Giornata della Memoria 2016 - Tutti i programmi tv in ricordo dell'Olocausto

Giornata della Memoria 2016 - Tutti i programmi tv in ricordo dell'Olocausto

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

T
Televisione
  mercoledì, 27 gennaio 2016
 06:00

Giornata della Memoria 2016 - Tutti i programmi tv in ricordo dell'OlocaustoIl 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria, indetto nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per ricordare le vittime dell’Olocausto. La data è legata al giorno del 1945 in cui le truppe sovietiche liberarono il campo di concentramento polacco di Auschwitz e i suoi pochi sopravvissuti. Per ricordarne il 71.esimo anniversario, Film, documentari, ampia copertura informativa, assicurata da tg e speciali (dalle prime ore del mattino alla seconda serata).

RAI 1 - UnoMattina (ore 06:45) e La Vita in Diretta (16:40) dedicheranno spazi di approfondimento per commemorare l’anniversario. Celebrazione del Giorno della Memoria in diretta dal Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica (10.55). Il Tg1 dedicherà, inoltre, ampi servizi alla ricorrenza all’interno delle principali edizioni del Telegiornale.

RAI 2 - Il Tg2  riserverà alla ricorrenza ampi spazi di approfondimento all’interno delle principali edizioni del Telegiornale. "Tg2 insieme" in onda alle 9.30, avrà ospiti in studio Ruth Dureghello, presidente della Comunità ebraica di Roma, Carla Di Veroli, dell’Associazione nazionale ex deportati e Francesca Nocerino  del Tg2.Da Berlino interverrà la corrispondente Rai Nicoletta Manzione e da Gerusalemme, con il corrispondente Piero Marrazzo, sarà ospite Cecilia Nizza, rappresentante della comunità ebraica italiana in Israele. Durante la trasmissione si esibirà il coro Ha-kol (La Voce) diretto dal maestro Andrea Orlando. Mercoledì 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, Rai 2 propone “Gino Bartali: Il campione e l’eroe”, in onda a partire dalle ore 23:50. Ubaldo Pantani conduce un viaggio straordinario, sulle orme di un grande campione di ciclismo ma soprattutto di un grande uomo, Gino Bartali, insignito nel 2013 del titolo di “Giusto tra le nazioni” da Yad Vashem, il Sacrario della Memoria di Gerusalemme. Rai 2 vuole ricordare il campione fiorentino attraverso uno speciale di un’ora facendo conoscere soprattutto le gesta eroiche di un uomo silenzioso, che mise a repentaglio ripetutamente la sua vita per salvare gli ebrei e tutti coloro che stavano combattendo per la Resistenza durante la Seconda Guerra mondiale. Testimonianze dirette di persone salvate da Bartali, come Giorgio Goldenberg e Giulia Donati, che oggi vivono in Israele, insieme alle interviste ai figli del campione, contribuiscono a ricostruire la storia di un uomo che non ha mai parlato con nessuno di questo lato apparentemente oscuro della sua vita, che invece è innegabilmente pieno di luce. Oltre a queste testimonianze tante interviste ad esperti e giornalisti, tra i quali Gianni Mura, che ne traccia un profilo completo e profondo. E poi immagini d’epoca recuperate negli archivi delle teche Rai e alcune sequenze della fiction, realizzata sempre dalla Rai e dedicata a Bartali, con le interviste a Pier Francesco Favino, il protagonista, e al regista Alberto Negrin. Un tributo dovuto, dunque, non solo al campione di ciclismo, ma soprattutto all’uomo, che è stato uno dei grandi del ’900.“Gino Bartali: Il campione e l’eroe” è un programma di Massimiliano Boscariol, scritto con Antonio Ficarra e Fabio Di Nicola. La regia è di Stefano Lonardo.

