Blade Runner, the Final Cut: la versione finale del capolavoro su SKY Cinema

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

S
Sky Italia
  giovedì, 01 gennaio 2009
 00:00
Per la prima volta in tv, la versione finale del capolavoro di Ridley Scott, con Harrison Ford. Ecco su SKY la terza edizione, dopo il director's cut del 1992 e la versione, a quanto pare definitiva, del 2007.

Blade Runner rappresenta una pietra importante nella nascita della pay-tv italiana, si tratta infatti del primo film trasmesso dalla neonata Tele+ nella serata di sabato 1 Giugno 1991.

Torna dunque in servizio l'ex poliziotto fallito Rick Deckard, prestato all'unità speciale Blade Runner, per dare la caccia ai replicanti, uguali in tutto e per tutto agli esseri umani salvo per l'apparente incapacità di provare dei sentimenti e per la durata limitata delle loro esistenze: circa quattro anni. In una Los Angeles del futuro, anno 2019, cupa, nebbiosa e terribilmente affollata, il simulacro dell'esistenza nella pessimistica penna di Philip K. Dick ritrova vita nelle immagini girate nel capolavoro di Ridley Scott. Questa imperdibile pellicola andrà in onda l’1 gennaio su SKY Cinema Mania alle ore 21.00.

SINOSSI:

In una Los Angeles piovosa e sovrappopolata, il poliziotto Deckard (Harrison Ford), dell’unità Blade Runner, viene richiamato in servizio. La sua specialità è l’eliminazione di esemplari insubordinati di "replicanti", androidi destinati al lavoro nelle colonie spaziali. Quattro di loro, Roy Batty, Leon, Zora e Pris, hanno raggiunto la Terra per tentare di infiltrarsi nelle industrie che li fabbricano...

Abile fusione di poliziesco e fantascienza, Blade Runner vive un rapporto di simbiosi con Il cacciatore di androidi, romanzo di Philip K. Dick da cui è tratto. Anche se il film risulta più coerente ed equilibrato, alcuni riferimenti sono apprezzabili solo leggendo il libro: i dettagli del test o la descrizione di un mondo in cui le riproduzioni artificiali degli animali, quasi estinti, diventano status symbol. Tuttavia il film descrive perfettamente una società multietnica e tratteggia perfettamente i diversi personaggi, tutti pervasi dall’amarezza tipica dell’opera di Dick: dallo scienziato colpito da invecchiamento precoce che vive in una casa piena di giocattoli, ai replicanti afflitti da angosce esistenziali, dalla fragile e sensuale Rachel alle prese con la propria identità sconosciuta al detective anni Quaranta trasferito nel futuro. Altrettanto efficaci sono gli effetti speciali di Douglas Trumbull e la colonna sonora di Vangelis.


Ultimi Video

Palinsesti TV