Torna stasera Coliandro su RaiDue con quattro nuovi casi da dipanare

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  martedì, 20 gennaio 2009
 00:00
Torna Coliandro, l’amabile, introverso, ironico, un po’ pasticcione   ma coscienzioso ispettore, questa volta alle prese con quattro nuovi   casi da dipanare. Uscito dalla penna di Carlo Lucarelli, l’atipico investigatore e’ ancora  una volta interpretato da  Giampaolo Morelli. In onda in prima serata  su Raidue dal 20 gennaio. 

I primi 4 episodi della serie, molto  apprezzata dai giovani,  sono stati trasmessi da Raidue nel 2006 con il 12% di share e punte più alte tra i giovani e i laureati (15%). Coliandro è uno dei titoli più scaricati dagli utenti di Rai Click, ed è oggetto di molti blog e contatti su Internet.

Inoltre, i primi 4 episodi  sono stati venduti in molti paesi stranieri tra cui Francia, Paesi Bassi, Spagna, Grecia, Albania, Ukraina, Slovacchia, Bulgaria, Ungheria, Romania, Ex Jugoslavia, Vietnam.

Story editor della serie è lo stesso Lucarelli: l’Ispettore Coliandro è, peraltro, il protagonista di uno dei suoi best seller, Il giorno del lupo, da cui è stato tratto il primo episodio della serie.

Coliandro e’ un personaggio un  po’ irreale sul genere dell’ispettore Callaghan,  possiede tutti i difetti della polizia italiana, ma anche tutti i pregi. E’ un tipo onesto, strampalato ma coscienzioso.

La regia è affidata ai Manetti Bros. Registi cult che hanno esordito con numerosi clip musicali per raggiungere la popolarità con il caso cinematografico della scorsa stagione, Piano 17.

Il protagonista della serie e’, ancora una, volta Giampaolo Morelli affiancato da Gargiulo (Giuseppe Soleri) che come al solito seguirà Coliandro in tutte le sue inchieste non autorizzate come suo braccio destro. Entrano a far parte della squadra anche due nuovi colleghi: una poliziotta di fresca nomina, la Balboni, (Enrica Ajo’) e l’ispettore Gamberini,  poliziotto laureato in psicologia (Paolo Sassanelli) amico e talvolta compagno di macchina, spesso in conflitto con Coliandro per il suo approccio analitico e cerebrale alle inchieste, molto diverso da quello fisico, verbale e intuitivo del suo collega a cui guarda con affetto e molta ironia.

Coliandro avrà poi una protagonista diversa per ogni singolo episodio, (Gloria Bellicchi per Sesso e segreti, Gilda Lapardaja per La Pistola, Valentina Lodovini per Mai rubare a casa dei ladri) ad eccezione dell’ultimo episodio, Doppia rapina in cui rientra in scena Cecilia Dazzi, nel ruolo di Alessia, gia’ incontrata nell’episodio In trappola della prima serie.

Al centro di questi gialli urbani, tutti girati a Bologna, c’è la figura di questo stravagante investigatore con caratteristiche molto diverse da quelle dei  tradizionali poliziotti della fiction: solitario nel suo lavoro e schivo, senza un legame affettivo solido, ma anche molto ironico ed autoironico, si trova spesso nei guai ma va sempre in fondo alle sue indagini.

LE SINOSSI DELLE QUATTRO PUNTATE:

LA PISTOLA
Sceneggiatura di Carlo Lucarelli e Andrea Cotti
Coliandro si fa fregare la pistola da una ragazza di origine slava, Jelena, mentre cerca di arrestarla per un tentato furto. Jelena, però, non è una ladra: è una giovane donna in fuga, spaventata. Dato che non può certo rivelare a colleghi e superiori di essersi fatto rubare la pistola, Coliandro è impegnato come al solito in una indagine personale. Aiutato solo da Gargiulo, insegue la sua pistola e di conseguenza la ragazza, finendo per scontrarsi con un’alleanza tra la spietata “mafia dei balcani” e la camorra, e portando alla luce un giro di riciclaggio di rifiuti tossici.

SESSO E SEGRETI
Sceneggiatura di Andrea Cotti e Andrea Magnani
L’omicidio di Luigi D’Orrico – anonimo titolare di una piccola ditta che si occupa di “raccolta ed elaborazione dati” – non sarebbe un caso eclatante. Se non fosse che sono coinvolte escort, squillo d’alto bordo, e se non fosse che inaspettatamente le indagini vengono rallentate e deviate da ordini dall’alto. Coliandro – escluso dalle indagini, ma con la volontà di rimediare agli errori passati – si trova di nuovo a indagare per conto suo. Aiutato da Claudia, un’altra escort, Coliandro riesce a rintracciare l’unica testimone dell’omicidio, rivelando così una trama complessa, che passa attraverso documenti compromettenti e nascosti, per poi arrivare a cellule deviate dei Servizi Segreti colluse con gruppi di potere economici e politici.

DOPPIA RAPINA
Sceneggiatura di Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi
Un gruppo di rapinatori mascherati e in apparenza efficienti fa irruzione in una banca prendendo in ostaggio clienti e impiegati per costringere il direttore ad aprire la cassaforte nel caveau. In una  toilette della banca si trova, però, Coliandro, che accortosi del tentativo di rapina, riesce ad avvertire  i suoi colleghi. Arriva il Gambero a trattare. Nel frattempo la situazione all’interno della banca si è capovolta: tre criminali veri che devono recuperare degli importantissimi documenti, prima che la Longhi li raggiunga con un mandato di cattura, approfittano della situazione per agire ed ecco che banditi (criminali da quattro soldi con armi finte) e ostaggi si trovano prigionieri di feroci banditi pronti a tutto. Ma non hanno fatto i conti con Coliandro che metterà i bastoni fra le ruote ai veri criminali, spesso involontariamente e facendosi anche scoprire, fino a provocarne l’arresto e salvare gli ostaggi malgrado le perplessità  dei suoi capi.

MAI RUBARE A CASA DEI LADRI
Sceneggiatura di Giampiero Rigosi e Matteo Bortolotti

Da una macchina arrivata all’alba in un campo di  nomadi rumeni sulla riva del Reno, scendono alcuni uomini che, con precisione militare, aprono il fuoco sulle roulotte senza ferire nessuno.
Sembrano tornati i tempi delle aggressioni razziste della Uno Bianca. Ma si tratta invece di un avvertimento e Vlad lo capisce subito. Due ragazze giovanissime della sua banda hanno rubato nella casa sbagliata, c’è qualcosa che deve essere restituita. Vlad  e le due ragazze vanno a riconsegnare la refurtiva ma subito dopo sia lui che una delle ragazze vengono uccisi, la più piccola riesce a fuggire e va a rifugiarsi da Coliandro che, qualche giorno prima, l’aveva sorpresa a rubare e l’aveva lasciata libera. Coliandro con l’aiuto di Elena, una giovane assistente sociale che si occupa di nomadi, e del Gambero riuscirà a scoprire un pericoloso gruppo criminale formato anche  da ex carabinieri con a capo un maresciallo in servizio.

Ultimi Video

Palinsesti TV