RAI 3 - Agorà (8.00) dedicherà uno spazio alla Giornata della Memoria, con ospite in studio Moni Ovadia; Nel programma Geo (16.40), la conduttrice Sveva Sagramola avrà ospite in studio, in diretta, lo scrittore Gabriele Nissim, autore del libro “Lettera a Hitler”; Chi l’ha visto (21.05) riserverà uno spazio ad una storia dedicata alla Shoah. Pino Rinaldi intervisterà lo storico-sociologo Nico Pirozzi che anni fa, negli archivi di Yad Vashem, il maggiore archivio della memoria della Shoah, scoprì i nomi di un gruppo di persone provenienti da Altavilla Silentina, in provincia di Salerno: 16 uomini, 10 donne, 3 ragazzi e 2 bambini. Tutti questi, pur avendo un nome di chiara origine ungherese, Mitzger, risultavano nati o residenti nel comune campano di Altavilla Silentina. In quei terribili anni la via per l’Italia era una tra le poche che gli ebrei avevano per sottrarsi al crescente antisemitismo che, a partire dalla metà degli anni Trenta del 1900, aveva cominciato ad avvolgere l’Europa. L’Ungheria, prima degli altri. Molti di loro, invece di scappare (almeno fino all’armistizio dell’8 settembre 1943), ricorsero all’espediente dei falsi documenti che riportassero una qualche origine italiana, documenti che qualcuno era evidentemente disposto a fornire. Sullo sfondo di questo terribile ma avvincente giallo della storia d’Europa, inizia a delinearsi il profilo di quel Giovanni Palatucci, commissario responsabile dell’Ufficio stranieri della questura di Fiume, famoso per essere stato proclamato Giusto tra le Nazioni nel settembre 1990, e di suo zio Giuseppe Maria Palatucci, vescovo di Campagna, paese del salernitano. Pane Quotidiano (12:45) dedicherà la puntata al tema dell’Olocausto, privilegiando – nella vasta offerta editoriale che accompagna la celebrazione – i libri che meglio mettono in risalto il valore testimoniale della memoria. Da Sami Modiano a Helga Weiss, gli ultimi sopravvissuti restituiscono in modo diretto il senso della tragedia, rendendo così possibile un vero passaggio generazionale. In questa chiave, il programma di Concita De Gregorio rafforzerà il ruolo degli studenti che abitualmente assistono alla trasmissione e li renderà partecipi di un vero e proprio dialogo con i testimoni della Shoah. Il Tg3 dedicherà ampi servizi al ricordo della Shoah all’interno delle principali edizioni del Telegiornale. La Testata Giornalistica Regionale darà ampio risalto, negli appuntamenti informativi, al Giorno della Memoria. In tutte le edizioni regionali dei Telegiornali e dei Giornali Radio saranno trasmessi servizi e testimonianze. Rai Parlamento seguirà le iniziative in ambito parlamentare con il Telegiornale e prevederà ulteriori appositi spazi di approfondimento nell’ambito delle sue rubriche.

In occasione della Giornata della Memoria, mercoledì 27 gennaio, anche Sconosciuti - la nostra personale ricerca della felicità – il programma dell’access time di Raitre prodotto da Stand by me commemora le vittime dell’Olocausto con una puntata dedicata, dalla quale emerge come le nuove generazioni non vogliano dimenticare l’orrore di quel periodo e anzi siano motivate, ancor più di chi le ha precedute, a tramandarne la memoria. Protagonisti della puntata sono una giovane coppia di origine ebraica, Claudio e Pamela Spizzichino con i loro figli. Claudio, figlio di un macellaio kosher, ha una famiglia molto nota nella comunità ebraica: la sua prozia, Settimia, è stata l’unica donna sopravvissuta al rastrellamento del ghetto di Roma e una delle poche superstiti di Auschwitz, mentre suo nonno paterno, preso dai nazisti durante una retata in un ristorante del centro a Roma, non è mai più rientrato a casa. Anche la famiglia di Pamela porta i segni del nazismo: suo padre da bambino era sfuggito ai rastrellamenti restando a lungo nascosto prima in una parrocchia a Roma e poi a Tolfa, mentre lo zio è purtroppo scomparso dopo essere stato catturato dai soldati tedeschi.  Il tragico passato non ha tolto loro la speranza per un futuro migliore, infatti Claudio e Pamela hanno costruito una bella famiglia e hanno cercato di lasciarsi alle spalle gli orrori vissuti dai loro cari. Una delle loro figlie però, Miriam, non si è accontentata di quanto studiava a scuola sulla Seconda Guerra mondiale e sulla Shoah. Voleva capire. A vent'anni è partita così per Tel Aviv e, dopo aver consultato l’archivio dei deportati, ha scoperto i destini del nonno paterno di Claudio e dello zio di sua madre. Da quel momento s’impegna nel tramandare la memoria della Shoah nelle scuole. Sconosciuti è un format originale Stand by me. Produttore creativo: Simona Ercolani.

