Radio Emilia 5.9 - La mia vita dopo il terremoto ogni giorno su MTV

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  lunedì, 14 gennaio 2013
 15:07

Radio Emilia 5.9 - La mia vita dopo il terremoto ogni giorno su MTVA partire da lunedì 14 gennaio arriva su MTV Italia (canale 8 del DTT) RADIO EMILIA 5.9 - LA MIA VITA DOPO IL TERREMOTO, dal lunedì al venerdì alle ore 16 e alle ore 18.30 e il sabato, puntata speciale, alle ore 16.00.

Il terremoto che ha colpito l'Emilia lo scorso maggio ha causato la morte di 27 persone, 350 feriti e più di 16.000 sfollati. Epicentro del sisma è stato Cavezzo, piccolo paese con poco più di 7000 abitanti, in cui si contano danni sul 75% degli edifici. Molti degli abitanti vivono ancora in tenda, in attesa che vengano messe in sicurezza le proprie case.

Eugenio, Matteo, Luca e Doina sono i protagonisti di Radio 5.9, un observational che racconta la storia di un gruppo di ragazzi di età compresa tra i 16 e i 22 anni: le telecamere di MTV li hanno seguiti da agosto a dicembre, mentre cercavano di recuperare la loro quotidianità pur vivendo in tende e andando a scuola in tensostrutture.

Insieme si sono prefissati un grande obiettivo: quello di creare una web radio che diventi la voce della zona, per mantenere alta l'attenzione sulle popolazioni terremotate.
I ragazzi di Cavezzo vanno alla ricerca del maggior numero d'informazioni possibili per mettere in atto il loro piano, partendo da chi li ha maggiormente ispirati: Ligabue.Andranno a cercarlo a Correggio per avere un consiglio, un supporto, un incentivo.

Chiederanno aiuto alle radio locali e, dove possibile, alle istituzioni, s'inventeranno strumenti per raccogliere i fondi, impegnandosi giorno dopo giorno. Tutto questo per gridare al mondo che 5.9 non è solo la magnitudo del sisma che ha cambiato le loro vite. 5.9 è soprattutto una radio. La loro.

  • Eugenio, ha 18 anni ed è l'io narrante della storia. Ha un sogno: creare una radio che faccia sentire la voce dei giovani emiliani, che irrompa forte come una scossa di terremoto di magnitudo 5.9. L'idea della radio gli è venuta guardando Radio Freccia, il film di Luciano Ligabue. Eugenio ha vissuto in una tenda nel giardino di casa fino a quando si è trasferito a Modena con il fratello. Per lui 5.9 rappresenta "la scossa che ti entra in casa, non per distuggertela, ma per riaccenderla di energia".
  • Doina, ha 16 anni ed è moldava. Vive a Mirandola, vicino a Cavezzo, da dieci anni e frequenta le superiori: l'edificio è andato distrutto con il terremoto. Doina ha seguito per due mesi le lezioni in una tensostruttura fino all'inaugurazione della nuova struttura scolastica. Pensa che "fare la radio è una cosa grossa, significa mettersi in gioco, e anche l'idea e il progetto mi sembravano  bellissimi".
  • Luca, 18 anni, è il figo e il razionale del gruppo, gioca a calcio in eccellenza e frequenta la scuola artistica di Modena. Dice: "ho notato che i miei amici ci credevano in questa radio, allora mi sono detto perché no? Dopo tutto non ci toglie nulla, anzi".
  • Matteo detto Sippo, 22 anni, faceva l'aiuto pizzaiolo nel locale di Franco, frequentato dalla maggior parte dei ragazzi di Cavezzo. Il terremoto ha distrutto la pizzeria e per l'estate è stata arrangiata in un container. Finita l'estate Sippo è alla ricerca di un nuovo lavoro, intanto studia radiologia all'Università di Modena. Per lui "decidere e prendersi la responsabilità di quello che va in onda è una cosa molto stimolante".

Eugenio, Doina, Luca, Sippo e i loro amici hanno creato la webradio con le proprie forze, il denaro che sono riusciti a raccogliere con le tante iniziative che si vedranno all'interno della serie e con l'aiuto di alcuni imprenditori della zona.

Per fare in modo che la radio rimanga in onda il più possibile: http://www.produzionidalbasso.com/pdb_1817.html
http://www.facebook.com/WebRadio5.9
https://twitter.com/radio5punto9 (#radioemilia)

Palinsesti TV