Approvato dal Cda Rai il piano fiction 2009: 300 milioni di investimento

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  giovedì, 15 gennaio 2009
 00:00

La storia di Sofia Loren, dagli anni del dopoguerra all'Oscar per La ciociara, con la stessa attrice nei panni di sua madre Romilda; le biografie di protagonisti del Novecento, come il contestato papa Pio XII o lo psichiatra Franco Basaglia, padre della legge 180; una miniserie ispirata al teen movie Notte prima degli esami e il ritorno del commissario Montalbano.

Sono alcuni titoli del piano fiction Rai per il 2009 da circa 300 milioni, approvato oggi dal cda di Viale Mazzini. In dettaglio, il piano prevede investimenti per 292 milioni, 275 per la fiction (prevalentemente per Raiuno) e 17 per i cartoni animati: un valore in linea con quello del 2008 (quando il piano varato dal cda fu di 284 milioni), a testimonianza dell'impegno del vertice Rai a garantire il core business dell'azienda, cioé l'offerta editoriale, nonostante i risparmi che saranno imposti a tutte le strutture dalla crisi finanziaria e dalla contrazione della raccolta pubblicitaria.

Tra le miniserie più attese su Raiuno, La mia casa è piena di specchi, titolo provvisorio della fiction ispirata all'omonimo libro di Maria Scicolone, sorella minore della Loren. E' la storia della loro famiglia, dagli anni della miseria ai successi, in particolare all'Oscar vinto da Sofia nel 1962 come miglior attrice protagonista nel film La ciociara di Vittorio De Sica.

La Loren sarà sua madre Romilda Villani, donna determinata, pianista e mancata attrice (aveva vinto un concorso Metro Goldwin Mayer come sosia di Greta Garbo, ma i parenti non avevano approvato la sua partenza per gli Stati Uniti), che decise di scommettere tutto sulla bellissima primogenita.

Spazio anche a Notte prima degli esami, due puntate prodotte dalla Iif di Fulvio Lucisano su soggetto di Fausto Brizzi, regista del film che nel 2006 sbancò il box office. Tra le biografie dei grandi personaggi, spiccano quelle di papa Pacelli (Lux Vide), la cui causa di beatificazione ha riacceso di recente le polemiche sui silenzi di Pio XII sulla Shoah, e di Basaglia, due puntate dirette da Marco Turco, a trent'anni dalla legge che nel 1978 impose il superamento dei manicomi e istituì i centri di igiene mentale (a realizzarla sarà la Ciao Ragazzi di Claudia Mori, che produrrà anche la storia del tenore Enrico Caruso).

Nel piano fiction anche un film tv su Primo Levi, l'autore di Se questo è un uomo. Dalla Publispei arriverà poi la storia della principessa Sissi, con Cristiana Capotondi nel ruolo che fu di Romy Schneider nella popolarissima trilogia anni '50 e, dopo il boom di ascolti di novembre - 8,5 milioni di spettatori e il 31% di media - tornera' il Commissario Montalbano-Luca Zingaretti in quattro nuovi episodi (due dei quali ispirati agli ultimi romanzi di Andrea Camilleri, Il campo del vasaio e L'arte del dubbio).

Sul fronte della lunga serialità, ecco La ladra, sei serate targate Endemol Italia con Veronica Pivetti nei panni di una Robin Hood dei giorni nostri, e Rossella, una saga realizzata da Sergio Silva che prende il via dagli inizi del Novecento. Per le serie più amate è pressoché certo il sequel di Tutti pazzi per amore, rivelazione di questo inizio stagione. Ma ci sarà spazio anche per l'attualità, con una fiction sui temi del lavoro e delle morti bianche, titolo provvisorio Gli ultimi del Paradiso.

Ultimi Video

Palinsesti TV