I tifosi genoani protestano con Mediaset Premium per le differite

News inserita da:

Fonte: Il Secolo XIX

D
Digitale Terrestre
  giovedì, 18 ottobre 2007
 00:00

Mediaset PremiumLa battaglia è appena iniziata: tifosi genoani contro Mediaset Premium. «Per ora abbiamo circa cinquecento adesioni», sottolinea l'avvocato Andrea Solza, che guida l'assalto al fortino della televisione digitale.

I fatti: mercoledì 26 settembre c'è il primo turno infrasettimanale del campionato; ci sono sette partite da trasmettere, ma Mediaset Premium ha sei canali a disposizione, oltre a quello nel quale la linea passa da un campo all'altro.

C'è da fare una scelta: l'emittente decide che Genoa-Udinese va in onda in differita, in seconda serata dopo Palermo-Milan. «È un palese caso di inadempienza contrattuale nei confronti di coloro che hanno sottoscritto l'abbonamento e comprato il decoder - assicura l'avvocato Solza - Nella sua pubblicità Mediaset Premium aveva garantito che tutte le partite sarebbero andate in diretta».

Per i genoani davanti alla televisione è stata una beffa: «Ci siamo persi una bella partita, e la prima vittoria in serie A dopo 12 anni e l'esperienza della C - insiste il legale - Per i genoani è un chiaro caso di danno patrimoniale ma anche morale ed esistenziale. Per i club che avevano pubblicizzato la trasmissione della partita c'è pure un danno di immagine. Il genoano è sempre stato vessato, è ora di reagire».

Da qui l'idea di passare dalle proteste ai fatti: «Io sono il primo aderente - confida l'avvocato Solza - Sono mosso da interesse professionale ma anche dal fatto di essere tifoso, perché altrimenti ci sono cause più redditizie. Chiediamo circa 1.100 euro a titolo di risarcimento per ciascun ricorrente. La cifra può variare perché se qualcuno, per non aver potuto vedere la partita, avrà lamentato un forte stress con tanto di certificato medico, potrà chiedere di più secondo le tabelle legali».

Il mio studio permette anche ai tifosi che lo vorranno di aderire al cosiddetto Patto di Quota Lite, introdotto dal recente Decreto Bersani. Vale a dire che il ricorrente non dovrà pagare nulla, sarà il mio studio ad anticipare tutte le spese. Solo in caso di vittoria dovrà pagarci una quota fra il 20 e il 25 per cento di quanto ottenuto, la percentuale esatta la stabiliremo insieme in sede di colloquio. E se il giudice dovesse condannare Mediaset anche al pagamento delle spese, il tifoso non dovrebbe pagare neppure la percentuale. È una proposta vantaggiosa, perché chi fa causa non rischia nulla».

C'è anche un precedente, che fa ben sperare: «La giurisprudenza è dalla nostra parte - ricorda Solza - C'è una sentenza del 2007, del giudice di pace riguardo una partita fra Castellammare di Stabia e Napoli. Allora fu Sky a non trasmetterla, e il giudice ha condannato l'emittente al pagamento di somme fra i quattro e i cinquecento euro oltre alle spese legali. Per ogni nuovo ricorrente noi inviamo una raccomandata a Mediaset Premium, ma fino ad ora non abbiamo avuto risposta. Per legge, proveremo a cercare una conciliazione davanti al Corecom, l'organo regionale di garanzia in materia di comunicazioni. Poi andremo avanti: dal punto di vista legale questo è un caso chiaro».

Se il giudice riconoscesse le ragioni dei tifosi, l'emittente dovrebbe pagare ai genoani un totale superiore al mezzo milione di euro. Marco Leonardi, responsabile di Mediaset Premium, precisa: «Noi non abbiamo mai garantito la trasmissione in diretta se non per sei squadre: Milan, Inter, Juve, Roma, Lazio e Napoli. Ne abbiamo altre quattro: Torino, Atalanta, Livorno e appunto Genoa. Per loro garantiamo la trasmissione delle partite in casa e delle trasferte sui campi Mediaset Premium, senza specificare se in diretta o differita. Questo perché abbiamo solo sei canali, oltre a Diretta Premium che è una sorta di Tutto il Calcio Minuto per Minuto in video. Era possibile vedere in questo modo la partita contro l'Udinese, anche se mi rendo conto che non è la stessa cosa. È un problema che si ripeterà nel prossimo turno infrasettimanale e nelle ultime quattro giornate, quando tutte le gare si giocheranno in contemporanea. Quello che posso promettere, però, è che non capiterà più di trasmettere il Genoa in differita; abbiamo già verificato il calendario, e assicuro che andrà sempre in diretta. Ci dispiace comunque per quanto accaduto».

Ultimi Video

Palinsesti TV