Le tv locali alla prova digitale sognando la pay

News inserita da:

Fonte: Italia Oggi

D
Digitale Terrestre
  martedì, 22 gennaio 2008
 00:00
Frt, la Federazione delle radiotelevisioni, è soddisfatta di come sono andate le cose in Sardegna, in cui finalmente si è arrivati a una pianificazione delle frequenze per il digitale terrestre condivisa da tutti e non calata dall'alto. Così come sottolinea i progressi che sul Dtt anche le emittenti locali hanno fatto, primo fra tutti l'utilizzo dei sistemi pay per view, ormai non solo ad appannaggio di Mediaset o La7. Ma questi sono i particolari, anche se molto importanti. Ciò su cui, invece, il presidente Filippo Rebecchini torna a insistere è la necessità avere un assetto generale certo per il settore, in cui, per forza di cose, è la Rai a dover avere la prime attenzioni.
 
Oggi a Roma si svolge l'assemblea annuale della federazione che riunisce radio e televisioni private italiane e saranno soprattutto questi i temi in discussione. «Sicuramente sul piatto ci sono i passi avanti che si sono compiuti sul digitale», anticipa Rebecchini, «perché le emittenti private, nazionali e locali, hanno fatto molti progressi. La tecnologia ormai consente anche alle emittenti locali, per esempio, di poter offrire contenuti a pagamento. Poi c'è stato il recente accordo fra operatori, ministero e autorità per le comunicazioni sulla pianificazione delle frequenze in Sardegna. Finalmente in quel caso si è trovato il modo di autogovernarsi, senza tante frapposizioni legislative, riuscendo a mettere tutti d'accordo per l'assegnazione su tutta l'isola. Veramente un esempio di come sia possibile trovare un punto di incontro fra i diversi soggetti. Certo poi parleremo dei problemi irrisolti, come il governo dell'intero settore radiotelevisivo».
 
Secondo Rebecchini il progetto di modifica del settore deve riguardare prima di tutto il modello da assegnare alla Rai. Inutile separare i discorsi: «la Rai ha il 50% degli ascolti, non posso prescindere da questo nel momento in cui devo riordinare il settore, perché poi tutto il resto discende dalle scelte che si fanno sul servizio pubblico. E qui c'è bisogno di una scelta chiara, se vogliamo che sia un servizio pubblico con il canone dobbiamo eliminare nel tempo la pubblicità, così come prevedevano le linee guida del ministero. Da questa scelta dipende tutto il resto. D'altronde in un sistema come quello attuale, in cui un soggetto ha canone e pubblicità insieme, non ci si può non attendere che gli altri si mettano insieme per contrastarlo».
 
Anche sul fronte della radio il discorso digitale sta andando avanti e i tre consorzi C.R. Dab (di cui fanno parte emittenti nazionali e locali della Frt), Club Dab Italia ed Eurodab coprono ormai il 60% del territorio. La loro sperimentazione sull'area romana risale infatti all'anno scorso e ora si è già nella fase operativa. «La novità», racconta Roberto Giovannini, «è la costituzione di una società di servizi che gestirà la rete del nostro consorzio. Sul digitale radiofonico l'attesa è per la liberazione definitiva delle frequenze in banda III, attualmente occupate dalla tv, che saranno disponibilli solo con lo switch off verso il Dtt».
 
Andrea Secchi
per "Italia Oggi"

Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      martedì, 28 aprile 2020

Palinsesti TV