RELOOK 400s - L'alternativa?

Recensione: DGStation - Satellite

Recensione realizzata da:

Gagliostro

S
Satellite
  martedì, 29 novembre 2005


Si ….viene da pensare se sarà l’alternativa, quando si sballa questo decoder che nelle prestazioni annunciate promette così tanto, ed ancora viene da pensare: “Sarà finita l’egemonia di DreamBox nel segmento di mercato decoder open source?”

A suo vantaggio il Relook 400, si presenta nel mercato, in un momento di assenza forzata di modelli Dreambox, dovuta al forzato restyling di hardware come conseguenza del cambio di processore da IBM a ATI, che ha creato un momento(che sarà piuttosto lungo) di mancanza totale di prodotti della linea DreamBox.

 Devo dire, una volta aperto il cartone, che il Relook è veramente molto bello, e molto curato nella costruzione; ha nel pannello frontale un display a grandi lettere che ci descrive il nome del canale che stiamo vedendo, e come unico comando ha un grande bottone (che poi si rivelerà multifunzione) che spesso lampeggia illuminandosi di un bel colore blu.

Abbassando invece la mascherina, si scorgono diversi tasti di comando, oltre ai due slot CI, ed ai 2 card readers


Nella parte posteriore, troviamo alloggiati (da sinistra a destra) i due ingressi antenna, le due prese scart, l’ingresso RCA, i connettori RF, l’uscita audio digitale ottica, la porta RS-232, la porta USB 1,1, la porta ethernet, e per ultimo l’interruttore generale; manca una sempre utile presa 12v. anche se per impianti multi lnb, il diseqc 1,1 può pilotare fino a 64 lnb ed oltre.

Ora, approfittando della scusa di montare l’Hard Disk, diamo un’occhiata all’interno del nostro Relook; l’hardware è ben distribuito, quello che fa sensazione è vedere una ventola all’interno,cosa atipica (ma utilissima) per ricevitori di ultima generazione.



La ventola è appunto collocata esattamente sotto l’HD,quindi ne vedo la presenza legata al raffreddamento della zona influenzata dall’ingombro dell’HD; la scheda di alimentazione è molto curata nel progetto, e scalda pochissimo….la ventola non fa alcun rumore in funzionamento, o perlomeno si confonde col leggero sibilo del Seagate da 80Gb, da me montato all’interno, l’alloggiamento dell’hard disk è esattamente della stessa specie usata dal Dreambox…le dure barrette di plastica che fanno ponte sul telaio accolgono l’HD.



Il processore IBM collocato al centro della scheda madre, ed i due tuner, dei quali non ho colto traccia di marca o riferimento; è visibile anche una batteria tampone per alimentare chissà quale memoria….e nella foto sopra, vicina in comparazione la scheda madre del DB 7025 doppio tuner intercambiabile, col nuovo processore ATI.


Il telecomando esteticamente lo trovo un pò anonimo e troppo simile ad un telecomando OEM; anche nell’uso, sia per ergonomia che per collocazione tasti-funzioni, non mi ha soddisfatto.In tutti i casi sono presenti tutte le funzioni di comando decoder e PVR.
Ecco il telecomando a confronto di quello del DreamBox


Cosa promette il Relook 400
Massimo 2 canali registrabili, e la possibilità di vedere un terzo programma in playback in contemporanea alle registrazioni, doppia decodifica contemporanea con una cam Viaccess.
Si può guardare un canale codificato nella stessa codifica in cui è codificato il canale che si stà registrando.
La registrazione è in chiaro(dopo la cam); quindi il playback è in chiaro anche senza cam.
10.000 canali memorizzabili.
Alta compatibilità con tutti gli hard disk.
Time shift, Smart EPG, ricerca dei canali variabile per parametri, supporto USB 1,1. e porta ethernet; oltre che a promettere un software veramente Open source, alla portata di tutti gli sviluppatori.

