Gentiloni: ォRiforma tv, si va avantiサ

News inserita da:

Fonte: Il Giornale

T
Televisione
  sabato, 03 marzo 2007
 00:00
Se qualcuno si aspettava seテつュgnali di disgelo, テδィ rimasto deluso.

Fedele Conialonieri e Paolo Gentiloテつュni, il presidente di Mediaset e l'auテつュtore del disegno di legge che terroテつュrizza il secondo polo tv italiano, si sono trovati fianco a fianco a discuテつュtere del futuro della televisione.

テつォAndiamo avanti, lo abbiamo proテつュmesso agli elettoriテつサ la dichiarazioテつュne di guerra del ministro delle Coテつュmunicazioni. テつォAttenzione a dare le martellate in testa alle aziendeテつサ la replica di Confalonieri. Lo scenario che si prefigura non テδィ certo incoテつュraggiante: テつォSe andasse in porto la decurtazione di un terzo, ci sarebテつュbero problemi di occupazione. E non テδィ una minaccia. Non siamo maテつュgliari, abbiamo presentato i conti con chiarezza. Spero che in Parlaテつュmento prevalga il buon sensoテつサ.

テδ暗つloテつstesso Carlo Rognoni, il diessino consigliere Rai. a fare previsioni foテつュscheテつper il Biscione:

テつォOggi la Rai ha il 37 per cento del mercato
, Mediaset il 34 e Sky il 29. Nel giro di pochi anni i dati si rovescerannoテつサ.
Cosテδャ il dibattito che chiudeva il convegno テつォLa tv e l'arte della morテつュra cineseテつサ (ospitato al Pirellone, seテつュde della Regione Lombardia) si テδィ presto trasformato in un braccio di ferro.

Gentiloni ha ribadito che inテつュtende andare avanti nel suo progetto, anche se la riforma del sistema radiotelevisivo, proprio come i tanテつュto contestati Dico, non rientra nei dodici punti del programma che Romano Prodi ha fatto sottoscriveテつュre alla sua maggioranza prima delテつュla fiducia: テつォSulla riforma tv c'テδィ inteテつュsa, non テδィ un punto controverso e i calendari parlamentari confermeテつュranno le mie valutaziom, fermo reテつュstando che il Parlamento puテδイ inteテつュgrare il testo come meglio credeテつサ.

Molto preoccupato Confalonieri. テつォSe il digitale diventa una Caienna, un gulag o la Siberia in cui noi e Rai dobbiamo migrare, allora dico noテつサ テδィ saltato su il presidente di Meテつュdiaset, allarmato dal fatto che non esistano tempi certi per il passagテつュgio dall'analogico al digitale e che il trasferimento di Retequattro, in un contesto simile, si riveli troppo penalizzante.

テつォLa Gentiloni dimenテつュtica le aziende, la loro storia e il loro valore. Non si puテδイ pensare di azzerare tutto e ripartire ex novo come se la realtテδ non esistesseテつサ. Il presidente Mediaset contesta anテつュche la tesi del ministro che parla di scarso pluralismo sul mercato teleテつュvisivo italiano e invita a テつォaprire il mercatoテつサ a altre aziende:

テつォChe mercato soffocato e asfittico テδィ? Ci siamo noi, la Rai. Sky e Telecom media che si sta facendo largo. Anテつュche in Gran Bretagna ci sono tre player e in Francia ancora menoテつサ.

Sabrina Cottone
per "Il Giornale"

Ultimi Video

Palinsesti TV