RAI NEWS 24 - La Testata seguirà con particolare attenzione le manifestazioni della giornata dedicata alla Shoah, che sarà scandita da dirette e approfondimenti con filmati inediti. Nella prima parte della mattinata servizi e collegamenti con Firenze, dove ci sarà una manifestazione con la partecipazione di 8mila studenti, che incontreranno i testimoni della Shoah (Tatiana e Andra Bucci deportate ad Auschwitz all’età di 4 e 6 anni, Kitty Braun Falaschi sopravvissuta ai campi di concentramento di Ravensbrück e Bergen-Belsen, Vera Vigevani Jarach esule in Argentina a causa delle leggi razziali italiane e madre di una “desaparecida”, Vera Michelin Salomon, antifascista della resistenza romana, imprigionata nel carcere nazista di Aichach, Marcello Martini giovane staffetta partigiana della resistenza toscana, deportato a Mauthausen, Piero Terracina sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau) Sono previsti collegamenti con Gerusalemme e Berlino anche nel corso del programma Studio 24. Dalle 11.00, in studio sarà presente Roberto Olla, con una serie di contributi filmati a supporto delle testimonianze e come ospiti Sami Modiano (sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau) e la moglie Selma e Marika Venezia, moglie di Shlomo Venezia, grande scrittore italiano di origine ebraica. Lo studio si collegherà con lo Yad Vashem, il museo dell’ Olocausto a Gerusalemme, dove ci sarà il corrispondente Piero Marrazzo, e ancora con la manifestazione di Firenze. Nel pomeriggio, Roberto Olla, in studio a fianco del conduttore, proporrà affacci su Firenze e Gerusalemme, oltre che dalle altre città del mondo dove si alterneranno varie manifestazioni.

RAI 5 - Alle 20.30 in diretta dall’Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia, di Roma il concerto “Toscanini: Il coraggio della musica”, patrocinato dalla Presidenza della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri e organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Yoel Levi dirige la Filarmonica Arturo Toscanini, con la partecipazione di Linor Katz, Yigal Tuneh e Gabriel Vole della Israel Philarmonic Orchestra.

RAI MOVIE - Rai Movie propone tre film per ricordare la storica data in cui le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz ed entrarono nel campo di concentramento, liberando i superstiti. Si comincia alle 14.10 con Monsieur Batignole, diretto e interpretato da Gerard Jugniot. In prima serata, alle 21.15, Arrivederci  ragazzi di Louis Malle, premiato con il Leone d'Oro alla 65ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.  Infine in seconda serata, dopoMovie Mag, andrà in onda Vento di primavera di Roselyne Bosch con Jean Reno e Mélanie Laurent. Il collaborazionismo, l’indifferenza, ma anche la presa di coscienza e la volontà di opporsi ai rastrellamenti nazisti di chi cercò di nascondere e salvare gli ebrei, sono alcune delle sfaccettature narrate nelle tre storie. In particolare, due dei tre film proposti sono tratti da storie realmente accadute: Arrivederci ragazzi, ispirato a un ricordo personale del regista Louis Malle e Vento di primavera che ricostruisce la retata del Vélodrome d'Hiver, in cui la polizia francese complice dei nazisti arrestò quindicimila ebrei, rinchiudendoli nell’impianto sportivo per due giorni in attesa della deportazione. A Movie Mag, il magazine di Rai Movie in onda dopo Arrivederci ragazzi, Alberto Crespi indicherà la sua personale classifica dei tre migliori film dedicati all’olocausto.

