Diritti tv sul calcio: match da 700 milioni

News inserita da:

Fonte: Il Sole 24 Ore

S
Sport
  lunedì, 28 maggio 2007
 00:00

Un'ultima tappa alla Camera e la legge delega sui diritti audiovisivi dello sport finisce il suo percorso. Entro la fine di giugno, probabilmente, l'approvazione definitiva. Una serie di nuove regole volte a garantire l'equilibrio competitivo dei soggetti che partecipano alle competizioni sportive e la trasparenza ed efficienza del mercato dei diritti di trasmissione.

Ma quanto vale questo mercato e quali sono i principali attori che si contendono questi diritti? Secondo le stime raccolte dal ministero per le Politiche giovanili e le Attività sportive il valore dei diritti televisivi del calcio italiano è di circa 700 milioni di euro.

Ma le variabili che condizionano la cifra totale sono tante e difficilmente prevedibili. Per la stagione 2005/2006 il valore totale del calcio in tv è stato quantificato in circa 470 milioni di euro.

Di questi 441,6 milioni sono arrivati dalla vendita dei diritti delle squadre di serie A, 28 milioni da quelli di serie B. Una cifra analoga, circa 500 milioni di euro, è stata stimata per la stagione calcistica appena conclusa. Ma chi opera nel mercato dei diritti televisivi sportivi?

Gli attori principali sono tre: chi vende, chi compra e chi intermedia. La principale novità che arriverà dalla legge delega riguarda la vendita.

Fino ad oggi — e per tutti i contratti già in essere, quindi fino al 2010 -a vendere i diritti erano i singoli club. Con le nuove norme, invece, la vendita sarà accentrata e spetterà alla Lega calcio.

Un unico soggetto, dunque, che tratterà con i diversi acquirenti. A comprare, invece, sono gli operatori del settore, cioè quei soggetti che distribuiscono le partite sulle varie piattaforme. Ma non solo.

A comprare sono anche dei soggetti terzi, che non hanno piattaforme per la distribuzione dei diritti acquistati e che comprano per vendere. Si tratta di un'estrema semplificazione perché la realtà è ben più articolata: chi compra potrebbe produrre l'evento e distribuirlo attraverso un canale senza vendere i diritti.

Un mercato dalle molteplici potenzialità in cui si può giocare in ruoli diversi a seconda della convenienza del momento. Da qui al 2010 i giochi dei diritti del calcio sono già fatti.

Ad acquistare il pacchetto completo sono stati due attori: Mediaset e Media Partners (oggi Infront Italia). Mediaset ha rivenduto i diritti satellitari a Sky, è in trattativa per vendere i diritti della tv via cavo e internet, ha tenuto per la propria piattaforma quelli del digitale terrestre, ha venduto i diritti dei videotelefonini (Dvb-h) alle compagnie telefoniche 3 e Tim, e quelli Umts a Media Partners che li ha rivenduti a Tim e Vodafone. Oltre ad aver venduto i diritti esteri di Milan, Inter, Juve e Roma a Riccardo Silva e partners.

Contratti già chiusi anche per Infront Italia —110 milioni di fatturato nel bilancio chiuso ad agosto 2006 — che ha venduto a Sky i diritti sul satellite, a La 7 quelli sul digitale terrestre e ad Alice di Telecom quelli internet.

«Per valutare le reali differenze tra il vecchio e il nuovo sistema — spiega Marco Bogarelli, membro del consiglio di amministrazione di Infront Holding —- bisognerà vedere come la lega venderà i diversi pacchetti di diritti».

Contratto già chiuso anche per i diritti degli europei del 2008, venduti alla Rai da Sportfive — gruppo Lagardere — per 100 milioni di euro.

«I diritti del calcio italiano stavano perdendo valore soprattutto all'estero — spiega Giovanni Lolli, sottosegretario allo Sport del ministero per le Politiche giovanili —, e non certo per la qualità del calcio italiano. L'accentramento dei diritti del calcio garantirà un sistema di vendita più strategico e strutturato».

Rosalba Reggio
per "Il Sole 24 Ore"

Ultimi Video

  • Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Comunicare Digitale è orgogliosa di annunciare la partenza dei nuovi appuntamenti di TECH TALK, a partire dal 10 Settembre 2020. 5 appuntamenti a Settembre, 7 ad Ottobre, con edizioni anche in ...
    T
    Televisione
      giovedì, 10 settembre 2020
  • Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Dopo 18 anni, Ilaria d'Amico, storica conduttrice di Sky Calcio Show e di Champions League Show ha deciso di intraprendere un nuovo percorso professionale, sempre a Sky, allontanandosi dal calcio...
    S
    Sky
      lunedì, 24 agosto 2020
  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020

Palinsesti TV