Calvario serie B: niente accordo, per ora una partita sulla Rai

News inserita da:

Fonte: Datasport

S
Sport
  giovedì, 18 ottobre 2007
 00:00
Niente conferenza stampa, solo un`uscita frettolosa da via Rosellini prima della corsa verso l`aeroporto.

Da li`, il volo della speranza verso Roma, dove Matarrese incontrera` il Governo: "E` tutto ok, stiamo lavorando e ora andremo a Roma per incontrare il Governo in modo da difendere gli interessi della Serie B. Ho speranza per il futuro nonostante la situazione difficile".

Se non altro non ci sono fratture interne: "Se ci sono tensioni tra noi? Le tensioni sono in noi, perche` non riusciamo a trovare un partner. Ma non faremo scioperi, stiamo lavorando seriamente per il bene della categoria. C`e` piena sintonia tra Serie A e Serie B. Fra due settimane ci incontreremo di nuovo. Intanto procediamo con una partita alla settimana in diretta Rai, forse anche in internet. E` poco, ma meglio di niente"

Lo sconforto non manca, anche all`ottimista Matarrese: "E` un calvario, ma io sono cattolico e sono abituato. Spero solo che poi si arrivi in paradiso. Non mi interessa che il giro sia delle sette chiese, anche se fossero quattordici lo accetterei".

L`incontro con i rappresentanti del Governo riguarda anche la fetta futura che rimarra` alle societa` di A una volta trovati nuovi accordi per la cessione dei diritti tv.

Il "gruzzoletto" di cui tanto si era discusso la settimana scorsa: "E` importante parlare non solo degli introiti tv, ma anche dell`esproprio del Governo. La legge Melandri ci obbliga a dare soldi a Serie C, Federazione, a investire nel fondo per gli stadi. Noi dobbiamo capire quanto dobbiamo dare. Perche` dobbiamo aiutare prima noi stessi, considerata la situazione della Serie B. Cosi` noi andiamo con le pezze".

Altro problema e` l`allarme violenza. Antonio Matarrese e` al limite della sopportazione dopo la chiusura della curva di San Siro e la limitazione dell`Olimpico ai soli abbonati romanisti per la gara di sabato contro il Napoli:

"Le sentenze non si discutono, si accettano. E` un`amarezza, ma le sentenze sono sempre amare. A mali estremi estremi rimedi. Abbiamo chiesto un incontro con i vertici del Ministero degli Interni perche` e` un tritacarne che ci sta maciullando dentro. Non possiamo continuare cosi`. Questo non e` piu` calcio, e` la mortificazione del calcio e basta. Non ci divertiamo piu`. Dobbiamo tutelare i tifosi, i delinquenti devono essere trattati dalle Forze dell`Ordine".

Ultimi Video

Palinsesti TV