Confermata ingiunzione Sky per non pagamento ultima rata Serie A 2019/2020

Confermata ingiunzione Sky per non pagamento ultima rata Serie A 2019/2020

News inserita da:

Fonte: RadioCor

S
Sky Italia
  mercoledì, 17 febbraio 2021
 18:48

Confermata ingiunzione Sky per non pagamento ultima rata Serie A 2019/2020 Il giudice del tribunale di Milano, quattordicesima sezione civile, ha concesso «la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto», ovvero ha stabilito che Sky debba versare alla Lega Serie A la sesta rata dei diritti audiovisivi della stagione 2019/20 del Campionato di Serie A, pari a 131 milioni di euro, perchè ha ritenuto che «le ragioni a sostegno delle richieste economiche svolte da Sky Italia, concernenti la riduzione del corrispettivo (per i diritti tv, ndr) non sono tali da far ritenere allo stato l'opposizione fondata su prova scritta, nè tali da escludere il fumus della pretesa creditoria della convenuta opposta Lega Nazionale Professionisti Serie A sulla base degli elementi contrattuali risultanti dalla documentazione in atti».

Il giudice ha quindi rinviato a una prossima udienza, fissata in calendario per l'8 giugno 2021, anche alla luce del fatto che «le eccezioni svolte dagli opponenti (Sky), anche relative agli effetti della temporanea impossibilità di svolgimento delle partite dedotte in contratto e al successivo svolgimento delle stesse in un ambito temporale differente da quello previsto o prevedibile all'atto della sottoscrizione del contratto, non consentono di ritenere di pronta soluzione la presente controversia».

Dopo lo stop al campionato 2019/2020 di calcio di Serie A a causa del Covid-19 e la riprogrammazione delle partite, Sky ha chiesto uno sconto sul prezzo dei diritti tv concordati con la Lega Serie A e non ha versato la sesta rata prevista di circa 131 milioni di euro. Di fronte al mancato accordo con la Lega che raccoglie i club della massima serie italiana sullo sconto, a Sky è stato recapitato un decreto ingiuntivo per ottenere il pagamento. Lo scontro è passato nelle aule di tribunale e il giudice Stefano Tarantola - pur non entrando ancora nel merito della questione - ha stabilito che ci sono gli estremi per concedere alla Lega Serie A il pagamento richiesto a Sky. La società televisiva dovrà quindi corrispondere la sesta rata non ancora versata. 

Sky «prende atto della decisione di oggi con cui il Tribunale di Milano, nell'ambito di un passaggio procedurale, ha disposto la provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo richiesto dalla Lega Serie A per il pagamento della sesta rata dei diritti audiovisivi della stagione 2019/20 del Campionato di Serie A. Sky ottempererà alla provvisoria esecuzione del decreto in attesa del giudizio di merito».

Lo spiega l'emittente televisiva in una nota.

«Questo pronunciamento non coglie l'azienda di sorpresa e, come testimoniato anche ieri con la lettera inviata alla Lega Calcio e a tutti club, Sky ha sempre cercato di portare avanti un dialogo costruttivo con la Lega stessa anche in virtù del proprio ruolo di partner storico e affidabile», conclude Sky.

Ultimi Video

Palinsesti TV