Tv su Internet, il regalo del Natale Wind

News inserita da:

Fonte: Repubblica Affari & Finanza

I
Internet e Tv
  lunedì, 12 novembre 2007
 00:00

Logo Wind«No, una data precisa di lancio non l’abbiamo ancora fissata. Stiamo mettendo a punto gli ultimi dettagli ma ormai è fatta, è questione di giorni: per Natale Wind sarà sul mercato con la sua offerta di Iptv, di tv via Internet a banda larga».

Fabrizio Bona, direttore generale del gruppo telefonico che fa capo a Naguib Sawiris non si lascia margini. Ormai è questione solo di qualche settimana e poi partirà la campagna promozionale della tv targata Wind.

Per il mercato questa è una notizia che ha una doppia valenza. Non solo dice qualcosa sullo stato di salute del primo concorrente di Telecom Italia sui tre fronti di rete fissa, banda larga e mobile, ma smentisce anche che la Iptv sia in una fase di difficoltà.

La tv via Internet non è un nuovo telefonino. E’ un servizio complesso, che cambia un po’ il rapporto tra gli utenti italiani e la televisione. E per questo sono mesi che si parla di un suo prossimo decollo che però ancora non si è visto. Solo Fastweb è al momento solidamente presente su questo mercato in cui può contare 200mila abbonati.

Telecom Italia ha lanciato la sua Alice appena in queste settimane e si dovrà attendere fino a dopo Natale per stilare un primo bilancio. Tiscali dovrebbe essere lì lì per partire ma ancora non si hanno notizie ufficiali. E poi c’è Wind. Che da un paio di anni, con l’arrivo di Sawiris, incarna esplicitamente il ruolo di ‘follower’.

Non si getta sulle nuove tecnologie fino a che queste non mostrino almeno un primo affidabile gradino di maturità; rifugge i rischi degli operatori più innovativi ma entra nei mercati quando la diffusione di un nuovo servizio, di un nuovo prodotto è ad punto ben preciso: quello in cui i numeri salgono e, di conseguenza, in virtù delle economie di scala, i prezzi scendono. Se Wind arriva, allora vuol dire che l’Iptv funziona.

Di prezzi ancora non si parla. Sono i dettagli che Bona deve ancora definire più precisamente. Ma dove si collocherà la Wind Tv nell’offerta italiana è già chiaro.

«Noi proseguiamo nella nostra strategia di carrier – spiega Bona Così come nell’iMode nel mobile, non ci vogliamo occupare di contenuti ma solo della loro distribuzione. E in questo ci troviamo perfettamente aderenti al tipo di accordo che abbiamo siglato con Sky e che ci consentirà di offrire agli utenti italiani tutti i tipi di pacchetti di Sky: esattamente gli stessi che oggi si possono ricevere per mezzo della parabola satellitare da dicembre si potranno ricevere senza la parabola e i suoi costi di installazione, attraverso la nostra linea telefonica. Il prezzo sarà basso, in linea con le nostre strategie, e si baserà su un canone mensile. Con la possibilità di combinare anche gli altri servizi su linea fissa: Internet a banda larga, la voce. Il tutto realizzato grazie alla nostra rete che è ormai ‘all Ip’, completamente digitalizzata. Questo per l’inizio. Poi, un po’ alla volta, aggiungeremo all’offerta altri canali. E pensiamo che il primo sia un canale per bambini. Abbiamo trattative in corso ma non ancora concluse».

In sintesi, quello che emerge dalle parole di Bona è che la tv per Wind è uno strumento di servizio. Un modo per attrarre e fidelizzare utenti. Una fonte di ricavi ma sulla quale non premere troppo in termini di margini. Un traino, insomma, per l’offerta complessiva di Wind. Anzi, un doppio traino, visto che ad attrarre l’offerta non saranno soltanto i canali di Sky e quelli nuovi aggiuntivi, ma anche la tv digitale terrestre. La Iptv di Wind potrà infatti contare sull’ultimo settopbox prodotto da Motorola, che distribuirà in esclusiva in Italia.

Set top box che gestirà la Iptv e anche i canali del digitale terrestre, rendendo per gli utenti estremamente facile il passaggio dall’una all’altra tecnologia. E che soprattutto fornisce una dotazione hardware di tutto rispetto, da un hard disk da 160 giga alla possibilità di registrare un programma e guardarlo al tempo stesso dall’inizio. «Previsioni sugli obiettivi sono ancora premature – continua Bona – ma sappiamo che stiamo parlando di un mercato che per ora misura gli utenti in termini di centinaia di migliaia e non di milioni».

Bona è invece scettico sulle forme estreme di convergenza, tipo l’Unico di Telecom: «Sul mercato business e professionale funziona, e lo facciamo già – argomenta – Ma sul versante consumer è ancora troppo complicato. Si deve avere una rete wifi e terminali particolari. Diciamo che al momento non risponde alla nostra strategie di proporre soluzioni tecnologiche che richiedano agli utenti l’intervento minimo possibile».

Anche il mobile arriverà però all’appuntamento di Natale con delle novità. La maggiore delle quali è un nuovo servizio denominato IMode Super Channel. In pratica si potrà avere sul display del cellulare una striscia scorrevole di notizie di vario tipo, dalla politica allo sport al gossip. Il costo è basso, di 2 euro al mese. E’ una delle tecnologie che nascono dalla partenership con Ntt Docomo. In Giappone è un servizio che ha già raccolto 10 milioni di utenti.

Funziona solo sui nuovi modelli di telefonini IMode perché ha bisogno di un hardware e un software particolari. Ma sul mobile la novità in casa Wind è il lancio ufficiale delle reti a banda larga di nuova generazione. Ai primi di gennaio verrà accesa la rete Hsdpa nelle otto maggiori città italiane, e all’inizio del mese successivo in altri otto capoluoghi. Poi si andrà a completare gradualmente la copertura.

Stefano Carli
per "La Repubblica Affari & Finanza"

Ultimi Video

  • Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Comunicare Digitale è orgogliosa di annunciare la partenza dei nuovi appuntamenti di TECH TALK, a partire dal 10 Settembre 2020. 5 appuntamenti a Settembre, 7 ad Ottobre, con edizioni anche in ...
    T
    Televisione
      giovedì, 10 settembre 2020
  • Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Dopo 18 anni, Ilaria d'Amico, storica conduttrice di Sky Calcio Show e di Champions League Show ha deciso di intraprendere un nuovo percorso professionale, sempre a Sky, allontanandosi dal calcio...
    S
    Sky
      lunedì, 24 agosto 2020
  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020

Palinsesti TV