Cinema: sperimentazione di alcune sale 'ad alta definizione'

News inserita da:

Fonte: L'Opinione

H
HDTV e 3D
  mercoledì, 25 aprile 2007
 00:00

“La grande storia si fa con i piccoli passi. È un momento epocale. Per lo spettatore non cambierà molto ma per la filiera sì, perché senza pellicola ci sarà molto più spazio per i piccoli produttori e le piccole case di distribuzione".

È entusiasta Francesco Giraldo, segretario generale dell’Acec (Associazione cattolica esercenti cinema), nel tagliare il nastro al primo circuito di 25 sale della comunità che proietteranno i film attraverso la trasmissione bidirezionale via satellite e la conseguente proiezione digitale in alta definizione.

Microcinema, srl nata nel 1997 con l’obiettivo di studiare e sviluppare il cinema digitale in Italia, con il supporto tecnologico del centro studi e ricerche della Rai di Torino, gestisce il sistema e Acec, che figura tra i soci principali (con Strategia Italia SGR S.p.A., Piemontech e Club degli Investitori), lo collauda.

L’investimento per creare il sistema è stato di oltre 2 milioni di euro. In particolare, il server centrale è costato 400 mila euro. Al primo circuito pilota, l’Acec conta di aggiungere altre 75 sale entro la fine dell’anno.

Al momento, con l’eccezione di due sale pugliesi, a sperimentare la nuova tecnologia è il Nord. Il circuito al momento comprende i seguenti cinema: Africa di Riccione (RN), Agnelli di Torino, Agorà di Robecco sul Naviglio (MI), Sala Argentia di Gorgonzola (MI), Capitol di Sermide (MN), Cristallo di Cesano Boscone (MI), Cristo Re di Padova, Don Bosco di Gualdo Tadino (PG), Duese di Agrate Brianza (MI), Eden di Genova Pegli (GE), Il Piccolo di Santo Spirito (BA), Leone XIII di Vicenza, Lux di Quistello (MN), Manzoni di Maniago (PN), Martinovich di Bassano del Grappa (VI), Michelangelo di Modena (MO), MPX di Padova, Primavera di Vicenza, Sala della comunità di Vò di Brendola (VI), San Filippo Neri di Collebeato (BS), San Giorgio di Bisuschio (VA), San Luigi di Cuggiono (MI), San Luigi di Concorezzo (MI), San Massimo di Verona, Victor di Cesena (FO).

La possibilità di trasmettere via satellite permetterà non solo un abbattimento dei costi della filiera cinematografica, ma darà alle sale anche un appeal in più: la copertura dei grandi eventi live.

Il primo appuntamento è stato il 20 aprile scorso quando è stata proiettata live in 22 sale cinematografiche italiane La Traviata di Giuseppe Verdi dal Teatro dell’Opera di Roma. È davvero opera lirica in diretta al cinema e l’evento è stato di quelli imperdibili: la regia e le scene di questo nuovo allestimento sono state affidate a Franco Zeffirelli e la direzione d’Orchestra al Maestro Gianluigi Gelmetti.

La protagonista nel ruolo di Violetta è stata la famosa Angela Gheorghiu, affiancata dal tenore Vittorio Grigolo nei panni di Alfredo e dal baritono Renato Bruson in quelli di Germont.

Quindi attraverso la trasmissione bidirezionale via satellite e la conseguente proiezione digitale in alta definizione comincia la vera rivoluzione: riduzione dei costi per l’esercente (non si paga più la stampa della copia in pellicola, né il trasporto, né l’assicurazione, né i minimi garantiti); flessibilità nello gestire la programmazione in maniera varia e autonoma (l’esercente potrà scegliere personalmente i film decidendo di avere più titoli anche all’interno della programmazione giornaliera e oltre che di programmare serate live); superamento dei problemi di trasporto nelle zone geograficamente più difficili.

Per affrontare questa sfida al meglio, Microcinema sta stringendo accordi con le maggiori case di distribuzione (tra le tante, Buena Vista Italia, Mikado, Lucky Red, Istituto Luce, Fandango, Metacinema, Cattleya, DocLab, Teodorafilm) per l’uscita, in contemporanea o meno con quella nazionale, dei film in listino.

Faranno parte della programmazione anche titoli che ancora non hanno una distribuzione, ma che meriterebbero di averla, a cui Microcinema offrirà uno spazio per incontrare il pubblico.

Con questo spirito verranno selezionati alcuni film della settima edizione, da poco conclusasi, dell’Alba International Film Festival. Microcinema organizzerà anche eventi non strettamente cinematografici ma legati all’attualità, alla musica, allo spettacolo e allo sport.

Gli esercenti potranno scegliere la programmazione del proprio cinema sul catalogo nell’area riservata del sito di Microcinema: saranno sufficienti solo dodici ore di anticipo rispetto all’orario di proiezione per ricevere il film o il live desiderato.

Ornella Petrucci
per "L'Opinione"

Ultimi Video

Palinsesti TV