RAI STORIA - Il Giorno e la Storia ricorda l’arrivo dell’Armata Rossa ad Auschwitz, il 27 gennaio 1945 (in onda alle 00.10, 08.30, 11.30, 14.00 e 20.30). Alle 10.30 il doc "Sachsenausen: le due facce di un campo" di Mary Mirka Milo, che racconta la storia del campo nazista diventato poi campo speciale Sovietico. Alle 11.50 “Auschwitz” di Graziano Conversano, raccoglie, invece, le testimonianze dei ragazzi delle scuole italiane in visita al campo di concentramento polacco. Ale 19.00 documentario “Da Hollywood a Norimberga”, incentrato su tre grandi registi - John Ford, George Stevens e Samuel Fuller – che hanno ripreso la realtà della guerra e la liberazione dei campi di concentramento nazisti per conto delle forze armate americane. Alle 20.50 Il Tempo e la Storia (in onda anche alle 13.10 su Rai 3) con il prof. Carlo Greppi per raccontare la 'zona grigia' di Auscwhitz, sui prigionieri chiamati a collaborare con i nazisti. Alle 22.30 “Speciale il Tempo e la Storia – La Shoah. I bambini hanno memoria” punta l’obiettivo sui più piccoli, con immagini d’epoca, reportage, testimonianze, documenti e il contributo di esperti e storici. In studio con Massimo Bernardini Anna Foa, della Sapienza di Roma, Bruno Maida e Giovanni De Luna, dell’Università di Torino. Insieme a loro lo storico Emilio Gentile.
 
RADIO RAI - Speciale Gr1 (08.30-10.00), condotto da Giorgio Zanchini e Ilaria Sotis. La Giornata sarà ricordata anche nei programmi Caterpillar am (06:00) e Caterpillar (17:30) e la trasmissione Rock and Roll Circus (21:00) diffonderà brani di artisti di origine ebraica nella playlist della giornata. Pezzi da 90 (radio2.rai.it), programma only web, di montaggio in stile Blob, dedicherà una puntata tematica con materiale di repertorio. Tutti i contenuti avranno visibilità anche sul web e sui social di Rete.
Serata in diretta dalla Sala A di via Asiago (21:00) con un breve dibattito sul tema della Memoria e lo spettacolo “L’ultima risata. Comici nei campi nazisti” di Antonella Ottai con Franca D’Amato, Bruno Maccallini, Alvia Reale e i musicisti Pino Cangialosi piano, fisarmonica e grancassa, Elvin Dhimitri violino, Marco Paolucci, chitarra.

RETE 4 - In occasione della 16° «Giornata della Memoria», Retequattro ricorda le vittime dell’Olocausto con contenuti dedicati. Mercoledì 27 gennaio la rete diretta da Sebastiano Lombardi prevede, in prima serata, il film in prima visione assoluta “Il bambino nella valigia” (2015, “Nackt unter Wölfen”) e, a seguire, l’importante ed esclusivo documentario “No Asylum: senza via di scampo - La vera storia di Anna Frank” (2015, “No Asylum: The Untold Chapter of Anne Frank’s Story”).

Il capitolo inedito della storia di Anna Frank - con la sorprendente scoperta delle lettere perdute del padre di Anna, Otto Frank, che rivelano una parte sconosciuta della vita della loro famiglia - completa e arricchisce la vicenda umana e storica della giovane divenuta simbolo dellaShoah per il suo diario (scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dainazisti e per la sua tragica morte nelcampo di concentramento di Bergen-Belsen).

Chiude la serata la riproposizione del documento-verità di Alfred Hitchcock sui campi di sterminio nazisti “Memory of The Camps - Memoria dei campi”. 50 minuti in bianco e nero, dimenticati per oltre 60 anni negli archivi militari britannici, con l’orrore dei lager raccontato in presa diretta.

TV2000 - Mercoledì 27 gennaio dalle 15.20 speciale di “Siamo noi”, il programma del pomeriggio di Tv2000, con interviste e approfondimenti. In prima serata il film Il giardino dei Finzi-Contini (Ita, 1970) di Vittorio De Sica, con Lino Capolicchio, Dominique Sanda, Helmut Berger, Fabio Testi, tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani, incentrato sulla 'dolce vita' di Micòl e di altri giovani borghesi della comunità ebraica della Ferrara anni '30 che si trasforma in tragedia con le leggi razziali fasciste e lo scoppio della guerra. Alle 22.55 “Meditate che questo è stato”, il documentario di Pietro Suber e Marco D’Auria sulla straordinaria testimonianza di due degli ultimi superstiti italiani dei lager nazisti, Piero Terracina e Sami Modiano.

