uniti e URSS.

Quel 9 novembre 1989, un normale giovedì, segna la vita di chi allora era già adulto. Mentre, per i più giovani, la data rischia di essere solo un episodio da libri di storia. Ecco perché "Focus" ha deciso di raccontare la caduta del Muro - una pagina di vita con un forte impatto emotivo, sociale e culturale, non solo su Berlino e l'Europa, ma anche sul resto del mondo - e la Guerra Fredda.

Il palinsesto speciale di "Focus" propone oltre 25 ore di programmazione su misura, intitolate alla stagione in cui lo spettro della guerra nucleare ha garantito all'Europa oltre 40 anni di pace.

Dai migliori documentari realizzati nel mondo - con cinque ore di immagini inedite - ad approfondimenti autoprodotti, fino alla miniserie con Kim Rossi Stuart Il tunnel della libertà. Elementi centrali della rassegna, quindi, lo speciale Base Tuono, un mistero della Guerra Fredda ed i documentari in prima visione assoluta Berlino: fuga per la libertà, Broken Arrows: le atomiche perdute, ai tempi della Guerra Fredda e Korean War.

BASE TUONO, UN SEGRETO DELLA GUERRA FREDDA
Base Tuono, un segreto della guerra fredda è un programma scritto da Claudia Giammatteo a cura di Massimo Polidoro, in cui il divulgatore guida il telespettatore alla scoperta dei segreti militari di Base Tuono (Folgaria, Trento), una delle 12 aree missilistiche dislocate dalla NATO, tra Anni '60 e '70, ai confini Nord-Orientali d'Italia, nella convinzione che potesse avvenire un'invasione da parte degli eserciti del blocco comunista.

Oggi Base Tuono è un'area museale, che ha mantenuto tutte le dotazioni militari dell'epoca e costituisce il solo museo europeo dedicato alla Guerra Fredda.

Il racconto di come si viveva e lavorava alla base, e di come gli armamenti in dotazione dovessero essere manutenuti e fatti funzionare, dovendo costantemente garantire elevati livelli di allerta per possibili intrusioni nemiche nello spazio aereo italiano, si sviluppa in parallelo con la storia degli oltre 40 anni di Guerra Fredda, che viene narrata da tre storici: il generale dell'Aeronautica Militare Italiana Basilio De Martino, il professor Gregory Alegi della LUISS di Roma, e il professor Mireno Berrettini dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Partendo dalle ragioni ideologiche, politiche, militari ed economiche che determinarono la chiusura della cosiddetta Cortina di Ferro, i tre esperti ricostruiscono i principali momenti di tensione tra USA e URSS, per approfondire infine il processo che ha portato alla dissoluzione dell'URSS e alla caduta del Muro di Berlino.

Il professor Alegi, inoltre, dà conto di un altro luogo-simbolo della Guerra Fredda: il bunker antiatomico del Monte Soratte, a circa 60 chilometri da Roma. Un rifugio progettato (e mai terminato) al tempo del fascismo, che - negli Anni '60 - venne riorganizzato per ospitare, in caso di attacco nucleare, il Presidente della Repubblica e il governo italiano.

Polidoro, con l'ausilio di storici del Novecento e di esperti di strategie militari e storia degli armamenti, approfondisce i seguenti temi: Quali funzioni aveva Base Tuono? In quale contesto storico e politico è stata progettata e ha operato? Di quali dotazioni missilistiche disponeva? Come era organizzata? Che cosa vi sarebbe avvenuto, in caso di attacco sovietico? Che cosa sarebbe accaduto nell'intero Nord Est, in caso di invasione sovietica? Qual era la procedura d'ingaggio per i missili di Base Tuono? Qual era la loro struttura? Come funzionavano? In quanto tempo potevano approssimarsi al bersaglio, ma soprattutto: chi e come ve li indirizzava? Da quali misure di sicurezza era protetta la base? Com'era il rapporto tra i militari della base e la popolazione locale? Quali leggende sono fiorite attorno a Base Tuono e alle attività che vi si svolgevano? Quando e perché Base Tuono è stata smantellata? Quando e perché è diventata l'unico museo europeo dedicato alla Guerra Fredda?

BERLINO: FUGA PER LA LIBERTÀ
Il documentario spiega le ragioni storiche, politiche e militari della divisione di Berlino tra Est e Ovest, e della costruzione del Muro ad opera della DDR, nel 1961 e 1962, dietro ordine di Mosca, a maggior gloria del comunismo e per evitare che i berlinesi dell'Est fuggissero all'Ovest.

BROKEN ARROWS: LE ATOMICHE PERDUTE, AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA
Il documentario ricostruisce alcuni incidenti aerei occorsi durante gli Anni '50 e '60 a bombardieri americani con testate nucleari, approfondendone cause, modalità di recupero degli ordigni e la cortina di segretezza stesa sugli avvenimenti.

KOREAN WAR
Il documentario racconta con immagini originali tutte le fasi della guerra combattuta tra il 1950 ed il 1953 fra gli Stati Uniti e le due Coree.

BERLINO 9-11-89: FINE DELLA GUERRA FREDDA | PROGRAMMAZIONE GUERRA FREDDA
5 NOVEMBRE
21:15 Il tunnel della Libertà | miniserie | di Enzo Monteleone | con Kim Rossi Stuart
23:30 Berlino: fuga per la Libertà | documentario | prima visione assoluta
6 NOVEMBRE
21:15 Base Tuono, un mistero della Guerra Fredda | prodotto originale
22:15 Macchine da combattimento: Guerra Fredda, verso la totale distruzione | documentario
23:15 Korean War | ep. 1 | documentario | prima visione assoluta
7 NOVEMBRE
15:00 Berlino: fuga per la Libertà | documentario
16:00 Il tunnel della Libertà | miniserie | di Enzo Monteleone | con Kim Rossi Stuart
21:15 Broken Arrows: le atomiche perdute, ai tempi della Guerra Fredda ep.1 | documentario | prima visione assoluta
22:15 Broken Arrows: le atomiche perdute, ai tempi della Guerra Fredda ep.2 | documentario | prima visione assoluta
23:15 Korean War | ep. 2 | documentario | prima visione assoluta
8 NOVEMBRE
15:30 Guerra Fredda, verso la totale distruzione | documentario
16:30 Korean War | ep. 1 | documentario
17:30 Korean War | ep. 2 | documentario
9 NOVEMBRE
15:30 Base Tuono, un mistero della Guerra Fredda | prodotto originale
16:30 Broken Arrows: le atomiche perdute, ai tempi della Guerra Fredda ep.1 | documentario
17:30 Broken Arrows: le atomiche perdute, ai tempi della Guerra Fredda ep.2 | documentario
18:30 Navi da combattimento della Guerra Fredda | documentario
19:30 Macchine da combattimento: lo spettro della guerra nucleare | documentario
20:30 Berlino: fuga per la Libertà | documentario 17:30 Broken Arrows: The Lost Bombs of The Cold War ep.2 | documentario
23.00 Muro di Berlino | speciale TG5 | a cura di Roberto Olla 18:30 Navi da combattimento della Guerra Fredda | documentario
24.00 Aerei da combattimento: banditi, segreti, spie | documentario 00:10 Navi da combattimento della Guerra Fredda
01.00 The Farewell File | ep. 1 | documentario 1:15 film dedicato
02.00 The Farewell File | ep. 2 | documentario 1:15 film dedicato

Ultimi Video

Palinsesti TV