SuperCoppa Italiana Jeddah 2019, Juventus - Milan (diretta ore 18.30 Rai 1 HD)

SuperCoppa Italiana Jeddah 2019, Juventus - Milan (diretta ore 18.30 Rai 1 HD)

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

S
Sport
  mercoledì, 16 gennaio 2019
 12:45

SuperCoppa Italiana Jeddah 2019, Juventus - Milan (diretta ore 18.30 Rai 1 HD)Il retrogusto amaro è appena percettibile ma la Juventus (diretta ore 18.30 su Rai 1) comincia a chiedersi perchè la Supercoppa Italiana devii dalle regole ferree dello stradominio bianconero. Sette scudetti di fila (e uno in cottura) e 4 Coppe Italia consecutive stridono infatti col bilancio della manifestazione che consegna il titolo a Gedda nel confronto col Milan. Sono sette le Supercoppe che la Juve disputa di fila, finora con tre vittorie e tre sconfitte. Ma i tre ko sono venuti nelle ultime quattro edizioni (gli ultimi due consecutivi): coincidenze, difetto di concentrazione in un torneo forse giudicato minore, certo, ma il perfezionista Max Allegri stavolta non vuole concedere alibi, anche per prendere il largo nell'albo d'oro della manifestazione, visto che Juve e Milan sono in testa con sette vittorie.

La carta vincente potrebbe essere ancora una volta Cristiano Ronaldo, grande collezionista di titoli, che si è presa la Juve sulle spalle, segna gol decisivi, è già in testa alla classifica marcatori e vuole alzare il suo primo trofeo italiano. Sarà l'ennesima sfida con il corrucciato Higuain, che soffre l'ombra del portoghese, in squadra ha un rendimento alterno e potrebbe cercare l'acuto prima, magari, di raggiungere Sarri al Chelsea. Per il Pipita è un appuntamento delicato e forse definitivo. Gattuso ha salvato la panchina giovandosi dei gol del baby Cutrone anche in Coppa Italia, ma sa che battere la Juve è impresa da supereroi.

C'è di mezzo anche la pausa di inizio d'anno dopo il giro di boa e sullo sfondo c'è la contrastata vicenda della finale a Gedda con polemiche sulla presenza separata delle donne nello stadio. Per non parlare degli echi dell'uccisione del dissidente Kashoggi nell'ambasciata saudita di Istanbul. Ma i ricchi accordi presi saranno rispettati e la Juve è nettamente favorita. Dopo il ko in Supercoppa del 2016 i bianconeri hanno inanellato sei successi consecutivi sui rossoneri. Oltre a Ronaldo, in assenza di Mandzukic, potrebbe risultare decisivo Dybala, ancora imbronciato per la doppietta 2017 che non ha evitato la sconfitta con la Lazio. La Supercoppa, che tocca quota 31 edizioni, è ormai uno spot del calcio italiano. Da Maradona a Zidane, da Baggio a Del Piero, da Totti a Van Basten, da Sheva a Ibra, da Tevez a Higuain sono tanti i campioni che negli anni hanno lasciato il sigillo.

LA STORIA DELLA SUPERCOPPA ITALIANA - Nata nel 1988 la Supercoppa è anche formato esportazione: nove edizioni, sei delle ultime otto, si sono disputate all'estero. La scelta più discussa è stata quella di Tripoli 2002 con il 2-1 della Juve sul Parma con doppietta di Del Piero. Nel 1989 si parte col 3-1 del Milan di Sacchi alla Samp, decide su rigore Van Basten. Nel 1990 il Napoli di Maradona travolge la Juve per 4-1. Nel 1994 il Milan si sbarazza della Samp 5-4 ai rigori. Mihajlovic prima segna e poi sbaglia il rigore decisivo. Nel 2000 la Lazio di Eriksson dà una lezione all'Inter di Lippi, 4-3. Un'altra Supercoppa da incorniciare è quella del 2003 a New York: la Juve batte il Milan 6-4 ai rigori dopo un cucchiaio di Pirlo e un errore di Brocchi. Scricchiola la Juve di Capello prima di calciopoli perdendo 1-0 nel 2005 con l'Inter che conquista sette finali e quattro vittorie. Nel 2006 la Roma di Spalletti ammutolisce San Siro con tre gol in 34', poi l'Inter rimonta 3-3 e vince con Figo. A Pechino 2009 il dream team di Mourinho viene infilato 2-1 dalla Lazio, nel 2011 il Milan di Allegri vince a Pechino il derby. Poi c'è la velenosa sfida 2012 a Pechino: Napoli in vantaggio 2-1 e raggiunto da un rigore dubbio. Espulsi Pandev, Zuniga e Mazzarri e Juve che vince ai supplementari. Ai rigori dopo due anni la vendetta con doppietta di Higuain. Poi tocca a Mandzukic e Dybala riportare il trofeo a Torino contro la Lazio. Nel dicembre 2016 a Doha il Milan batte la Juve ai rigori confermando che in Supercoppa la sorpresa è dietro l'angolo. L'anno scorso fu successo della Lazio per 3-2 al termine di una partita emozionante: in vantaggio i biancocelesti grazie alla doppietta di Immobile a cui risponde negli minuti finale con due gol Dybala, il match si decide al minuto 93' a favore del team di Simone Inzaghi grazie al calcio di rigore trasformato dal giovane Murgia.

