Gli attori cinematografici non vogliono l'alta definizione

News inserita da:

Fonte: Il Messaggero

H
HDTV e 3D
  lunedì, 19 febbraio 2007
 00:00
La natura ci fa un figurone: boschi verdi e lussureggianti, onde blu e bian­che, montagne limpide. Con l'alta definizione, sembra pro­prio di esserci, manca solo il profumo dei pini o l'odore del salmastro e puoi credere di essere lì anche tu.

I guai comin­ciano quando sullo schermo compaiono gli attori. Loro non ci fanno una gran bella figura, soprattutto nei primi piani. Quel foruncoletto che con un trucco saggio sarebbe scomparso nel film tradiziona­le, risalta come un Vesuvio nelle immagini nitidissime high defìnition.

Le rughe, le occhiaie, le venuzze sul na­so, tutto diventa "altamente definito" (appunto). E non so­lo: chi ha fatto ricorso in modo eccessivo alla chirurgia esteti­ca si trova anche lui in difficol­tà: le labbra ritoccate dal colla­gene diventano un po' troppo evidenti, e la pelle stirata appa­re innaturale. Insomma, l'alta definizione sta causando gran­de ansietà a Hollywood.

E il pubblico ci si sta divertendo. In Internet si trovano gradua­torie degli attori che "figura­no" bene e quelli che vengono bocciati. E ci sono sorprese: la svettante Cameron Diaz, in ge­nere   ammirata per quel sorriso a piena dentatu­ra e per gli zigo­mi alti, lamenta purtroppo   pori dilatati e non poche macchie resi­duo di un'acne giovanile.

E così si è guadagnata il primo posto fra le star non adatte all'alta de­finizione. Ma con lei ci sono altri nomi "eccel­lenti". Britney Spears, che una volta era la prin­cipessa dei teen-agers, si è ap­pesantita per le due gravidan­ze, per l'abitudine di far tardi la notte e di bere un po' trop­po, e ora ha un viso che in alta definizione appare gonfio e bolso.

Brad Pitt ha una pelle che sembra un colabrodo, co­me peraltro anche Robert De Niro. Brutta figura anche per alcune attrici non più giovani, che peraltro vantano perfetta forma fisica: Sandra Bullock, Demi Moore, Jamie Lee Urti, hanno tutte gambe e fian­chi asciutti, seni giovanili e spalle atletiche, ma la pelle del volto non è all'altezza del resto del corpo e Vhd lo rivela senza pietà.
Qualcu­no sembra in­vece destinato a trionfa­re. Ben Affleck ad esem­pio ha una pelle che reg­ge benissi­mo, e così Ashton Kutcher (il ma­rito giovane di Demi Moore).

Fra le attrici dominano incon­trastate Scarlet Johansson e Liv Tyler, la cui pelle "sem­bra morbida come una pe­sca". Halle Berry, Nicole Kidman, Angelina Jolie, Charlize Theron possono anche loro sfidare un primo piano in alta definizione e vincere sen­za difficoltà.

Il problema comunque è abbastanza serio da aver cau­sato una vera rivoluzione fra i truccatori e gli esperti delle luci. Il trucco tradizionale non regge più: il cerone si vede che è cerone, troppo fondo tinta dà al volto un aspetto artificiale, ombretti e mascara rischiano di sembrare pitture da clown. 1 truccatori devono adesso operare insieme agli esperti di luci e al regista per evitare inquadrature ravvicinate che facciano risaltare un difetto.
«Una volta il cinema era in bianco e ne­ro, e la tv era dodici polli­ci. Ora tutto è cambiato -spiega Tom Houghton, di­rettore della fotografia del programma Rescue Me - Ora entriamo nelle case con apparecchi a 52 pollici ultrafedeli alla realtà. Quello che si vede cambia, e noi dobbiamo cambiare ap­proccio».

Gli attori stessi stanno correndo ai ripari, chiedendo contratti che prevedano particola­re attenzione nei primi piani. O per lo meno ritocchi in fase di montaggio, sulla pellicola digitale. Ma c'è un'attrice, Kat Poster, che propone: «Presen­tiamoci così come siamo per davvero. Penso che al pubbli­co non dispiacerà vedere che siamo normali esseri umani». Kat ha solo 28 anni, un volto dolce e una pelle smagliante.

Anna Guaita
per “Il Messenggero”

Ultimi Video

Palinsesti TV