Le tv scaldano i motori in vista delle elezioni nel segno della par condicio

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  venerdì, 04 gennaio 2013
 06:00

La campagna elettorale si è aperta ufficialmente il 24 dicembre, ma, tra le primarie del Pd e l'offensiva mediatica di Silvio Berlusconi e negli ultimi giorni anche di Mario Monti, la corsa a Palazzo Chigi è iniziata già da tempo.

Le tv scaldano i motori per la galoppata informativa finale che si troveranno a gestire in regime di par condicio, in base ai regolamenti di Agcom e commissione di Vigilanza Rai.

Piatto forte potrebbe essere il faccia a faccia tra i candidati premier, al quale Bersani e Monti si sono già detti disponibili, così come Berlusconi che, intervistato dal Tg1, si è definito «prontissimo».

La Rai, dopo il tormentone sullo spostamento di Sanremo che rimarrà in onda dal 12 al 16 febbraio occupando la prima serata di Rai1, dovrà uniformarsi alle indicazioni della Vigilanza per definire gli spazi delle tribune politiche. Il palinsesto, per ora, prevede solo Ballarò in prima serata il martedì su Rai3 e Presadiretta, con reportage su temi politici, la domenica sulla stessa rete.

In seconda serata L'ultima parola, il Tg3 Linea notte e Porta a porta, che potrebbe traslocare occasionalmente in prime time. Tra i programmi informativi del day time Unomattina, Agorà e In 1/2 H.

Mediaset, dopo aver lasciato nella prima parte di stagione a Retequattro con Quinta Colonna di Paolo Del Debbio il monopolio dell'informazione politica, potrebbe tornare in campo con la seconda serata di Canale 5, interrotta con l'archiviazione di Matrix.

L'appuntamento dovrebbe essere affidato alla squadra del Tg5, che da gennaio vedrà nei propri ranghi Alessio Vinci, dopo la sfortunata parentesi a Domenica Live. Grande spazio alle elezioni, ovviamente, su Tgcom24.

Scorpacciata di informazione, invece, su La7. Il direttore del Tg, Enrico Mentana, che già ha messo in piedi uno speciale di Bersaglio Mobile intitolato 'La sfida di Monti' (tra gli ospiti Brunetta, Giannino e Mucchetti) guiderà le danze con alcuni speciali preelettorali in prima serata.

Corrado Formigli traslocherà al lunedì a partire dal 7 gennaio, mentre Michele Santoro resterà in onda tutti i giovedì dal 10 gennaio: non è escluso che a inizio anno riesca anche a portare nel suo studio Silvio Berlusconi, che ha già dato la sua disponibilità. Dopo il tg della sera confermati Lilli Gruber e la coppia Telese-Porro, mentre il nuovo programma di Gad Lerner, Zeta, debutterà il 25 gennaio al venerdì dopo il one man show di Maurizio Crozza.

La novità di SkyTg24 è il programma di Ilaria D'Amico che da metà gennaio condurrà ogni lunedì e mercoledì dalle 20.30 alle 21.15 un programma dedicato a conoscere i leader dei vari schieramenti, con domande a ritmo serrato a cui i protagonisti dovranno rispondere entro il tempo stabilito. Il canale all news ha in programma sondaggi e rilevazioni di opinione giornaliere e settimanali, oltre al fact checking lanciato in occasione del confronto tra i cinque candidati alle primarie del centrosinistra. Anche questa volta, c'è da giurarci, l'emittente tenterà di far suo il confronto tra i leader.

Palinsesti TV