CANALI SKY - In occasione della Giornata della Memoria, l’annuale commemorazione delle vittime della Shoah celebrata il 27 gennaio, su Sky alcuni appuntamenti per non dimenticare.

Stasera, alle 20 in prima tv su Sky Arte HD (canale 120 e 400 di Sky) il toccante docu-film IL DIARIO DI ANNA FRANK – LA SORELLA SEGRETA, che ha per protagonista Eva Schloss, «sorellastra» di Anna Frank. A differenza della sua amica d’infanzia, Eva sopravvive all’orrore di Auschwitz e, insieme alla madre, fa ritorno ad Amsterdam dopo la guerra. E’ così che la sua vita si incrocia con quella di Otto, padre di Anna, che diventerà in seguito suo affezionato e premuroso patrigno. Eva è quindi una delle prime persone ad assistere alla lettura, in privato, di brani del famoso Diario e a seguire la pubblicazione del libro: scopriamo la storia di questa donna straordinariamente forte, fondatrice nel 1989 dell’Anne Frank Trust UK, perché il messaggio di Anna non fosse dimenticato.

Una serata dedicata anche su Sky Cinema 1 HD (canale 301 di Sky), che dalle 19.30 propone alcuni dei film che meglio hanno raccontato la persecuzione e il genocidio degli ebrei. Si inizia con l’appuntamento del preserale con ANITA B., la tormentata storia, diretta da Roberto Faenza, di una sedicenne sopravvissuta ad Auschwitz che cerca di riprendere in mano la propria vita. Alle 21.10 andrà in onda in prima visione CORRI RAGAZZO CORRI, adattamento del romanzo Run, Boy, Run di Uri Orlev, che racconta le vicende, basate su eventi reali, del giovane Srulik in fuga dal ghetto di Varsavia. Chiuderà la programmazione in seconda serata, il realistico affresco della resistenza olandese al nazismo di BLACK BOOK firmato da Paul Verhoeven.

Il ricordo di Sky Sport HD è affidato a Federico Buffa con FEDERICO BUFFA RACCONTA ARPAD WEISZ (su Sky Sport 1 HD alle 18.30 e su Sky Sport 3 HD alle 23). Si tratta del racconto della storia del grande allenatore di Inter e Bologna deportato a ucciso ad Auschwitz nel gennaio del 1944, una originale e toccante rilettura dello storyteller di Sky Sport, che trae origine dal libro “Arpad Weisz, dallo Scudetto ad Auschwitz”, scritto da Matteo Marani, direttore del Guerin Sportivo. Su Sky On Demand sarà possibile rivedere anche BUFFA & CONDÒ PRESENTANO BERLINO 1936, un dialogo di calcio e di sport che trae spunto dal monologo sulle Olimpiadi disputate nella Germania nazista.

Anche Sky TG24 HD (canale 100 e 500 di Sky e canale 27 del digitale terrestre) celebrerà il Giorno della Memoria, proponendo le immagini delle commemorazioni e un approfondimento di Cristiana Mancini sul Viaggio della Memoria, che ogni anno porta ad Auschwitz-Birkenau giovani studenti italiani, con il racconto dell’esperienza dei ragazzi e di un superstite del campo. Il dramma della Shoah sarà ricordato anche all’interno dei programmi Dentro i fatti, con le tue domande, condotto da Federica de Sanctis, in onda dalle 10, e Sky TG24 Pomeriggio, condotto da Paola Saluzzi, in onda dalle 15, con ospiti in studio e testimonianze di sopravvissuti.

Partecipa alla ricorrenza anche History HD (in esclusiva su Sky ai canali 407 e 408) che pone l’attenzione sul legame straordinario tra deportati e liberatori del campo di concentramento di Dachau. GLI EROI DI DACHAU è lo speciale in onda mercoledì 27 gennaio alle 21 che racconta di quei ragazzi americani che, appena maggiorenni, decisero di arruolarsi per liberare l'Europa dal Nazismo e di giovanissimi ebrei che si sono finti adulti per essere considerati adatti al lavoro nel campo di concentramento di Dachau e non finire subito nelle camere a gas. È la storia della liberazione dei prigionieri di Dachau ricostruita attraverso le toccanti testimonianze dei deportati e dei loro salvatori e le immagini di archivio, alcune delle quali inedite. Settant’anni dopo la liberazione, le vittime della follia nazista e i soldati americani tornano insieme a Dachau per affrontare il passato. Sono molto anziani, hanno vissuto vite diverse, ma tutti condividono una certezza: è importante continuare a raccontare alle giovani generazioni la tragedia della Shoah perché nessuno dimentichi.