CURIOSITA E STATISTICHE -  Questa è la terza volta che Juventus e Milan si affrontano per conquistare la Supercoppa: la prima, disputata al “Giants Stadium” di New York (USA) nel 2003, terminò con la vittoria dei bianconeri per 6-4 dopo i calci di rigore. Nel 2016, al “Jassim Bin Hamad Stadium” di Doha (Qatar), furono invece i rossoneri ad alzare la coppa, dopo aver battuto la Juventus per 4-5, anche in questo caso ai calci di rigore. Juventus e Milan condividono il primato di successi in Supercoppa Italiana, con 7 trofei in bacheca per ciascun club. Quelli alzati nel 1996, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013 e 2015 per i bianconeri; quelli del 1989, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016 per i rossoneri. Il Milan è la squadra con la percentuale più alta di successi in Supercoppa: 70% con 7 vittorie e 3 scontte. L’ultimo successo della Juventus è quello del 2015 a Shanghai, dove ha battuto la Lazio per 2-0. Per il Milan, invece, il successo più recente è quello del 2016, a Doha, dove ha scontto proprio i bianconeri ai calci di rigore (4-5). I bianconeri a Jeddah disputeranno la settima gara di Supercoppa consecutiva (dall’edizione 2012-13 alla 2018-19), eguagliando così il primato dell’Inter tra il 2005 e il 2011. Il Milan è l’unica squadra ad aver alzato la Supercoppa per tre edizioni consecutive (1992-93, 1993-94, 1994-95). I bianconeri sono invece gli unici ad aver vinto il trofeo in quattro continenti diversi (Europa, Africa, America e Asia). La Juventus è la squadra che ha segnato più reti nella competizione, 24 in 13 gare, ed è inoltre la squadra con più calciatori andati a segno, ben 15. Il record di reti segnate nelle gare della Supercoppa è 3 ed appartiene a cinque calciatori: Eto’o in maglia nerazzurra; gli juventini Carlos Tevez, Alessandro Del Piero e Paulo Dybala; il milanista Andriy Shevchenko. Quest’ultimo è l’unico calciatore ad aver realizzato una tripletta in questa competizione, nell’edizione 2004-05. Alessandro Costacurta, Paolo Maldini e Gianluigi Buffon sono i calciatori che hanno conquistato il maggior numero di Supercoppa con la stessa maglia (5). Buffon, inoltre, detiene insieme a Dejan Stankovic, anche il record assoluto di vittorie, avendo sollevato per ben 6 volte il trofeo.

LA CONFERENZA STAMPA DELLA VIGILIA

Massimiliano Allegri (allenatore Juventus): 

"Al posto di Mandzukic ci sarà uno tra Douglas Costa e Bernardeschi, poi giocheranno Ronaldo e Dybala. Un cambio importante a partita in corso potrebbe essere Kean. Cancelo sta bene, così come tutti gli uomini di centrocampo stanno tutti bene, e questo mi fa bene sperare per i prossimi impegni. Khedira titolare? Giocherà lui oppure Bentancur. Difficile farsi un'idea del perché perdi due partite ai rigori contro Napoli e Milan e una che eravamo riusciti a recuperare contro la Lazio. Domani dovrà essere diverso e servirà una bella prestazione. I valori del campionato si azzerano e sarà un test importante, così come la gara contro il Bologna o la prossima di Coppa Italia con l'Atalanta, per prepararsi agli ottavi di Champions, perché le partite secche vanno giocate in modo diverso. Per dimostrarla si dovrà vincere. Se si vincono i trofei Ronaldo avrà dato più consapevolezza, altrimenti no. È chiaro che un giocatore come Ronaldo è un valore aggiunto e va sfruttato, ma non dimentichiamo che negli ultimi quattro anni abbiamo giocato due finali di Champions contro le squadre più forti del mondo in quel periodo. Per vincere serviranno una grande umiltà e rispetto per l'avversario e la Juventus ha sempre dimostrato di averne. Questo ti porta a fare bene la fase difensiva ed è una qualità che non dobbiamo perdere, perché per vincere le grandi partite serve una grande difesa. L'obiettivo è cercare di vincere tutte le competizioni. Serve un pizzico di fortuna per farcela e ancor di più in Champions, perché il livello si è alzato e ci sono parecchie squadre che possono arrivare in fondo".

