Giornata della Memoria: anche in tv le commemorazioni dell'Olocausto

Giornata della Memoria: anche in tv le commemorazioni dell'Olocausto

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat

T
Televisione
  martedì, 27 gennaio 2009
 00:00
Ancora una volta, con il 27 gennaio, ritorna il Giorno della Memoria,  istituito con la legge 211 del 20 luglio 2000 per ricordare la data  (27 gennaio 1945) dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e per commemorare la Shoah, la “catastrofe”... Ma anche per rendere omaggio a tutti quei cittadini ebrei vittime di leggi razziali, persecuzioni, deportazione, prigionia e sterminio e a tutti coloro che, pur in campi e schieramenti diversi, si opposero a quel folle progetto di genocidio non esitando a salvare altre vite e a proteggere, in condizioni difficili, i perseguitati mettendo a rischio persino la propria vita.
 
Ecco le principali iniziative delle tv italiane per la commemorazione di questo importante giorno:
 
RAI
 
Partiamo dalla Rai che trasmetterà, a partire dalle 11 su Raitre, una puntata speciale di “Cominciamo bene”, con Fabrizio Frizzi al Quirinale, dove avrà luogo la cerimonia di celebrazione della  Giornata della Memoria, in diretta dal Salone dei Corazzieri. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, alla presenza delle cariche istituzionali, terrà un discorso commemorativo. Subito dopo, il presidente, alla presenza del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini e di 200 studenti, provenienti da scuole italiane di ogni ordine e grado, premierà i vincitori del concorso “I giovani ricordano la Shoah”. Uno dei ragazzi racconterà quindi le sue emozioni relative alla visita didattica a un campo di sterminio. Seguiranno gli interventi di Renzo Gattegna, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, e dello scrittore Claudio Magris. Inoltre, il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Gianni Letta, consegnerà una medaglia d’onore a 90 ex deportati e internati nei lager nazisti. 
La cerimonia in Quirinale sarà trasmessa anche da RaiNews24 e Rai Italia.
 
Alle 13.10 Raitre propone quindi “Un treno per Auschwitz”, prezioso e inedito documentario che porta la firma di Carlo Lucarelli e Paola De Martiis. Ogni anno la Fondazione ex campo Fossoli organizza un viaggio nella memoria e per la memoria che si rivolge principalmente a circa 600 studenti delle scuole superiori della provincia di Modena. Lucarelli, come negli anni precedenti, ha viaggiato con gli studenti partendo dalla stazione ferroviaria di Carpi, da dove oltre 60 anni fa  partivano i treni per  Auschwitz. Il treno ha un ruolo fondamentale, perché offre la possibilità di rivivere l’idea dell’allontanamento coatto con un mezzo di trasporto di massa che, con grande lentezza, ma con inesorabile puntualità, raggiunse i campi di sterminio. Se durante le persecuzioni naziste la destinazione dei treni era l’orrore, oggi, a questi 600 ragazzi  fornisce, invece, l’opportunità di incontrarsi, confrontarsi, viaggiare per costruire la memoria.

Alle 14.10, su Raiuno andrà in onda la fiction “Exodus, il sogno di Ada”, interpretato da Monica Guerritore per la regia di Gianluigi Calderone, liberamente ispirato al romanzo autobiografico “I clandestini del mare” di Ada Sereni. E’ il racconto dell’estate del 1945, quando tra le macerie della guerra appena finita migliaia di ebrei sopravvissuti ai campi di sterminio migrarono attraverso l’Europa. Sbandati e con il loro pesante bagaglio di lutti, alla ricerca di un luogo sicuro dove rifugiarsi, con il miraggio di raggiungere la sospirata terra promessa. È l’inizio dell’Aliàh Bet, movimento segreto di immigrazione clandestina in Palestina, che era all’epoca sotto mandato britannico. Una gigantesca operazione internazionale legata a una donna italiana, Ada Sereni, che divenne leader del movimento, riuscendo a far partire dalle nostre coste 25 mila ebrei. Tre anni dopo nascerà lo Stato di Israele.
 