Su National Geographic Channel HD (canali 403 e 404 di Sky) alle 18.55 andrà in onda APOCALYPSE – LA SECONDA GUERRA MONDIALE che ripercorre la storia della Seconda Guerra Mondiale attraverso immagini amatoriali e materiali a lungo considerati top secret. Le immagini ricolorate offriranno allo spettatore uno sguardo unico sui principali avvenimenti di quegli anni. La programmazione prosegue alle 19.55 con IL DIARIO DI ANNA FRANK. Saranno ripercorsi i momenti dell'arresto di Anna Frank e di altre sette persone, raccontati da una prospettiva completamente nuova, attraverso il punto di vista dei nazisti. 

REWIND è invece lo speciale proposto da Explora HD (su Sky al canale 415) del gruppo De Agostini Editore che dalle 22.35  dedica la propria  programmazione ripercorrendo l’ascesa del potere nazista in Germania e le persecuzioni contro gli ebrei: la progressiva esclusione dalla vita economica, la privazione dei loro beni, la ghettizzazione, la notte dei cristalli fino al processo fino al processo del 1963 a Francoforte che porta sul banco degli imputati i carnefici di Auschwitz.

Anche la musica celebra la triste ricorrenza con GIORNO DELLA MEMORIA – MUSICHE DI SCHÖNBERG E MOZART, su Classica HD (canale 138 di Sky).Una programmazione speciale a partire dalle 22.20, in ricordo delle vittime della Shoa. La serata si apre con una pagina simbolica per la tragedia dell’olocausto: Un sopravvissuto di Varsavia di Arnold Schönberg, composta dal capostipite della musica d’avanguardia del primo Novecento, in esilio negli Stati Uniti perché ebreo. É una pagina di sconcertante forza drammatica con una voce recitante che narra il rastrellamento del ghetto di  Varsavia e la deportazione ad Auschwitz. Nella seconda parte la sublime interpretazione di Leonard Bernstein del Requiem di Mozart, come ideale omaggio a tutte le vittime del razzismo.

Infine Gambero Rosso HD (canale 412 di Sky) celebra a modo suo il Giorno della Memoria con LA CUCINA EBRAICA DI LAURA RAVAIOLI, in onda da mercoledì 27 gennaio alle 21.30. Protagoniste delle puntate sono le ricette della tradizione giudaico romana. Non solo ricette nella puntata Il quartiere ebraico: con le sue storie, con il suo presente, con i personaggi di un tempo e quelli attuali verrà svelata una parte di Roma raccontata direttamente da romani che realizzeranno piatti tra un aneddoto, un ricordo, un racconto fatto allo chef Laura Ravaioli.

A chiudere la programmazione speciale sarà Sky Cinema Classics HD (canale 315 di Sky) che, domenica 31 gennaio, propone Classics Memorial Sunday, una maratona di film classici che hanno raccontato quei drammatici anni. Si parte alle 13.10 con il film vincitore del premio Oscar IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI che racconta le vicende di una nobile famiglia ebrea sprofondata nella tragedia delle persecuzioni; seguono DOSSIER ODESSA, dove un reporter tedesco entra in possesso del diario di un ebreo sopravvissuto ai lager e scopre l'esistenza di un'inquietante organizzazione segreta che assicura la copertura agli ex SS e il film di spionaggio ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale LA CRUNA DELL’AGO. Chiude lo scandaloso triangolo amoroso tra un funzionario del Ministero degli Esteri, sua moglie e la giovane figlia dell'ambasciatore giapponese nella Germania nazista di INTERNO BERLINESE.

Una collezione dedicata alla programmazione speciale per “Il Giorno della Memoria” è disponibile anche in modalità non lineare su Sky Go e Sky On Demand.

Giornata della Memoria 2016 - Tutti i programmi tv in ricordo dell'Olocausto

Campo di concentramento di Majdanek (Polonia) - Foto di Simone Rossi

Ultimi Video

Palinsesti TV