Gennaro Gattuso (allenatore Milan): 

"Sono sereno. Giochiamo contro una squadra che vince tanto da molti anni. A noi partite di questo tipo ci fanno bene. Voglio vedere grandissima spensieratezza, senza pensare a chi abbiamo di fronte. Nel calcio non sempre vince il più forte. Servirà da parte nostra una grande prestazione. Avete costruito in pochi mesi uno stadio incredibile. Ho giocato qui, all'inaugurazione, con la maglia del Milan. La città sta cambiando tanto, sempre in senso positivo. Voglio ringraziare tutti per come ci stanno trattando, in modo molto squisito. Mi piacerebbe vedere lo spirito della partita di Torino contro la Juventus dello scorso anno. Non voglio vedere paura. Serviranno voglia, compattezza e giocare a viso aperto. La squadra non deve mollare, come successo contro l'Olympiacos. Siamo migliorati tanto, non dobbiamo perdere le certezze e il coraggio. Paquetà sta bene fisicamente, è come tutti a disposizione. Ha già fatto vedere cose interessanti contro la Sampdoria, ma ha ampi margini di miglioramento. Vedremo se partirà dal primo minuto. Sono contento della doppietta in Coppa Italia di Cutrone. È un giocatore che ci teniamo stretti. Dico una cosa che è sotto gli occhi di tutti: quando entra a gara in corso fa la differenza. Bisogna stargli dietro e continuare a farlo crescere".

LE PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3): 1 Szczesny, 20 Cancelo, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro, 23 Emre Can, 5 Pjanic, 14 Matuidi, 33 Bernardeschi, 10 Dybala, 7 Ronaldo. (21 Pinsoglio, 22 Perin, 6 Khedira, 11 Douglas Costa, 18 Kean, 24 Rugani, 30 Bentancur, 37 Spinazzola). All.: Allegri. Squalificati: nessuno. Diffidati: Pjanic. Indisponibili: Cuadrado, Barzagli, Benatia, Mandzukic.

MILAN (4-3-3): 99 G.Donnarumma, 2 Calabria, 17 Zapata, 13 Romagnoli, 68 Rodriguez, 79 Kessie, 15 Bakayoko, 39 Paquetà, 10 Chalanoglu, 9 Higuain, 7 Castillejo. (25 Reina, 90 A.Donnarumma, 12 Conti, 93 Laxalt, 22 Musacchio, 56 Simic, 23 Strinic, 16 Bertolacci, 4 Mauri, 18 Montolivo, 11 Borini, 63 Cutrone). All.: Gattuso. Squalificati: Suso. Diffidati: Romagnoli, Calabria Indisponibili: Biglia, Bonaventura, Caldara.

ARBITRO: Banti di Livorno.

LA DIRETTA TV DI JUVENTUS - MILAN

SuperCoppa Italiana Jeddah 2019, Juventus - Milan (diretta ore 18.30 Rai 1 HD) A poche ore dall'evento si scalda la macchina organizzativa e produttiva, per offrire il meglio alla vasta platea che seguirà televisivamente l'incontro. Grazie alla trasmissione attraverso 28 broadcaster saranno ben 170 i paesi raggiunti dal segnale della partita, con un potenziale pubblico di 296 milioni di spettatori. La gara sarà diffusa in live streaming anche sul canale You Tube della Lega Serie A nei circa 30 paesi che non hanno acquistato i diritti della partita. La partita sarà ripresa da 21 telecamere, alle quali aggiungere le 8 di integrazione di Rai e le 12 di Ksa. Tra queste anche una skycam e un drone che servirà per mostrare lo stadio e la sua spettacolarità dall'alto per far apprezzare ogni singolo particolare dell'evento.

La finale della Supercoppa italiana di calcio tra Juve e Milan, in diretta da Gedda, in onda in diretta a partire dalle 18.15 su Rai1, costituirà l'occasione, per la Rai, di approfondire la conoscenza dell'Arabia Saudita, paese che ospita la manifestazione e nel quale si giocheranno ancora due finali di Supercoppa nei prossimi quattro anni, così come prevede l'accordo con la Lega di Serie A.