La prova
Ed eccoci all’opera, accendiamo l’interruttore posteriore, dopo avere connesso le due ante
nne dual feed ai due tuners, inserito lo spinotto USB connettendo il pc al Relook.
La prima cosa che và all’attenzione, è il grande display a caratteri grandi, che descrive ogni funzione che stà facendo il decoder, ed il grande bottone multifunzione di standby, che lampeggia con una accattivante luce blu.
Dopo un breve periodo di boot, circa 15 secondi appaiono le schermate di impostazioni del sistema, che tralascio per ovvietà di funzionamento; arriviamo alla sintonia dei canali.
Come in tutti i doppi tuner, c’è un doppio settaggio indipendente, che prevede l’uso di due antenne, uguali, diverse, oppure un cavo di loop tra un tuner e l’altro, per avere disponibili almeno i canali di una polarizazione per il secondo tuner, naturalmente la stessa polarizzazione che stà usando il primo tuner(questo, in caso della mancanza delle due calate d’antenna).
Il settaggio antenna & LNB è normale come per tanti altri decoder; punti da segnalare in questo menu, sono il diseqc 1,1 (oltre al 1,2 e 1,0), e la funzione copia canali tra un tuner e l’altro.





La sintonia, non è eccessivamente veloce; Hotbird impiega circa 15 minuti per 105 transponder prememorizzati, e trova 1154 tv, e 452 radio; Astra invece impiega 11 minuti per trovare 641 canali tv e 344 radio.
Una volta finita la sintonia si può effettuare l’operazione di copia da un tuner all’altro, che si espleta in un secondo, ho trovato la sensibilità del tuner nella media.
Ecco il menu’ che appare dopo la sintonia dei canali:










Passiamo ora a fare un po’ di zapping, per potere dare delle valutazioni sulla gestione dei canali, la velocità e la compatibilità con vari tipi di cam; devo fare una premessa, due anni fa mi arrivò dalla Korea in prova il Digistation Relook 300, appena fresco di software.
Il decoder sempre base Linux (il 400 ne è la derivazione), era però disastroso sotto tutti gli aspetti, dato che buona parte del software(compresi i setting!!!!!!) giravano sull’HD…… figuratevi quindi che lentezza la gestione canali, lo zapping, i banners lentissimi ad apparire etc etc…..quindi devo dire che faccio questo test con curiosità, per vedere se gli amici Koreani di Digistation hanno saputo migliorare il ricevitore.
Bene, ecco gli shots OSD della navigazione, nell’uso più comune di zapping





Si parte col solito tasto rotondo di OK, ed appare la schermata della gestione dei canali; questi possono essere visualizzati per DEFAULT, DALLA A ALLA Z, DALLA ZETA ALLA A, FTA O CAS, PER PROVIDER, E PER SATELLITE….E PER FAVORITI.
Sinceramente ho trovato deludente la gestione navigazione canali, in quanto macchinosa e non intuitiva, Chi è abituato al DreamBox, e magari ogni tanto guarda anche la televisione, oltre che a “smanettare”, non si può ritrovare in un sistema di navigazione così povero di risorse, e con una grafica così “triste”.






La velocità del cambio canali Fta, è nella norma, strano invece il cambio canali con l’uso di una cam; i canali prima di andare in chiaro impiegano anche 7 secondi se inesplorati in precedenza, poi se si ripassano, si aprono in 1-2 secondi, come se il decoder avesse memorizzato dei parametri per quei canali(sembrerebbe una specie di cache per pagine visitate).Con l’uso di una card all’interno della cam, il cambio canale è più veloce, ma sempre all’ordine di un paio di secondi.

Le cam più comuni sono compatibili; io ho testato senza problemi Xcam, Matrix rev, Zetacam, Dragon 4,01, oltre che le carte viaccess ed irdeto, dei più comuni abbonamenti XXX; devo però dire che con la cam Irdeto e l’abbonamento di MCT Irdeto ho avuto dei problemi di inizializzazione (non mi ha aggiornato le keys di attivazione anche usando una cam irdeto).

La Dragon 4,01 con l’abbonamento di Sky funziona perfettamente. I due card readers con il software originale, non sono attivi.
Un brutto difetto che ho riscontrato nel decoder, è che questo tende ad impallarsi se non aggancia una codifica; il cambio canale diventa lentissimo, fino a che il decoder và in crash; quindi bisogna spegnerlo, e fare riavvio usando l’interruttore posteriore.
L’EPG è di stile tradizionale, e mostra le informazioni necessarie che fornisce un qualsiasi altro decoder meno pretenzioso.Alcuni caratteri usati nell’EPG sono di un altro alfabeto, e quindi rendono incomprensibili, od intuitive per forza di cose, alcune parole.



Il PVR e l’uso combinato col doppio tuner

Ora esploriamo un’opzione che è diventata irrinunciabile su decoder di un certo livello, specialmente se doppio tuner….il PersonalVideoRecorder.
Per attivare la registrazione basta premere il tasto rec del telecomando contraddistinto dal pallino rosso, telecomando in cui tutta la parte relativa al PVR è raccolta in basso, assieme ai tasti di televideo.




