Comedy Central presenta i migliori spettacoli teatrali di Claudio Bisio

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

S
Sky Italia
  martedì, 06 gennaio 2009
 00:00
Comedy Central (Sky, canale 117) offre ogni martedì in prima serata ai suoi telespettatori una poltrona  in prima fila a teatro con “Comedy Show” che proporrà i migliori spettacoli  dei  comici italiani.

Mattatore per tutto il mese di gennaio sarà Claudio Bisio che porterà in televisione, in esclusiva per i telespettatori del satellite, quattro divertentissimi spettacoli teatrali . Si parte martedì 6 gennaio con  la piece “Coesi se vi pare” , a seguire,  Martedì 13 gennaio “Aspettando Godo”  e Martedì 20 gennaio  sarà la volta di “Tersa Repubblica” .  Chiuderà l'appuntamento con Claudio Biosio “Monsieur Malaussene” in onda martedì 27 gennaio.

“Comedy Show” è la nuova scommessa di Comedy Central,  il canale satellitare dedicato alla comicità più audace e pungente , che,  portando il teatro in prima serata, offrirà serate divertenti  con  monografie di grandi comici e spettacoli indimenticabili.

Così è se vi pare
In onda martedì 6 gennaio alle 21 su Comedy Central (Sky, canale 117)
Con Claudio Bisio e Elio e le Storie Tese
Bisio e Elio e le storie Tese tentano un esperimento nuovo: forse incontrarsi a metà strada non è il termine più indicato, meglio dire che si sono dati un appuntamento in un posto e il primo che arriva aspetta l’altro. Può essere che questo luogo sia più vicino a casa di uno piuttosto che dell’altro, ma il bello è che non lo si può sapere prima. Proprio quest’incertezza è in realtà il bello di un progetto che rischia di lasciare un segno profondo in tutti loro, ma anche nel panorama dello spettacolo dal vivo in Italia che – diciamocelo – sul piano dell’incrocio tra musica e teatro sconta un forte ritardo rispetto ad altri paesi, soprattutto di lingua inglese. Chiaro che il musical l’hanno inventato loro, ma noi l’Opera (!) e tutta una generazione di attori e registi che hanno fatto grande il cinema e il teatro italiano del dopoguerra sono nati da una tradizione di teatro di rivista e di varietà di cui non rimane più traccia o quasi. Ecco, dunque, il tentativo di sperimentare in una direzione che, lungi dal pretendere di definirsi nuova, vuole invece essere il tentativo di riscoprire un linguaggio che affonda le radici nella tradizione di questo popolo di commedianti e musicisti.

Aspettando Godo
In onda martedì 13 gennaio alle 21 su Comedy Central (Sky, canale 117)
di Claudio Bisio, Sergio Conforti, Edoardo Erba
Musiche: SERGIO CONFORTI
Parole e testi: CLAUDIO BISIO e SERGIO CONFORTI
Regia teatrale: PAOLA GALASSI
Regia televisiva: ROSSANO ANGIOLETTI
Datore luci e fonico: GIANLUCA SORANI
Luci: FRANCESCO TAGLIABUE
Anno: 1990
Secondo appuntamento con Claudio Bisio su Comedy Central. Nello spettacolo emergono i tic e le nevrosi dell’uomo: «Aspettando Godo – dichiara Bisio - è soprattutto la storia di un uomo che vuole sapere il perché e si trova di fronte a due porte, una sbarrata e l’altra no. La apro o non la apro, si chiede l'uomo. E’ giusto che io sappia o è meglio che resti nel limbo dell'ignoranza, ma anche della purezza?»

Tersa Repubblica
In onda martedì 20 gennaio alle 21 su Comedy Central (Sky, canale 117)
di Claudio Bisio, Rocco Tanica, Giorgio Terruzzi
Musiche: FEIEZ
Canzoni: ROCCO TANICA
Disegno luci: MARCELLO JAZZETTI
Scenografie: ELISABETTA GABBIONETA
Regia teatrale: PAOLA GALASSI
Regia televisiva: GIANCARLO FERCIONI
Anno 1994-95
"Sono nato in una comune dove praticavo l'amore libero, trebbiavo canapa indiana e vivevo nudo in un trionfo di armonia universale. A 15 anni sono scappato di comune. Mi hanno ritrovato in una famiglia con villetta, giardinetto e cane. Giunto ormai alle soglie dell’abisso: una cameretta tutta mia, rivestito, pettinato...."
Così si presenta il protagonista di "Tersa Repubblica". Un uomo di oggi profondamente inserito in questa sedicente "Seconda Repubblica", che anzi vuole capire l’economia, il significato delle parole, tutti i segreti della comunicazione (verbale e non).... ma che a un certo.punto sì ingolfa. Troppe informazioni e troppo inutili. Persino il ricordo di Zoddo (ve lo ricordate? Pubblicità del Pronto Mobili, Carosello 1970. Aroldo Tieri vestito da Zorro, che faceva la zeta nella polvere del tavolo) va a riempire gli spazi vuoti della sua mente. A causa di una crisi finanziaria notevole, ha cominciato a cedere le pause nelle sue conversazioni come spazi pubblicitari..
Inoltre da un po' di tempo si sente osservato, studiato… è la SINDROME DEL SONDAGGIO. E non è il solo a esserne vittima, scopre che tutti siamo analizzati, censiti, definiti, catalogati, schedati. Capisce che anche per lui è giunto il momento di scendere in campo e bere l'amaro calice. Decide così di fondare il partito. Di risposte da dare al paese ne ha giusto un paio pronte: "SI", "NO", "COME NO", "CERTAMENTE", "NEANCHE DÀ CHIEDERLO", "SI AL MEGLIO", "NO AL PEGGIO", "SI AL NUOVO", "NO AL NON NUOVO". Ha un programma politico meditato per ogni settore. Tu dì un settore, lui ti dice il programma. DROGA? Ce l'ha. Non la droga, il rimedio. La CRISI DEL CINEMA, L’ECONOMIA, il problema degli ANZIANI, la riforma del SERVIZIO MILITARE. Ha idee su tutto. E poiché in questa sua "Tersa Repubblica" tutti devono essere felici, ha pronta una legge affinchè TUTTI ABBIANO UNA RAGAZZA! Almeno per un anno. Chiamiamolo pure servizio civile, però obbligatorio.


Monsieur Malaussene
In onda martedì 27 gennaio alle ore 21 su Comedy Central (Sky, canale 117)
di Daniel Pennac  con Claudio Bisio, regia  Giorgio Gallione, canzoni  Rocco Tanica, musiche   Paolo Silvestri, scene e costumi  Guido Fiorati, luci  Fabio Cinganom al pianoforte  Luca Lamari
E’ sempre lui, l’omino dal cappello di lana, solo in scena, tra giocattoli e ombre a raccontarci la storia del capro espiatorio e della sua sterminata tribù: Claudio Bisio in MONSIEUR MALAUSSENE, il personaggio di Daniel Pennac che ha incantato con le sue avventure migliaia di lettori in tutta Europa, in uno spettacolo magico, compiuto, riuscitissimo. Grazie al testo teatrale, Malaussène ha ormai le fattezze del bravissimo Bisio, sornione, e ironico, malinconico e paradossale, un attore che riesce a passare con disinvoltura dal cinema al teatro alla televisione. Malaussène, di professione capro espiatorio, e alla sua tribù, salito sul palcoscenico a raccontarci con ironia e affetto la sua travagliata, romanzesca attesa di padre prossimo venturo: “Allora Julie è abitata? C’è un piccolo qualcuno in Julie?”

Ultimi Palinsesti