Visto in Tv (CorSport) - E' rosso Ferrari l'emozione pi bella

News inserita da:

Fonte: Il Corriere dello Sport

S
Sport
  lunedì, 22 ottobre 2007
 00:00

E' rosso Ferrari l'emozione più bellaNon ce n’è per nessuno  - Ehi, sorridi. Hai vinto. Visto in Tv, su Rai1  la rete ammiraglia della Formula 1,  Raikkonen è realmente il finlandese che viene dal freddo. Serio sul podio, sorride  Massa ed è normale, ma è quasi contento.  Alonso che è eccessivo. E lui? Kimi è tutto d’un pezzo. Una pacca sulle spalle, severo agli inni. Gli consegnano la Coppa: «Ehi tu, sei campione del mondo!» . La alza. Attorno è un trionfo Ferrari. Massa, a cui stanno per non dare il suo trofeo (si dirigevano verso Alonso), scende dal suo gradino, si avvicina agli uomini Ferrari e lo dedica a loro. Emo­zionati tutti, anche Federica Balestrieri che su Rai1 conduce da anni «Pole position» e nella fretta inverte un paio di nomi. 

Controcampo in scia -  E’ iniziato a pochi giri dalla fine del GP del Brasile «Controcampo-ultimo mi­nuto » su Italia 1. Così Sandro Piccinini può annunciare quasi a inizio trasmissione: «Mi dicono che Raikkonen è campione del mondo». 

Tg5, rosso in velocità - Batte tutti sul tempo. Alle 20 e spiccioli parte il Tg5 e la copertina è dedicata al­la Ferrari. Conduce Cesara Buonamici. Il titolo recita: «Si avvera il sogno Ferrari». 

Tg1 e un commosso Montezemolo - Miracolo a San Paolo. Raikkonen campione . Così il Tg1 e in sottofon­do solo motori. Apre Attilio Romita che ha in studio Marco Franzelli esperto di F1 che commenta: «Nessun finale è stato così pal­pitante ». In collegamento c’è il presidente
Luca Cordero di Montezemolo. Non ha più voce, è commosso. Le prime parole: «Sono entusiasta, felice è dire poco. E’ una vitto­ria importante in una stagione durissima. La prima dopo Schumi. Grazie a gente fan­tastica, a uomini straordinari. Perché in questo sport il merito conta». Si torna alla realtà e Romita fa: «Complimenti alla Fer­rari, il Tg va avanti, giornata di guerra... » . Nudo e crudo. 

Per il Tg2 è incredibile  - Alle 20 e 30 parte il Tg2 con Adele Am­mendola.  Il titolo è: «Incredibile Ferra­ri ». 

A tutta zolla  - Riavvolgiamo il nastro e torniamo a do­menica all’ora di pranzo. A Guida al Campionato, su Italia 1, c’è Francesca Ben­venuti  in collegamento da Livorno, che illu­stra la strategia amaranto in modo piuttosto singolare: « Camolese ha chiesto ai suoi di marcare i calciatori della Lazio in tutte le zolle del campo ». 

Li chiamavano Cip e Ciop  - Alias Bruno Gentili e Giampiero Galeazzi su Rai2 per «Quelli che il calcio e... » . Simona Ventura, stretta in un tubino nero, li ha battezzati Cip e Ciop. E loro si sono cala­ti nel ruolo. 

Montesano e gli indiani  - Attore e tifoso. Enrico Montesano è nel Lazio Club di Tor Bellamonaca a Roma e guarda la partita a «Quelli che il calcio e... ». La Ventura gli chiede cosa vuol dire esse­re laziali. E lui: «Stare sempre con gli india­ni... Ma stare con la squadra che ha porta­to il calcio a Roma». 

Calcio e meteo  - In collegamento da Firenze, per Sky Cal­cio Show, c’è Alessia Tarquinio. Ma i pri­mi due minuti del suo collegamento sem­brano previsioni meteo. « Il tempo non è dei migliori... Si passa da 5 a 16 gradi, fa fred­do poi diventa caldo... Ora vedete un palli­do sole, ma tra un po’ dovrebbe cominciare a piovere ». Ma le condizioni di Fiorentina e Siena? 

La «preghiera» di Dida  - Dal «Meazza» di Milano, su Sky Calcio Show, le telecamere riprendono il parti­colare omaggio (che è una richiesta di scu­se piuttosto evidente dopo la sceneggiata di Glasgow) del portiere rossonero Dida ai ti­fosi del Milan. Fa quattro inchini, uno per ogni lato dello stadio. C’è Marco Nosotti che, prima di correggersi, dice: « Tutti si stupi­scono, Dida si è inginocchiato ai quattro la­ti dello stadio ». E Massimo Mauro, parlan­do con Galliani, scherza: « O si è convertito a un’altra religione o sta chiedendo scusa ». 

I desideri nascosti di Cairo  - Ai microfoni di Sky Calcio Show, da Ber­gamo, c’è il presidente del Torino, Urba­no  Cairo. Da studio gli fanno sapere che Ber­lusconi vorrebbe rinascere nelle vesti di Ka­kà. Poi gli chiedono: « Lei se dovesse rina­scere chi vorrebbe essere? ». E Cairo, trattenendo a stento l’imbarazzo: « ... ehm... Berlu­sconi... »

Parlarsi e non capirsi  - Da Livorno, a Sky Calcio Show, c’è Delio  Rossi. Ilaria D’Amico gli chiede: « Per fe­steggiare le 500 panchine farà un bagno nel­la fontana di Trevi? ». Il tecnico: «Ora è ros­sa, non so se quel colore mi sta bene ». D’Amico: « Ma ora sembra tornata celeste, magari con il bianco della sua anima fa bian­coceleste...».  Rossi, andando via: « Questa non l’ho capita... ». La D’Amico ritrova luci­dità: « Non l’ho capita neanch’io ». Molto pro­babile  che non abbia capito nessuno. 

E’ un calcio malato...  - C’è Walter Novellino, da Bergamo, a Sky Calcio Show. Massimiliano Nebuloni gli chiede degli atalantini che si sono sca­gliati contro di lui per l’esultanza dopo il 2­2. L’allenatore confessa: « E’ venuto uno so­lo, confermando il basso livello culturale. Chi era? Riccardo Zampagna, me ne ha det­te di tutti i colori. Tra noi c’era un preceden­te, una volta mi minacciò: “ti aspetto a Pe­rugia”. Ma io a Perugia ho diverse case, non so in quale mi ha aspettato... ». 

Billò, questa è precisione -  «Sculli si è aperto », fa Fabio Caressa su  Sky Sport 1 durante la telecronaca di Juventus-Genoa a proposito di Sculli. Poco dopo l’inviata a bordo campo Anna Billò pre­cisa:  «Ha sentito tirare il muscolo interno e  si è allargato»
 
La longa manus di Mosca  - Finale «a luci rosse» su Italia 1. A Contro­campo diritto di replica c’è la prorom­pente Laura Barriales. Maurizio Mosca se la trova di fianco un istante, in tempo per allungare delicatamente le mani sul sedere della soubrette. 

Scoppia il giallo  - Ma è qui la festa? Parte così la «Domeni­ca sportiva » su Rai2. La vittoria del mondiale di F1 finisce sotto inchiesta

Francesca Fanelli e Andrea Fani
per "Il Corriere dello Sport"

Ultimi Video

Palinsesti TV