Non ci sono particolari funzioni da segnalare nel PVR; ci sono i timers, il timeshift,l’avanti-indietro veloce,il rallenty, la possibilità di bookmarks; non c’è il montaggio in macchina del registrato.La qualità del registrato è ottima.
La schermata di gestione delle registrazioni, è curata ed esauriente nelle informazioni mostrate, come lo spazio HD rimasto a disposizione, la durata delle singole registrazioni, la durata totale, le opzioni di edit. Anche in questa schermata devo segnalare alcuni caratteri non consoni agli alfabeti inglese od italiano, che spesso rendono incomprensibili alcune parole



Il Relook 400 rispetta le prerogative annunciate, nella registrazione di due canali contemporaneamente mentre si esegue un playback di una registrazione, ma non rispetta la promessa di accettare una doppia registrazione con una cam viaccess, ed un’abbonamento Viaccess……solo i canali FTA sono visibili, mentre si registra usando la cam viaccess!Anche con Sky e Dragon non c’è chance di vedere o registrare un altro canale se non FTA….questa è una gravissima lacuna…..a che serve un doppio tuner se non si può usare liberamente ed indipendentemente?
La registrazione da un canale cryptato, non richiede la cam per essere visionata, quindi è post-cam, come dichiarato dal costruttore.

Per trasferire i file registrati nel proprio Pc si usa la porta USB 1,1 ; peccato che al momento Digistation non abbia deciso di sfruttare la porta ethernet per questo scopo, la LAN sarebbe più veloce, e di più facile gestione.
Dopo aver connesso il cavo usb al decoder ed al Pc, seguiamo le istruzioni scritte nello user manual: le opzioni sono 2 pc editor e file transfert.

Devo dire che con entrambe le funzioni, pur seguendo alla lettera le istruzioni (menu>User option> usb mode> pc editor> ok button) non succede nulla, sia per il pc editor, come per il file transfert (menu>user option> USB mode> file transfert >Ok button) per cui unico riscontro nel pc che ho avuto , è l’apparire di un’icona, nel risorse del computer, di un altro HD, la quale cercando di esplorarla, mi dice che l’unità deve essere formattata , pur essendo stata formattata in precedenza, e non mi fa esplorare il contenuto del disco anche se all’interno ci sono 6 files registrati……. naturalmente questo avviene per il fatto che il file system di Linux è diverso da quello di Windows XP…..in sintesi incompatibile!!!!!!!!!

Vorrei fare una premessa, anche se cronologicamente un po’ in ritardo: nella mia recensione-test, mi sono avvalso solo ed esclusivamente di quello che è messo a disposizione all’interno della scatola, e nel sito della casa costruttrice, avvalendomi delle istruzioni scritte nello user’s manual.Dal sito madre ho scaricato il software originale, ed alcuni programmi originali….questo, dato che mi sono messo nei panni di uno user comune, che acquista il decoder e si serve degli unici mezzi attendibili che ha a disposizione.

Per quanto riguarda l’uso di software non originali, sviluppati dai 3 gruppi che supportano il Relook 400, mi riservo di valutare di fare un altro test ed un’altra recensione.
Questo per chiarire il fatto, che, se con dei software non originali e non presenti nei siti ufficiali di riferimento le funzioni sopra descritte funzionassero…..è un problema che deve assolutamente risolvere Digistation, adeguando il software originale, con le eventuali implementazioni legali sviluppate dai gruppi di supporto.

Torniamo al ricevitore; come detto in precedenza, dalle condizioni originali di software residenti nel decoder al momento dell’apertura della scatola, ho solamente aggiornato il software con l’ultimo rilasciato il 18 novembre(USB_1.18_official(20051118)_1).
Dal sito Digistation ho inoltre scaricato per l’upgrade il software di upload, che nella fattispecie è sia per upload via porta seriale, che per upload via USB….il software si chiama Flash tools.

Per velocità ho scelto l’opzione USB; inserendo il cavo nel pc, questo segnala di avere trovato una nuova periferica,e mi chiede il driver. I drivers sono nella cartella di Flash tools, quindi indicandone il percorso, questi si istallano correttamente.
A questo punto, una volta operativo il driver, per connettere il programma via usb, alla flash del Relook, bisogna fare una strana operazione: bisogna mettere in standby il decoder,quindi riaccenderlo continuando a tenere premuto il tasto Standby del decoder, fino a che, dopo qualche secondo, non appare il pinguino di Linux e la scritta che la connessione è operativa(ricorda il flash erase del DB).
Dopo di questo, si sceglie il file da uplodare(i file nello zip sono due uno denominato kernel root, e l’altro che è un file con estensione *.img), e si pigia USB download per il primo, ed una volta esaurita la procedura del primo, si fa lo stesso per il secondo.
L’upgrade è andato a buon fine alla prima prova.

