Tanto divertimento su Sky Uno con le Olimpiadi della Cucina #JrMasterChefIt

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

S
Sky Italia
  giovedì, 21 maggio 2015
 17:32

La sesta puntata della seconda stagione di Junior Masterchef Italia, in onda dalle 21.10 circa e dalle 23.15 su Sky Uno/+1 HD e Sky On Demand, è stata vista nel complesso da 336.081 spettatori medi.

Per quanto riguarda gli ascolti differiti nei sette giorni, la finale live di "Italia's Got Talent", in onda su Sky Uno HD e Cielo, ha raccolto un'audience media complessiva di 2.992.700 spettatori, di cui 404.288 in ascolto differito, pari al 13,5% dell'ascolto medio totale.

LA CRONACA DELLA PUNTATA DI JR MASTERCHEF ITALIA 2015
(powered by juniormasterchef.sky.it)

ore 21:10 - I giudici di Junior MasterChef Italia Alessandro Borghese, Lidia Bastianich e Bruno Barbieri vi danno il benvenuto alla prima edizione dei Junior MasterGames, piccoli aspiranti chef! Al centro della cucina, per l'occasione trasformata in una grande campo da corsa, arde la fiaccola olimpica che darà l'inizio ai giochi! Siete pronti Nicola e Andrea a scegliere i vostri compagni di squadra? Sì? Bene! La fortuna sorride a Nicola che si aggiudica la possibilità di poter scegliere per primo la propria brigata vincendo il complicatissimo meccanismo della moneta POLPO/CIPOLLA. Il giovane cuoco di Bagnacavallo sceglie il colore blu e chiama con sé Nicolò, che voleva in squadra a tutti i costi per la sua bravura. A lui seguono le sportivissime Matilde e Vittoria. La squadra blu di Andrea è invece composta da Arianna, Sofia S. e Tomaso (come sempre super stiloso, con i pantaloni in tinta perfetta per il colore della sua brigata). Forza piccoli aspiranti chef, correte verso gli spogliatoi! Oggi non ci sono grembiuli ma completini sportivi, da indossare prima di subito! 

ore 21:15 - Non vi piace il kit ufficiale da giovani atleti di Junior MasterChef? I calzoncini donano proprio a tutti (Sofia S. su, non somigli così tanto a "Fantozzi in paradiso"!). In cosa consisterà la prova? Tocca al nostro Alessandro Borghese svelare il tema: delle gustosissime Trofie al pesto! Lidia Bastianich ricorda a tutti che per realizzare un pesto perfetto bisogna equilibrare gli ingredienti (ed evitare quella "bruttiiiiissima" macchia gialla di olio!). La prova si dividerà in due fasi: nella prima, i piccoli aspiranti chef dovranno "sudarsi" (nel vero senso della parola!) gli ingredienti fondamentali per il pesto a colpi di prove fisiche; nella seconda dovranno ultimare il piatto e presentarlo al trio di giudici. Ben quattro manche, andiamo ora con la prima! 

ore 21:25 - Nella prima manche le due squadre si sfidano sulla corsa per conquistare il primo vantaggio: chi vincerà la gara di corsa avrà il diritto di scegliere se lavorare il basilico con il classico mortaio o con un semplicissimo coltello. Andrea decide di schierare per questa corsa... se stesso! Nicola decide invece di schierare... sé stesso! Tanta fiducia nei propri compagni di squadra, eh? Tre giri di corsa accompagnati dall'accesa telecronaca di Sofia S. che sotto i vaporosi riccioli nasconde un'anima da Bruno Pizzul non indifferente! Andrea taglia il traguardo e si accaparra il mortaio tanto desiderato! 3 minuti di tempo per lavorare il basilico con una squadra in visibilio che incita i due capitani. Nonostante i due risultati molto diversi le squadre possono ritenersi soddisfatte! È tempo della seconda sfida! 

