Rai, Mediaset, La7 e Sky, scatta la gara per portare in tv il candidato premier

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  lunedì, 07 gennaio 2013
 19:01

Tv a caccia di candidati premier in vista delle elezioni. Rai, Mediaset, La7 e Sky schierano programmi vecchi e nuovi per far conoscere gli impegni politici di volti già noti che aspirano a guidare l'Italia e per dare la ribalta a personaggi entrati di recente sulla scena.

La Rai, naturalmente, essendo servizio pubblico, oltre a mettere in campo le trasmissioni collaudate (Porta a porta, Unomattina, Ballarò, Agorà, L'ultima parola, In mezz'ora), manderà in onda dal 10 gennaio (come prevede la legge sulla par condicio) tavole rotonde (su Rai2 alle ore 17.00 circa e su Radio2 alle 22.00 circa) e interviste tv (su Rai3 alle 22,50 - su Radio2 alla stessa ora) a cura di Rai Parlamento.

Entrando nel dettaglio delle tavole rotonde, si confrontano sui programmi politici tra i 3 e i 6 parlamentari delle rispettive forze politiche. A partecipare alla trasmissione in questa prima fase della campagna elettorale delle elezioni di febbraio prossimo sono i partiti e i movimenti già presenti in parlamento. La partecipazione è regolamentata dalla commissione di vigilanza Rai. Quanto, invece, alle interviste la prima fase di campagna elettorale prevede un ciclo di interviste agli esponenti delle forze politiche che ne hanno diritto. Il tutto è sempre regolamentato dalla commissione di Vigilanza Rai che ha stabilito 10 minuti a disposizione per ciascuno.

Mediaset è ancora al lavoro sulla definizione di programmi dedicati alla corsa elettorale, ma sembra certo che debutterà il martedì e il mercoledì in seconda serata un approfondimento dal titolo 'Italia domanda' a cura del Tg 5. Non mancheranno poi ampi spazi sulle elezioni all'interno di Tgcom 24, ma anche in talk come 'Quinta colonna' su Rete4.

La 7 conferma gli storici appuntamenti con il talk show in cui verranno ospitati via via i vari personaggi coinvolti nelle prossime elezioni: da 'Piazza Pulita' il lunedì, condotto da Corrado Formigli, a 'Servizio Pubblico' di Michele Santoro che si tiene stretto il giovedì. Ma sono previste anche importanti novità: dal 25 gennaio, infatti, partirà il nuovo programma di Gad Lerner che, dopo 'L'infedele', sarà ora alla guida di 'Zeta', un nuovo contenitore nel quale il conduttore si confronterà con un solo ospite per puntata. Nel format, ancora in lavorazione, sono previsti anche dei servizi esterni da commentare in studio ed altri ospiti che coadiuveranno Lerner con un ruolo secondario. Il programma andrà in onda dopo la trasmissione di Maurizio Crozza e avrà la durata di un'ora e mezza.

Resta in sella anche il programma di Luca Telese e Nicola Porro, 'In onda', che verrà trasmesso su La7 il sabato dalle 20.30 alle 22.30 e la domenica dalle 20.30 alle 21.30. Confermati anche i classici appuntamenti del day time di La7 'Omnibus' e 'L'Aria che tira', che non mancheranno di occuparsi a tutto campo delle elezioni.

Sky Tg24, ha dalla sua anche un nuovo programma. Il canale all news diretto da Sarah Varetto si avvarrà anche dell’esperienza di Ilaria D’Amico che a partire da metà gennaio condurrà ogni lunedì e mercoledì un programma dedicato a conoscere i leader dei vari schieramenti. In onda dalle 20.30 alle 21.15, la trasmissione di D'Amico proporrà una raffica di domande a ritmo serrato, cui i protagonisti dovranno rispondere entro il tempo stabilito. Sky Tg24 ha inoltre in programma sondaggi (grazie a rilevamenti a cura dell’Istituto di ricerca Tecnè, il canale proporrà una serie di rilevazioni quotidiane sulle intenzioni di voto con la percentuale dello stesso dato rispetto al giorno precedente. Settimanalmente sarà proposto inoltre un borsino della politica con i trend registrati da ciascuna coalizione) e rilevazioni di opinione giornaliere e settimanali, fact checking e un’interattività "in cui la tecnologia più innovativa sarà messa al servizio degli abbonati per permettere loro di interagire direttamente con gli ospiti in studio".

Ultimi Palinsesti