Un breve accenno alla Ethernet ed alla configurazione IP, dato che nello user manual, è menzionata solo la disponibilità della porta Ethernet, ma non si menziona nessun possibile uso in relazione a funzioni specifiche, che ne richiedano l’impiego.
Nel menu 2 c’è appunto il settaggio ip, che può essere manuale, o Dhcp autoconfigurante nei parametri. Configurando nel modo giusto il proprio router e il Relook con i settagli Ip e dns, è possibile connettersi ad un server in Internet.




CONCLUSIONI
Che dire di questo decoder; a me personalmente ha un po’ deluso nelle aspettative, se non altro per il fatto che in due anni non si è migliorato molto. Naturalmente devo prendere atto che anche il DreamBox, 3 anni fa appena uscito, presentava delle gravissime lacune risolte poi negli 6-8 mesi successivi, ma dopo il know how e gli imputs, avuti da DreamBox, dopo i 2 anni impiegati nello sviluppo, sinceramente dal Relook mi aspettavo di più.
Quindi, mi riservo di provare le immagini software non ufficiali, ma in tutti i casi è inequivocabile che le immagini ufficiali(legali) di DB, funzionano perfettamente nelle funzioni proposte all’acquirente.
Se avete la pazienza di volere puntare su questo decoder, accettandone le lacune, probabilmente magari fra qualche tempo Digistation le colmerà e si migliorerà; in tutti i casi, realisticamente, io credo che il gap tra il 400 e il DB sia oggi incolmabile, e quando usciranno i nuovi Dreambox…forse…..ci sarà poco altro da dire, dato anche il prezzo allineato al DB, che non dà particolari convenienze all’acquisto di una macchina al momento meno performante, e con un supporto tutto da scoprire.

Gagliostro (The Handsome One)

 

Ultime Recensioni

  • Sky SoundBox Devialet SB100

    Devialet - Multimedia Player - Tv Box

    Devialet Sky SoundBox

    Uno dei pilastri della road map di sviluppo di Sky Q è Sky Soundbox, il nuovo sistema per l’amplificazione del suono nato dalla collaborazione fra Sky e Devialet, e pensato per garantire un’esperienz...

    H
    High Tech
     23.04.2019
  • Elephone S7

    Elephone - Smartphone

    Elephone S7

    Quando uscì nel 2016, lo smartphone Android Elephone S7 seppe immediatamente attirare l'attenzione su di sé. I motivi erano svariati: il fatto che tra i telefoni economici in commercio fosse quello est...

    T
    Telefonia
     03.10.2017
  • Minix Neo U1

    Minix - Multimedia Player - Tv Box

    Minix Neo U1

    Se si desidera acquistare un TV Box Android, attualmente è possibile scegliere tra diverse opzioni. È più che naturale cercare di individuare il miglior TV Box presente sul mercato, tuttavia, a dir...

    H
    High Tech
     08.09.2017
  • Umidigi G

    Umidigi - Smartphone

    Umidigi G

      Quando si parla di smartphone spesso diventa piuttosto difficile orientarsi. Ormai i modelli sono tanti, e non sempre si è in grado di scegliere un modello adatto alle nostre tasche e alle nostre esigenz...

    T
    Telefonia
     07.09.2017
  • Ulefone Vienna

    Ulefone - Smartphone

    Ulefone Vienna

    Ulefone, uno dei più famosi produttori di smartphone cinesi, ha recentemente lanciato sul mercato un nuovo phablet di fascia media, il Vienna, che si contraddistingue per le buone caratteristiche hardware ma sopra...

    T
    Telefonia
     07.06.2016
  • Gearbest Z68

    Gearbest - Multimedia Player - Tv Box

    Gearbest Z68

    Vogliamo trasformare la nostra vecchia tv in una moderna Smart Tv? Niente di più facile, basta dotarci di uno dei tanti tvbox/media player presenti sul mercato. Gearbest, il notissimo sito e-commerce cinese, ne ...

    H
    High Tech
     05.05.2016

Ultimi Video

Palinsesti TV