Panasonic e Google, Ť accordo per la tv con dentro Youtube

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

I
Internet e Tv
  mercoled√¨, 09 gennaio 2008
 00:00
YoutubeArriver√ɬ†' questa primavera la prima Tv con Google dentro: sar√ɬ† al plasma, di marca Panasonic (Matsushita). Sar√ɬ† quindi possibile accedere direttamente dalla televisione, senza altri apparecchi, ai siti di Google, tra cui anche Picasa (che permette di condividere album di foto) e YouTube (il pi√ɬĻ grande portale di video al mondo). Baster√ɬ† premere un pulsante sul telecomando e la Tv aprir√ɬ† le porte a Google, come se fosse uno dei canali raggiungibili. L'accordo, tra Google e Panasonic, non √ɬ® esclusivo e quindi potrebbe essere solo il primo di una lunga serie, con altri produttori Tv.

√ɬą possibile che la Tv dotata di Google sar√ɬ† in vendita, in una prima fase, solo negli Stati Uniti, per poi essere proposta- se le vendite andranno bene- anche in altri Paesi. Ad oggi non risulta che le nuove Tv Panasonic permetteranno di accedere anche a siti diversi da quelli di Google.

Certo è che il fenomeno del matrimonio tra internet e Tv ha avuto un'accelerata negli ultimi tempi: si vede che è un sogno destinato a non tramontare, almeno non tanto presto, nonostante gli insuccessi degli anni passati. Sono pure dei giorni scorsi analoghi annunci di Sharp e di Samsung, nel contesto della grande fiera di elettronica Ces di Las Vegas: lanceranno Tv (di fascia alta) dotate di accesso a un giardino recintato di siti e servizi (notizie, meteo, condizioni del traffico, contenuti multimediali online) con cui hanno fatto accordi. In modo simile, anche se con altri siti, funzionano le Tv Sony Bravia dotate di accesso a Internet, lanciate a fine 2007. In tutti questi casi, le Tv si connettono a Internet grazie a un collegamento, tramite cavo Ethernet, al router che fornisce la banda larga.

Finora nessuna delle Tv dotate di internet ha venduto in grandi quantità: un po' per colpa degli altri costi degli schermi e un po' per limitatezza dei contenuti e siti disponibili; e forse anche perché è radicata l'abitudine di navigare tramite computer, non via tv.

La discesa in campo di Google fa pensare però a una svolta imminente. Il gigante della ricerca ha dimostrato negli anni una buona capacità di prevedere le future tendenze del web e di anticiparle con le proprie mosse.

L'idea √ɬ® che forse ormai il web ha raggiunto una buona massa critica di video disponibili, di buona qualit√ɬ†. Gli utenti potrebbero avere voglia di vederli sulla Tv di casa, in salotto, con altri membri della famiglia. Ha scommesso sul nuovo fenomeno anche Apple, il cui scatolotto Apple Tv √ɬ® uno dei modi pi√ɬĻ usati per accedere a contenuti Internet (tra le altre cose, a You Tube) attraverso la televisione. Anche in questo caso, per√ɬ≤, non c'√ɬ® accesso libero al web, ma solo a una selezione di cose.

Il punto è che i siti normali non si vedono bene sulla Tv e quindi si preferisce dare accesso a contenuti preventivamente adattati, nel formato, allo schermo televisivo. Al problema si sta già cercando una soluzione. Tiscali sta lavorando a un set top box IPTv con browser dotato di tecnologia che riadatti in automatico i contenuti web alle tv di casa. Un'altra idea originale viene da Reeplay. it, software creato da alcuni programmatori ed esperti di web italiani (come Stefano Quintarelli). Trasforma i video del web in un formato adatto alla Tv. Il software è ancora in beta chiusa e sarà lanciato al pubblico nelle prossime settimane.

Alessandro Longo
per "La Repubblica"

Ultimi Video

Palinsesti TV