Attiva anche Rai Educational nella celebrazione di questo giorno: al tema sono dedicate le puntata mattutine de "La Storia siamo noi" su Raitre alle 08.05, mentre su RaiEdu2, "Rewind” riserva interamente la sua programmazione alla riproposizione integrale di due fiction, “Perlasca, un eroe italiano” e “Senza confini – Il commissario Palatucci”,  entrambe in due puntate, dedicate al ricordo delle persecuzioni razziali nazifasciste ai danni degli ebrei. Storie esemplari de due veri e propri ‘Schindler’ italiani: Giorgio Perlasca e Giovanni Palatucci.
 
Rai News 24, oltre alla diretta dal Quirinale, seguirà il Giorno della Memoria con tre documentari: alle 14.05  andrà “L'inverno di Anna”, la storia di una famiglia di ebrei viennesi di passaggio in Italia che viene deportata ad Auschwitz. Il racconto attraverso la voce di Anna Periccioli, amica e testimone della loro deportazione..

Alle 18.03, “Un eroe semplice: Giorgio. Nissim”. Il protagonista di questo documentario è Giorgio Nissim, un ebreo pisano che nel 1943 costruì una rete in Toscana di soccorso e salvezza. Con l'aiuto di un prete lucchese, Don Arturo Paoli, riuscì a salvare dalla deportazione 700 ebrei italiani e stranieri. La storia è raccontata dai figli di Nissim e di Arturo Paoli, che collaborò con lui e con il Comitato di Liberazione Nazionale. Ed infine alle 23.30 andrà in onda “Bombardate Auschwitz - l'ordine che non fu dato”, un'inchiesta sui motivi del mancato bombardamento di Auschwitz da parte degli alleati.

MEDIASET
 
Anche i canali Mediaset dedicano spazio al ricordo: in particolare segnaliamo la trasmissione in prima serata su Rete 4 del film "Il pianista", diretto da Roman Polanski. Si tratta del racconto di quanto vissuto da Szpilman (un pianista) dallo scoppio della seconda guerra mondiale con l'invasione della Polonia da parte delle truppe tedesche, l'occupazione di Varsavia, la creazione del ghetto, la vita e la sopravvivenza nel ghetto e la sua fuga e sopravvivenza fuori dal ghetto, fino alla liberazione della città da parte dell'Armata Rossa. Le note melodiose e tristemente struggenti del pianista, qui funzionali specialmente ai numerosi cambi sequenza che curiosamente non si appoggiano alla più classica dissolvenza in nero, costituiscono una sorta di ideale fil rouge - che si dipana fra dolore e memoria - dell'esperienza umana sperimentata dal protagonista. Il pianista sopravvive soprattutto grazie alla sua musica: ideale di sopravvivenza.

Questo film sarà poi trasmesso anche su Joi (Premium Gallery) che dedica la programmazione notturna al Giorno della Memoria: alle 22:30 andrà in onda “Fuga per la libertà – L’Aviatore”, film di Carlo Carlei, interpretato da Sergio Castellitto e dedicato alla biografia di Massimo Teglio, il coraggioso aviatore ebreo che, nella Genova del 1943-44, si adoperò per salvare centinaia di cittadini italiani dalla deportazione nei campi di sterminio nazisti. Alle 00:30 andrà in onda “Schindler’s list” (1993), capolavoro di Steven Spielberg, con Liam Neeson, Ben Kingsley e Ralph Fiennes. A seguire, alle 3:40, come detto “Il pianista” (2002), straordinario film di Roman Polanski, con Adrien Brody e Thomas Kretschmann.

