Santoro torna con 'Annozero' all'insegna del V-Day e Sabina Guzzanti

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  mercoledì, 19 settembre 2007
 00:00
Michele Santoro riparte da Sabina Guzzanti, che sara' ospite in studio, e dal suo nuovo film "Le ragioni dell'Aragosta" per puntare i riflettori sul V-Day di Beppe Grillo, e sulla sfiducia degli italiani nei confronti della classe politica. Il conduttore, che torna domani alle 21 su Raidue con "Annozero", dedichera' la puntata a quelli che definisce "due fatti rilevanti: il V-Day di Beppe Grillo e il nuovo film di Sabina Guzzanti. Sabina legge la realta' in un'altra maniera rispetto a Grillo, cerchero' di fare un parallelismo", annuncia il giornalista che sara' sulla seconda rete per 34 puntate, "14 nel 2007 e 20 per il 2008, a riprova che cambiano i direttori, ma i programmi restano", sottolinea il direttore di Raidue, Antonio Marano, riferendosi alle voci che lo danno per 'uscente'.

La formula di 'Annozero' rimane piu' o meno quella dello scorso anno, comprese le presenze fisse di Marco Travaglio, Beatrice Borromeo e il vignettista Vauro. "Il nostro -spiega Santoro- è un programma che propone chiavi di lettura della realta'", "eravamo partiti da un quadro della situazione: le rovine culturali del nostro paese, riferendoci a una visione di sistema". Ora le telecamere di 'Annozero' esploreranno il nuovo quadro che sta emergendo in queste settimane: "lo 'spernacchiamento', il potere viene vissuto dai cittadini come qualcosa di immutabile, il rapporto dei cittadini con il potere e' di completa sfiducia. In cui rientra anche la tv che ha perso di credibilita'. Quando succede -prosegue- che a seguire Grillo ci sono solo 'EcoTv', le nostre telecamere e la Rai di Bologna. Poi, ora tutti ne parlano però lì le telecamere non c'erano...".

"Quello che era una volta l'importanza di 'Rosso e Nero' o 'Samarcanda' oggi e' diventato il 'Grillo day', il 'Sabina Guzzanti day'", rileva Santoro. E aggiunge: "In questo terremoto di Grillo ci vedo un pubblico di destra e di sinistra che sta aspettando la svolta. E poi rivedono Prodi a 'Porta a Porta' con la stessa liturgia e gli stessi 4 giornalisti che non ribattono mai...".

Ultimi Video

Palinsesti TV