Focus - La nuova Rai 3 di Daria Bignardi, voci su Ferrara e Santoro. Novità sui talk show

Focus - La nuova Rai 3 di Daria Bignardi, voci su Ferrara e Santoro. Novità sui talk show

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  venerdì, 24 giugno 2016
 06:00

Focus - La nuova Rai 3 di Daria Bignardi, voci su Ferrara e Santoro. Novità sui talk showAddio talk show. La Rai3 di Daria Bignardi ha deciso di abolirlo, almeno nel formato attuale. Niente Ballaro', dunque, al martedi', ma un tandem con Gianluca Semprini prima e Salvo Sottile poi. Quindi Rischiatutto al giovedi', strappato alla concorrenza di Rai1, e piu' spazio a Chi l'ha visto e Gazebo. Se non e' una rivoluzione, e' una bella svolta quella impressa dalla direttrice della terza rete. Le sue scelte hanno gia' provocato critiche in consiglio di amministrazione e in Commissione di Vigilanza, dove non sono mancate, pero', voci di consenso sulla nuova linea. A provocare tensioni a Viale Mazzini sono state anche le ultime indiscrezioni su possibili ritorni come quello di Giuliano Ferrara per la realizzazione di una trasmissione in seconda serata su Rai2 che vedra' alternarsi giornalisti come Pietrangelo Buttafuoco, Mario Sechi e Francesco Verderami.

Voci anche su una trattativa con Michele Santoro come autore di docufiction per Rai2: il programma non e' stato incluso nei palinsesti, ma i vertici aziendali in cda non hanno nascosto che sono in corso confronti con personaggi noti. Arrivano anche Walter Veltroni come autore di due programmi (un varieta' per Rai1 e un altro per Rai Cultura) e Riccardo Luna, indicato da Matteo Renzi quale digital champion, con un programma sul web in 12 puntate. Cosi' in cda dai consiglieri di opposizione, a partire da Arturo Diaconale, sono arrivate accuse di 'veltronizzazione', di un'occupazione «riconducibile a un pensiero unico, politicamente corretto».

Critiche per il ricorso agli esterni e le conseguenti spese anche dai consiglieri di maggioranza, che comunque daranno il loro via libera lunedi' prossimo. La presidente Monica Maggioni, parlando di Nemo, il programma dell'ex Iena Alessandro Sortino, che sostituira' Virus su Rai2 e vedra' inviati impegnati con 'telecamerine' in giro per il mondo, ha precisato che sono competenze che esistono anche nella tv pubblica. Bignardi in Vigilanza ha comunque difeso le sue scelte. Via «la lenzuolata di tre ore» di Ballaro', che «esiste solo in Italia».

«Arriva un programma di 90 minuti che dara' spazio a immagini e dialoghi veloci, alla scoperta di nuovi personaggi politici, condotto da Gianluca Semprini. Poi, a seguire, Salvo Sottile alla guida di Mi manda Rai3. Fabio Fazio condurra' Rischiatutto il giovedi' e - ha spiegato la direttrice - Che tempo che fa non ci sara' piu' il sabato sera, ma solo la domenica per tre ore. Report e Presadiretta traslocheranno quindi alla prima serata del lunedi'. Concita De Gregorio realizzera' un programma in access prime time sul racconto della politica: si inizia con una striscia quotidiana per una settimana e poi solo il lunedi'. Negli altri giorni della settimana, sempre in access, andra' in onda Gazebo per 20 minuti con la satira sui social. Zoro manterra' anche la seconda serata, il venerdi'. Confermati Alberto Angela e Lucia Annunziata, arriva Gad Lerner con 'Islam, Italia', anche lui in seconda serata. »

Previsti cambiamenti nella mattina a partire da una striscia quotidiana per Chi l'ha visto.

«Abbiamo acquistato il film Fuocammare che manderemo in prima serata il 3 ottobre (anniversario del naufragio dei migranti a Lampedusa nel 2013, ndr)», ha annunciato ancora Bignardi, spiegando che sara' una giornata interamente dedicata al tema dell'immigrazione con il coinvolgimento di Alessandro Baricco in letture del romanzo «Furore» di John Steinbeck

Ultimi Video

Palinsesti TV