Vista in Tv (CorSport) - E Quelli che chiuse per lutto....

News inserita da:

Fonte: Il Corriere dello Sport

S
Sport
  lunedì, 12 novembre 2007
 00:00

Ma perche Guida... - Il fatto è successo da poco, la notizia ha fatto il giro di radio e tv, su Internet il tam tam è attivo. Guida al campionato parte su Italia 1, potrebbe provare a ricostruire i fatti, sentire gli inviati, magari stravolgere in parte il canovaccio della trasmissione e immergersi nella cronaca, lasciando perdere burle e scherzi, invece no. Mino Taveri e i suoi ospiti portano avanti una trasmissione tra una gag come il fumettone Figo-Nedved o il finto Controcampo o il finto Posta per te e le notizie in diretta da Arezzo dove era stato ucciso il tifoso laziale diretto a Milano. Forse una giornata così meritava un cambio in corsa. Il programma non rinuncia a nulla, neanche all'hit parade delle immagini più belle di ottobre con tanto di deejay, che poi era il lavoro del povero Gabriele Sandri. A tutto c'è un limite.

I Pelegatti e le sciocchezze -  Collegamento sempre a Guida di Carlo Pellegatti da Bergamo che esordisce: «Sono tutte sciocchezze quelle che mettono in giro, qui a Bergamo c'è stata solo una carica della polizia all'inizio poi più nulla». A parte la guerra.

Quelli CheRai2 passo e chiudo - Parte Quelli che il calcio su Rai2 ma ai fatto è un dibattito a più voci su quel che è accaduto, che dura solo fino alle 15 «perché il carattere leggero, allegro e satirico del programma non si sarebbe conciliato con il clima di queste ore domenicali». Poi si chiude. E la rete trasmette un film con Jodie Foster. Tornerà sull'argomento solo alle 17.30 con uno speciale.

Iva non canta - Persino Buona Domenica, su Canale 5, modifica il suo stile. Iva Zanicchi, in segno di lutto, decide di non cantare.

L'Arena di Giletti - Finestra su Rai 1 dove Massimo Giletti dedica la sua Arena ai fatti di Arezzo e alla morte di Gabriele Sandri. Si parla di malessere sociale, si torna indietro anche di anni, alla partita dell'Heysel del 1985. Tutto abbastanza noioso e retorico, compreso il conclusivo «Bastardi» del conduttore indirizzato genericamente ai violenti da stadio.

Ma la classe... - Paola Perego, su Canale 5, legge da una agenzia la notizia della morte di Gabriele e del rinvio della partita Inter-Lazio annunciato da Lotito in un programma di un'altra rete. Allora appallottola il foglietto e lo tira via. Della serie: non tutte le notizie sono uguali.

I dubbi di Controcampo - Controcampo ultimo minuto apre la trasmissione con una grafica eloquente: «Tragico errore?». Si discute subito, giustamente, della morte del tifoso laziale. Sandro Piccinini esprime dei dubbi sulla versione della polizia, che parla di due colpi esplosi in aria da un agente. Giampiero Mughini conferma, molto scosso: «Ho grande rispetto delle forze dell'ordine, ma le palle (i proiettili, ndr) non vanno in alto e poi tornano già, quindi quello che dice la Prefettura (in realtà la Questura, ndr) è poco convincente».

Brandi cancella gli scherzi -  Anche per rimediare alle gaffe di Guida al campionato, in serata Controcampo diritto di replica elimina la rubrica satirica di Giacomo Valenti. Lo annuncia il conduttore Alberto Brandi, spiegando che la scelta è stata fatta «per rispetto». Doveroso.

Roberto Maida
per "Il Corriere dello Sport"

Ultimi Video

Palinsesti TV