La7 presenta i palinsesti: ci sono anche Bignardi e Crozza

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

T
Televisione
  mercoledì, 16 luglio 2008
 00:00
Sono stati presentati questa mattina a Milano i palinsesti autunnali di La7, la rete tv del gruppo Telecom Italia, che ha così svelato le carte per la prossima stagione televisiva. E non sono mancate le sorprese: dopo l’abbandono di Antonio Campo Dall’Orto e il già annunciato cambiamento radicale del nuovo ad di TI Media, Giovanni Stella, alcuni dei pezzi pregiati della rete saranno protagonisti anche della nuova programmazione.
 
Tra i rimasti spiccano i nomi di Daria Bignardi e Maurizio Crozza, confermati al timone rispettivamente di “Le invasioni barbariche” e di “Crozza Italia”, mentre come già si sapeva non ci saranno Giuliano Ferrara e Piero Chiambretti.
 
Ma andiamo con ordine: in primis l’informazione, sempre a cura di Antonello Piroso, con il suo programma storico, Omnibus, confermato ogni mattina (dal 15 Settembre con la nuova edizione) e la novità dello spin-off Omnibus Life, un’ora in più di informazione, attualità e approfondimento che mantiene le rubriche “A voi Milano” e “Cognome e Nome” e va ad aggiungersi agli spazi della rassegna stampa e del dibattito politico in studio. Confermate anche le tre edizioni giornaliere del tg (ore 12.30, 20.00 e 01.00) così come i grandi speciali monotematici, che hanno reso celebre La7: un esempio è dato dallo “Speciale Election Day” previsto il 4 Novembre per seguire il voto negli Stati Uniti.
 
Per quanto riguarda i pilastri storici di La7, saranno come detto in palinsesto “Le invasioni barbariche” (dal 10 Ottobre ogni venerdì), “Crozza Italia” (dal 19 Ottobre ogni domenica), “L’infedele” con Gad Lerner (dal 15 Settembre ogni lunedì), "Exit" con Ilaria D’Amico (dal 1° Ottobre ogni mercoledì) e poi “Niente di Personale” con Piroso e “Otto e mezzo”, ancora senza un conduttore annunciato.
 
Tante anche le novità: la iena Marco Berry (nella foto) condurrà “Vivo per miracolo” (dal 7 Settembre in prima serata), un programma action che racconta attraverso testimonianze dirette, ospiti, esperti e con l’ausilio di docufiction storie incredibili realmente accadute in cui i protagonisti si sono salvati per miracolo da eventi catastrofici; a Valerio Massimo Manfredi invece è affidato il programma di divulgazione storica “Impero” (dall’11 Novembre), una serie di 6 monografie che descrivono i grandi popoli del mondo antico, senza dimenticare il documentario inedito su Kenneth Foster, di cui la Rete ha sposato per prima la causa contro l’esecuzione capitale, previsto in palinsesto il prossimo 30 Agosto.
 
E poi ancora il debutto di Simone Annicchiarico, figlio d’arte di Walter Chiari e Alida Chelli ne “La Valigia dei Sogni”; “Malpelo”, con Alessandro Sortino; la serie Città Criminali; gli istant movie di “Istantanea” firmati da Roberto Burchielli e Mauro Parissone e introdotti dalle interviste di Rula Jebreal, fino alla grande fiction con le inedite serie di Stargate e The L Word.
 
Anche lo sport sarà protagonista con la Supercoppa Europea, in esclusiva per l’analogico terrestre, e la Coppa Uefa, cui quest’anno parteciperanno club blasonati come Milan, Sampdoria, Udinese e Napoli (se supererà lo scoglio Intertoto), la grande esclusiva del Six Nations di rugby, il Mondiale Superbike 2009 e la Volvo Ocean Race, proposta anche sul digitale terrestre di Cartapiù. Confermato anche “Victory”, il magazine condotto da Cristina Fantoni, da quest’anno trasmesso il venerdì a mezzanotte.
 
«La rete - ha detto Giovanni Stella, vicepresidente e amministratore delegato di TI Media - è viva e vegeta ed è pronta a sviluppare nuove idee che portino alla redditività e a effetti meno negativi sui conti di tutto il gruppo». I segni più importanti del cambiamento, ha aggiunto, si vedranno dal 2009. Per il 2008 ci sono «ancora contratti da rispettare». L'obiettivo è quello di mantenere «lo standard notevole di qualità» raggiunto dalla rete e consolidare l'attuale livello degli ascolti. Il tutto da «sfruttare meglio sui ricavi».
 
«La7 - ha aggiunto il direttore di rete, Lillo Tombolini, citando il 'ja famo' caro a Gianfranco Funari - sembra che ce la faccia: a fronte di una contrazione degli ascolti dei canali generalisti in tutta Europa, nei primi quattro mesi del 2008 abbiamo fatto registrare una crescita del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2007. Meglio di noi hanno fatto solo le spagnole La Sexta e Cuatro. In autunno la rete si presenta in forza con i suoi protagonisti e punta a migliorare il prime time».
 
Quanto ai nuovi arrivi la strategia è quella di studiare insieme programmi innovativi. Solo con questo approccio, unito a quello dell'integrazione con altre piattaforme, secondo Tombolini è possibile arrestare la crisi della tv generalista. «Ci auguriamo che il mercato capisca - ha aggiunto - il pubblico sembra già accorgersene». I primi nomi confermati per il 2009 sono Corrado Guzzanti, Gene Gnocchi (nella foto) e Victoria Cabello.
 
Un'ulteriore nuovo volto sarà probabilmente il conduttore di Otto e Mezzo, come detto ancora ignoto, dopo «l'arrivederci tra vecchi amici» ha precisato Stella, di Giuliano Ferrara. Quanto a Marco Paolini la rete sta lavorando a un nuovo programma anche se i tempi chiesti dall'artista sono lunghi. Escluso infine un ritorno di Daniele Luttazzi, con il quale è in corso un contenzioso legale.
 
Per quanto riguarda il calcio, esclusa ogni voce che riguardi Mediaset e le partite del Milan in Coppa Uefa, che rimangono su La7, mentre per quanto riguarda Cartapiù e il digitale terrestre, sono state al momento confermate cinque squadre (le cosiddette ‘big’, di cui La7 trasmetterà tutte le partite), che saranno Fiorentina, Sampdoria, Palermo, Catania e Cagliari. Ancora nessuna notizia sulle altre squadre, poiché ancora in corso le trattative.
 
Per ulteriori dettagli sulla programmazione, vi rimando al sito ufficiale La7.it

Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"

Ultimi Video

Palinsesti TV