Nonostante le critiche torna da stasera in prime time Lucignolo

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  lunedì, 02 giugno 2008
 00:00
Lucignolo, programma cult della stagione estiva di Italia 1, torna ad illuminare le serate della rete diretta da Luca Tiraboschi dal prossimo 2 giugno, con otto prime serate.
 
Molta la strada fatta dal 2003, quando Claudio Brachinoe Mario Giordano ideano il settimanale di Studio Aperto. Ben presto Lucignolo diventa un appuntamento imperdibile per giovani e giovanissimi. Talvolta suscita polemiche e scatena dibattito. Ma Lucignolo resta il prototipo della tv che meglio riflette e illustra l’universo giovanile, compresi contraddizioni ed entusiasmi. E del nucleo storico, oltre a Brachino, restano le inviate Raffaella Regoli e Rita Ferrari, il regista Mario Bruschini e, ovviamente,lo speaker: Maurizio Trombini. Oggi, Lucignolo è pronto per un altro salto…
 
Infatti, la nuova edizione - pur rimanendo nell’alveo del mondo del costume, del gossip, delle celebrity - sarà ricchissima di novità. Innanzitutto, il cambio di testata: da Studio Aperto a Videonews, il settore delle news Mediaset diretto da Claudio Brachino. E poi la cronaca, un aspetto della realtà di cui molti giovani diventano - loro malgrado - protagonisti. Un ospite a sorpresa che, nello spirito e in omaggio a quanto già accade su un altro media molto amato dai ragazzi, la radio, cambia di puntata in puntata per duettare con la storica voce narrante di Lucignolo. E ancora, la conferma di Melita Toniolo, più nota come Diavolita e quindi inviata di Lucignolo per missioni pressoché impossibili.
 
La new entry, Roberto Mercadalli, ovvero il Cumenda dell’ultimo Gf, per Lucignolo im/probabile maestro di seduzione sulle più note spiagge italiane. E, infine, Lisa Dalla Via e Marianne Puglia, le Luci’s Angels, due ragazze fresche e spregiudicate, pronte a tutto pur di realizzare i desideri del loro Lucignolo… Ogni puntata proporrà comunque novità e ospiti a sorpresa, in veste di inviati e guest star.
 
Con la programmazione in prime time (propria di Lucignolo Bellavita), il settimanale di Italia 1 intende creare una perfetta sintesi tra solarità, provocazione e divertimento tipiche della prima serata con lo spirito storico della seconda serata, più notturno, ricco di inchieste realizzate con l’uso di telecamere nascoste e notizie di attualità.
 
Centrale sarà anche l’inchiesta denominata I ragazzi e il sesso, che Lucignolo lancerà via Internet. Sul sito del Tgcom, infatti, chiunque potrà inviare immagini, confessioni o drammi relativi alla propria sessualità. Un momento di confronto per tutti coloro che vorranno raccontarsi o raccontare un tema così importante e delicato. Ogni video verrà pubblicato sul tg on-line di Mediaset e ogni settimana Lucignolo sceglierà le immagini più curiose o interessanti da mandare in onda nel corso della puntata.
 
Infine, the last but not the least, Alfonso Signorini, la cui presenza arricchirà ogni puntata di contenuti esclusivi e originali, collaborando alla linea editoriale del Lucignolo versione 2008.
 
Ultima considerazione: la colonna sonora di Lucignolo, da sempre un cavallo di battaglia del programma. La sigla di apertura rimane la mitica Smoke on the Water, dei Deep Purple, mentre, per la chiusura, arrivano i grandi Pearl Jam, con Alive.
 
Queste le novità della sesta stagione: "Il fatto che si parli di riconferma indica che si aprla di un programma di successo" spiega Luca Tiraboschi - "Negli ultimi due anni la media di ascolti di Lucignolo è stata del 13% in prima serata, un risultato ottimo se si considera che la media di rete si attesta intorno al 10,5 - 11%". E a chi accusa Lucignolo di essere un programma trash, Tiraboschi risponde: "Già dal nome si capisce che Lucignolo non vuole avere e non ha un taglio pedagogico,non dà giudizi morali, ma mostra semplicemente la realtà che esiste. E' un contenuto di frontiera, che mostra il buono che c'è nel mondo dei giovani, ma anche il cattivo"

"La tv è grande quando riprende la realtà - sottolinea Brachino - Ho sempre detestato la tv pedagogista, noi non vogliamo essere volgari, non vogliamo calcare la mano sul sesso tanto per fare, ma il sesso è una delle componenti della vita dei giovani e come tale noi la registriamo". Claudio Brachino svela anche di avere pensato a uno spazio speciale dedicato a Fabrizio Corona, protagonista di molte puntate di Lucignolo 2007: "Volevo fare una rubrica con lui: mi sarebbe piaciuto fargli smascherare ogni settimana un finto gossip, un tarocco, ma quest'anno non lo faremo, in futuro chissà..."

"Brachino maestro di trasformismo giornalistico, Lucignolo è un terreno rischioso, ma la sua arma vincente è sempre stata quella di non usare il tono di chi si prende sul serio, non ha un apporccio talebano e moralistico anche perchè vuole attirare il segmento di pubblico dei giovani di cui cerchiamo di intercettare il mondo" dichiara Mauro Crippa, direttore dell'informazione Mediaset. "Fino ad ora ci siamo sempre riusciti, ci auguriamo di poterlo fare anche in futuro - prosegue - una garanzia è Claudio Brachino, che insieme Mario Giordano aveva concepito Lucignolo  fin dalla sua nascita, che ha dimostrato di essere un vero maestro di trasformismo giornalistico"

Ultimi Video

Palinsesti TV