Digital-News.it Logo
Foto - Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, MediaPro sorpresa e preoccupata ma pronta a garanzie

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, MediaPro sorpresa e preoccupata ma pronta a garanzie

News inserita da:

Fonte: Adnkronos / Ansa

S
Sport

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, MediaPro sorpresa e preoccupata ma pronta a garanzie Si fa sempre più intricata la vendita dei diritti tv della Serie A, con un nuovo fronte legale aperto. Sky ha infatti ottenuto una sospensione d'urgenza del bando di Mediapro fino al 4 maggio, concessa nel giro di due giorni dal Tribunale di Milano di fronte ai dubbi sollevati sabato dagli avvocati dall'emittente satellitare. I tempi si allungano e l'atmosfera si surriscalda. «L'unico che sarà danneggiato è il calcio italiano - dicono da Mediapro -, non crediamo che situazioni come questa siano buone per la sua immagine e stabilità».

C'è «sorpresa e preoccupazione». Questo lo stato d'animo che, a quanto apprende l'Adnkronos, si respira nell'intermediario spagnolo in considerazione delle relazioni che erano state portate avanti nell'ultimo periodo con i vari broadcaster e soprattutto per l'apertura dimostrata verso gli operatori nel costruire il bando di gara «nel modo più equilibrato possibile, nell'ottica di offrire chiavi in mano il prodotto per incentivare l'ingresso nel mercato di nuove piattaforme e quindi aprire ed offrire al consumatore una pluralità di scelta, in una fase in cui tale pluralità rischia di essere molto bassa».  Questo - si apprende - è dimostrato anche dalle richieste di chiarimento da parte di operatori fino ad oggi lontani dal prodotto serie A. I diritti televisivi della Serie A «sono un asset strategico non solo per Mediapro ma sopratutto per la digitalizzazione dell'intero sistema Paese Italia». Dalla società spagnola trapela inoltre «preoccupazione» e, in vista dell' assemblea del 19 aprile, una preoccupazione analoga emergerebbe anche dai parte dei club che dovranno aspettare altre settimane per conoscere l'esito del bando di gara. Ad ogni modo la società spagnola, proprio per rassicurare le società, sottolinea di essere «pronta con le garanzie bancarie dovute».

«È interesse generale del calcio e dei suoi appassionati, in considerazione dei valori economici e anche sociali in gioco, una definizione rapida di qualsivoglia controversia fra le parti», si limita a osservare la Lega Serie A, in attesa di conoscere l'atto della Sezione Imprese del Tribunale si esprimerà non prima del 4 maggio, quando è prevista la comparizione delle parti. Sky contesta fra l'altro i minimi d'asta tenuti segreti e i pacchetti con eventi da da 270 minuti, con telecronaca della partita, interviste e raccolta pubblicitaria a cura della società spagnola che così - è la tesi - agirebbe non da intermediario indipendente ma da vero e proprio attore nel mercato degli operatori della comunicazione. «Il bando di Mediapro solleva così tante perplessità da rendere necessario verificarne la legalità prima di presentare importanti offerte», nota Sky che (dopo la diffida presentata febbraio alla Lega quando i diritti tv sono stati assegnati a Mediapro) sabato mattina si è tutelata con un ricorso al Tribunale, chiedendo nella convinzione che l'invito a offrire non rispetti la Legge Melandri e le recenti indicazioni dell'Autorità della concorrenza.

È destinato quanto meno a slittare il termine per la presentazione delle offerte, fissato al 21 aprile dal bando, cinque giorni prima di quello entro cui Mediapro deve depositare la fideiussione da 1,2 miliardi di euro, sempre che non arrivi una deroga. Il 26 aprile è quindi una data cruciale, ma già giovedì in assemblea di Lega sarà possibile misurare il nervosismo dei club di fronte all'ennesima frenata: aumenta l'incertezza sull'epilogo dell'operazione da oltre tre miliardi di euro in tre anni con Mediapro, nonché su come e dove sarà trasmesso il campionato, al via fra poco più di quattro mesi. Se il Tribunale sposerà la tesi di Sky si possono prevedere nuovi ricorsi. Se salterà il bando, la Lega dovrà decidere se dare vita a una quarta asta o procedere con il canale tematico, obiettivo dichiarato sin da subito da Mediapro.

DIRITTI TV SERIE A 2018 - 2021 - ARCHIVIO DIGITAL-NEWS.IT

📰 LE ULTIME NEWS 🖊️

📺 ULTIMI PALINSESTI 📝

✨ ARCHIVIO VIDEO 🎥 TRE CASUALI OGNI VOLTA! 🔄✨

  • Shrek e vissero felici e contenti, questa sera in prima tv su SKY Cinema

    Questa sera in prima tv su Sky Cinema 1 HD (canale 301) dalle 21.10 "Shrek e vissero felici e contenti". LA SINOSSI: Shrek è ormai felicemente sposato con Fiona, padre amorevole ed impegnato e le sue giornate si ripetono tutte uguali a se stesse. Insoddisfatto ed incastrato in una routine che sente tarpargli le ali, l’orco desidera unicamente poter tornare alla sua vecchia vita, quella in cui era temuto e lasciato in pace. Pane per i denti di Tremotino, ch...
    S
    Sky
      lunedì, 13 giugno 2011
  • Video Olimpiadi Pechino 2022 Discovery+ | Short Track - Staffetta Maschile BRONZO

    Medaglia di bronzo da urlo per i ragazzi della staffetta 5000 metri dello short track alle Olimpiadi invernali di Pechino. Andrea Cassinelli, Yuri Confortola, Tommaso Dotti e Pietro Sighel (oltre alla riserva Luca Spechenhauserper) hanno infatti avuto la meglio sul team russo con un arrivo drammatico deciso al fotofinish per soli 9 millesimi. Medaglia d'Oro per il Canada che precede i favoriti della Corea del Sud, quarto posto per la Russia, out la Cina. Quattordicesima medaglia per l'Italia che eguaglia il record di Albertville del 1992 (dove però gli Ori furono 4),...
    S
    Sport
      mercoledì, 16 febbraio 2022
  • Mineo (Rai News) si sfoga in diretta: ''Qui mancano i cameramen''

    Il direttore di Rai News, Corrado Mineo, durante la trasmissione del mattino, rivela agli spettatori il disagio tecnico nel quale è costretto a lavorare: "Siccome la Rai non ci permette  neanche la possibilità di avere un operatore di ripresa che controlli le telecamere dalla regia. Questa telecamera si è abbassata per esigenze del turno notturno e senza accorgemene uscivo completamente dalla inquadratura, ho dovuto prendere una sedia ed il microfono è caduto. Siamo l'unico tg in Europa, forse nel mondo, che va ...
    T
    Televisione
      venerdì, 30 settembre 2011