ore 21:30 - Il prossimo ingrediente da conquistare sono i pinoli! Quali preferiranno i nostri piccoli atleti? Quelli comodamente già sgusciati o le belle pigne da rompere con un pratico martelletto? A contendersi questa manche saranno Nicolò e Tomaso. Ai posti! I due aspiranti chef partono ma sembra non esserci competizione: Nicolò è una vera e propria scheggia e taglia il traguardo nel minor tempo possibile! Le due squadre iniziano a cimentarsi nella nobile arte della triturazione dei pinoli: mentre il coltello di Nicolò vola letteralmente tritando pinoli come se fosse una macchina, Tomaso non è proprio il nipote di Santi Licheri e va un po' a rilento con il martelletto... Il risultato? La Squadra Blu ottiene ben tre pinoli! BRAVONI! 

ore 21:37 - La terza manche vede uno scontro al femminile, Sofia S. vs Matilde! Ad avere la meglio questa volta è la Squadra Blu: la piccola aspirante chef riccioluta può scegliere tra un'intera forma di parmigiano enorme con una piccola grattuggia e una pezzo decisamente più piccolo con una grattuggia delle dimensioni appropriate. E così, mentre Matilde non può far altro che staccare un pezzo alla volta dall'immensa forma, Sofia S. si trasforma in una novella Ratatouille, permettendo alla squadra di conquistare un altro vantaggio. A chiudere nella quarta manche la sfida tra Arianna e Vittoria per le gatt... patate da pelare. Come preferite pulirle piccoli aspiranti chef? Con pelapatate e tutti gli attrezzi del caso o con un utilissimo coltello a seghetto? Arianna ha la meglio e partono subito i tre minuti di tempo per affettare gli ingredienti; purtroppo Vittoria non riesce a realizzare "il top del top". È il momento di preparare le trofie con il pesto! 

ore 21:40 - I giochi sono ancora aperti! I capitani decidono di schierare rispettivamente Nicolò e Arianna per preparare delle trofie perfette in soli 7 minuti! I due piccoli aspiranti chef sembrano molto sicuri di sé in cucina e il tifo dei loro compagni di squadra è alle stelle! Al terzo minuto, comunica chef Alessandro Borghese, avranno la possibilità eventuale di cambiare lo chef e così entrano in gioco i due capitani Andrea e Nicola. Mancano solo 20 secondi e le trofie devono essere impiattate, forza piccoli aspiranti chef! All'assaggio della Squadra Rossa la chef Lidia Bastianich ha qualche dubbio sulla cottura della patate, mentre invece le trofie della Squadra Blu mancano un po' di sale. Chef Alessandro Borghese riscontra un versamento d'olio di troppo nella brigata rossa e una certa mancanza di sale. L'ultimo assaggio è quello di Chef Barbieri che pensa che le patate dei rossi siano poco cotte.

ore 21:43 - È giunto il momento del verdetto: entrambe le squadre attendono questo momento con grande trepidazione. I giudici si complimentano per il risultato, ma ha notato dei difetti in entrambi i piatti; sarà l'equilibrio dei sapori a decretare la vittoria. Il fumo della fiaccola dei Junior MasterGames si colora di azzurro: complimenti Squadra Blu! La macchia d'olio sul fondo del piatto della Squadra Rossa ha compromesso il risultato, ma non è detta l'ultima parola: vi giocherete tutto al temuto Pressure Test!

ore 21:48 - Nicolò, Nicola, Matilde e Vittoria indossano il grembiule nero, consapevoli che due di loro stanno per affrontare l'ultima prova all'interno della cucina di Junior MasterChef Italia. Il Pressure Test sarà molto particolare e dedicato a chi ha un palato molto fino: i piccoli chef amatoriali dovranno riconoscere il maggior numero di ingredienti contenuti in uno speciale piatto preparato esclusivamente per loro dalla chef stellata Valeria Piccini! Il piatto con cui si devono cimentare è la ribollita, ovviamente in una versione ripensata dalla nostra ospite con moltissimi ingredienti. 

ore 21:53 - Forza, tutti alle postazioni! La chef passa a portare a ognuno la propria porzione di zuppa e saranno proprio i piccoli aspiranti chef a decidere il tempo della prova: chi penserà di avere individuato tutti gli elementi che compongono il piatto darà lo stop al tempo. Nicolò, Nicola, Vittoria e Matilde apprezzano molto il piatto proposto dalla chef ospite e si lanciano nella scrittura dei molteplici ingredienti finché... è Nicolò a lanciare lo stop! La sua lavagnetta è piena di ingredienti e non resta che controllare l'esito. 