Tutte le testate giornalistiche dedicheranno,, ampio spazio all'evento, a partire dal reportage di Uno Mattina, in onda alle 6.45. Anche Agorà, in onda su Rai3 a partire dalle 8, riserverà uno spazio di approfondimento ai temi non sportivi che gravitano intorno alla partita. Nelle edizioni principali di Tg1, Tg2 e Tg3, oltre che negli appuntamenti di Rainews troveranno spazio servizi dedicati all'evento, mentre, prima dell'inizio della partita andrà in onda, su Rai1, uno Speciale Tg1 di mezz'ora, dalle 17.45.  Condotto da Alberto Matano, avrà ospiti in studio Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, e Vittorio Di Trapani, Segretario dell’Usigrai. Nel corso dello speciale sono previsti collegamenti con Lucia Goracci, corrispondente Rai da Istanbul, e Donatella Scarnati, inviata di Raisport a Gedda.

La telecronaca della partita (calcio d'inizio alle 18.30), sarà invece curata da Raisport: il racconto sarà di Gianni Cerqueti e Antonio Di Gennaro, con gli interventi da bordocampo di Stefano Mattei e Luca De Capitani e il coordinamento giornalistico di Pino Cerboni. Sul canale Rai Sport + prepartita (dalle 17.30) e postpartita (dalle ore 21) curato dallo studio di Saxa Rubra con Franco Lauro, Gianni De Biasi, Paolo Rossi e Alberto Rimedio.

Sul satellite la partita sarà visibile solo sulla piattaforma tivùsat. Se, se hai la parabola già orientata sul satellite Hot Bird 13°est di Eutelsat occorrerà solo acquistare un decoder certificato tivùsat, la smartcard è in dotazione nella confezione del decoder o CAM certificati tivùsat.  Se hai un decoder della pay TV satellitare (es. Sky) e decoder tivùsat, i due si possono collegare contemporaneamente al cavo della parabola utilizzando uno splitter (sdoppiatore). Nel caso sia presente un impianto satellitare di tipo SCR/Unicable (per esempio My Sky) è necessario che il decoder tivùsat sia compatibile con impianti SCR/Unicable. La maggior parte dei decoder certificati tivùsat hanno la funzionalità unicable/SCR.

SuperCoppa Italiana Jeddah 2019, Juventus - Milan (diretta ore 18.30 Rai 1 HD)In vista della finale della Supercoppa italiana di calcio tra Juve e Milan, Radio1 modificherà il suo palinsesto. Oltre alla diretta da Gedda dell’avvenimento sportivo, live dalle 18.25, verranno proposti diversi approfondimenti per migliorare la conoscenza del Paese che ospiterà la manifestazione per due volte nel prossimo quadriennio. Così su Radio1 a partire dalle 7.30, Radio anch’io condotto da Giorgio Zanchini, , aprirà una finestra sull’Arabia Saudita. Poi alle 15.30, ‘Viva voce’ condotto da Ilaria Sotis  e ‘Mangiafuoco’, condotto da Claudio Vigolo,  in onda alle 17.10, tratteranno temi legati al Paese che ospita la Supercoppa. La radiocronaca di Juventus-Milan occuperà, per una volta, lo spazio di ‘Zapping’ e, a partire dalle 18.25, inizierà il collegamento con Francesco Repice che racconterà la partita. Tutto sarà proposto in contemporanea anche su Radio1 Sport, il canale digitale Rai disponibile su www.raiplayradio.it

Ultimi Video

  • 65 anni di notizie della RAI

    65 anni di notizie della RAI

    65 anni fa nasceva la televisione italiana. Dopo un annuncio letto da Fulvia Colombo la mattina di domenica 3 gennaio 1954, il primo programma in onda è 'Arrivi e partenze', condott...
    T
    Televisione
      giovedì, 03 gennaio 2019
  • Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Ascoltate questo video e chiudete gli occhi. Sicuramente riconoscerete la celebre "Io che Amo Solo Te" di Sergio Endrigo, diventata la colonna sonora di una nota compagnia di telecomunicazioni...
    T
    Televisione
      mercoledì, 02 gennaio 2019
  • Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Sky Sport sul digitale terrestre - il meglio del grande sport, anche in HD. 2 canali di sport, Sky Sport Uno e Sky Sport 24. Lo spettacolo unico del calcio europeo con tutte le partite delle squad...
    S
    Sky
      venerdì, 03 agosto 2018

Palinsesti TV