LA7
 
Non poteva mancare anche l'apporto di La7, generalmente sensibile a questi temi, che ancora una volta la rete affida a una pellicola d'autore, già un classico del suo genere, il compito di ricordare una delle pagine più buie della storia dell'umanità, scritta con il sacrificio di milioni di vittime. Si tratta di "Train de Vie - Un treno per vivere" (in onda alle 14), film del 1998, diretto e sceneggiato da Radu Mihaileanu, che ha vinto nel 1999 il David di Donatello. Ambientato nel 1941, quando gli abitanti di uno shtetl dell'Est europeo organizzano una straordinaria messa in scena per sfuggire ai nazisti. Mimetizzano un convoglio ferroviario, comprato pezzo per pezzo, da treno di deportati e partono per la Terra Promessa. Ciascun abitante del villaggio ebraico deve recitare una parte, chi il prigioniero, chi il tedesco; mentre un impiegato delle ferrovie s'improvvisa manovratore. Favola tragica, non priva di umorismo e di momenti surreali, tratta dei difficili temi dell'Olocausto e del nazismo in maniera insolita, ma profonda.
 
SKY
 
Le segnalazioni che riguardano i canali Sky sono capeggiate dall'iniziativa di SKY Cinema 1 che manderà in onda, dalle 21, Il Diario di Anna Frank, una recente trasposizione del celebre diario della ragazza ebrea che nell’Amsterdam della Seconda Guerra Mondiale, occupata dalle truppe tedesche, cerca invano di sfuggire alla cattura e alla morte nascondendosi in una soffitta. Interessante iniziativa è poi quella che prevede la trasmissione "in diretta" del film anche  in streaming, sul sito di SKY.it, e visibile per tutti, abbonati e non.
 
Menzione anche per la programmazione speciale di History Channel che prevede cinque appuntamenti, tra cui spiccano - in prima visione assoluta - i documentari "La famiglia che sconfisse Hitler" e "Caccia ai nazisti", in onda dalle ore 21.00.
 
Il primo è in realtà una docu-fiction sull’incredibile storia di una famiglia di ebrei ungheresi - madre, padre e due bambine piccole - vittima come milioni di altri ebrei della politica di sterminio nazista. Tuttavia il coraggio del padre e una serie di accadimenti eccezionali consentirono a tutti loro di sopravvivere ai campi di sterminio e di riunirsi all’indomani della fine della guerra.
 
Mentre "Caccia ai nazisti" è un documentario che racconta la decennale caccia ai nazisti rifugiatisi, al termine della seconda guerra mondiale, in America Latina, Mediorente e Stati Uniti. I protagonisti di questa storia sono i “cacciatori” Simon Wiesenthal, e la coppia francese Beate e Serge Klarsfeld. Il documentario mostra anche inediti documenti di archivio che svelano i macabri retroscena dei crimini più infami di cui si macchiarono i nazisti.
 
Ed infine  Current Tv, che propone, per la prima volta in tv, «NaziRock», il controverso lungometraggio documentaristico di Claudio Lazzaro sulla destra radicale in Italia, ancora oggi senza distribuzione cinematografica e più volte osteggiato nella proiezione. Il film racconta, partendo da un «campo» di Forza Nuova nei pressi di Viterbo, uno spaccato del mondo neofascista italiano attraverso la musica, i raduni, gli scontri, il look dei giovani che aderiscono all’estrema destra.
 
Subito dopo «NaziRock», la programmazione speciale di Current prosegue alle 22.20 con «Cuori Neri», video prodotto da un filmmaker della community del canale che propone un viaggio nel cuore dei centri sociali di destra in Italia, tra nuovi movimenti come le ronde per la sicurezza a Bologna. Il palinsesto dedicato alla memoria della Shoah si conclude alle 23 con il programma «NeoNazisti in Europa» che propone "Dalla Russia con odio" di Christof Putzel, reportage sui nuovi movimenti neo-nazi in Russia.
 

 
GIORNO DELLA MEMORIA - PER NON DIMENTICARE...

Ultimi Video

Palinsesti TV