ore 21:57 - I giudici riepilogano gli ingredienti presenti, ovvero: fagioli cannellini, cotenna di maiale, salvia, sedano, carote, cipolle, patate, olio d'oliva, sale, peperoncino, acqua, pane, verza, cavolo cappuccio, cavolo nero, concentrato di pomodoro. Per alzata di mano si scopre chi aveva indovinato gli ingredienti, per un totale di dieci ingredienti giusti di Nicolò e Nicola, otto di Matilde e soltanto cinque di Vittoria. I migliori di questa prova, che già sperano di salire in balconata, vedono i loro sogni infrangersi presto: il vantaggio guadagnato si trasformerà in minuti extra a disposizione per lo step successivo. 

22.00 - Ogni ingrediente indovinato corrisponde a un minuto aggiuntivo, che si sommerà a una base di 20 minuti. Nicola e Nicolò avranno quindi 30 minuti a disposizione, Matilde 28 e Vittoria 25. Ma cosa mai dovranno fare i piccoli aspiranti chef? La difficoltà aumenta: dovranno infatti replicare un piatto di chef Valeria Piccini, che già dal primo sguardo fa venire l'acquolina in bocca a tutti. Si tratta di un Tortello di cacio e pere con composta di rape rosse condito con burro e semi di papavero. I ragazzi avranno il privilegio di assaggiarlo per poi tentare di riprodurlo. 

22.03 - "Al contadino non gli far sapere quanto l'è bono il cacio con le pere", racconta Valeria, è la filosofia alla base del piatto. Il piatto della chef conquista al primo boccone tutti i giovani chef amatoriali, che sono ansiosi all'idea di affrontare questa sfida. Recuperati gli ingredienti in dispensa, Nicola e Nicolò sono i primi a partire. Subito dopo è il turno di Matilde e infine tocca a Vittoria. La nostra ospite osserva soddisfatta l'operato dei ragazzi, che hanno tutti cominciato con la preparazione della pasta e proseguono solerti con la realizzazione del ripieno. 

22.05 - Il tempo scorre velocissimo tra i fornelli e ognuno ha qualche difficoltà: la pasta che non si stende, il ripieno non riesce come si vorrebbe, la decorazione manca di qualche dettaglio. Solo chi ha replicato al meglio il piatto della chef ospite potrà mantenere il suo posto nell'ambita cucina di Junior MasterChef. Il primo a presentare il piatto è Nicola: l'impiattamento è quasi uguale alla proposta originale, la pasta tirata alla perfezione, il gusto ben bilanciato. Manca solo un filo di burro nella salsa! 

22.08 - Il secondo turno è quello di Matilde, che non è molto soddisfatta del risultato. L'impiattamento è un po' frettoloso e la pasta spessa, inoltre nel ripieno manca un po' di pera. Il terzo piatto all'assaggio è quello di Nicolò: la presentazione è quasi uguale all'originale, il sapore è delicato e nel complesso il gusto è molto gradevole. Ultima di fronte ai giudici è Vittoria, che ha fatto del suo meglio, ma con lo sfavore del minor tempo a disposizione. Nel suo piatto manca, la salsa e i ravioli sono parecchio rovinati, perché la piccola non è riuscita a tirare la sfoglia come avrebbe voluto. Ciò nonostante, chef Barbieri si complimenta per l'ottimo ripieno. 

22.11 - La sfida è stata difficilissima, ma va presa una decisione. Gli chef e l'ospite sono molto soddisfatti del risultato e sono molto sicuri del loro giudizio. Le differenze sono abbastanza evidenti e i piatti di Nicola e Nicolò fanno guadagnare ai rispettivi autori un posto in balconata. Per il dispiacere di Arianna e Sofia S. sono Matilde e Vittoria a dover abbandonare la cucina di Junior MasterChef. Suvvia fanciulle, non abbattetevi: il vostro talento è sotto gli occhi di tutti e sappiamo che il vostro futuro è sicuramente tra i fornelli! Per questa settimana è tutto: nel prossimo episodio sarà la Junior Airlines a guidare i piccoli aspiranti chef in mille e più destinazioni. Volete scoprire quali? Non vi resta che seguirci MERCOLEDÌ alle ore 21:10 su Sky Uno HD!

Ultimi Palinsesti