Un anno fa la tragedia della Costa Concordia: questi gli speciali in tv

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  domenica, 13 gennaio 2013
 11:54

Con il riposizionamento in mare dello scoglio strappato dalla Costa Concordia alle 21.45 di un anno fa, si è aperta stamane la giornata di commemorazioni del primo anniversario della tragedia, che causò 32 morti e 110 feriti. Lo scoglio, rimasto conficcato per mesi nel fianco della nave, è stato riposizionato nel punto esatto da cui la Concordia lo aveva divelto, a Le Scole.

Alla cerimonia hanno assistito i famigliari delle vittime, e gli abitanti del Giglio. Inizialmente le autorità avevano pensato a utilizzare il pezzo di roccia per realizzare un monumento commemorativo da posizionare sul molo, ma poi si è optato per il ricollocamento in mare. 

Alle 21.45, ora della collisione, verrà osservato un minuto di silenzio. Subito dopo, suoneranno le sirene delle imbarcazioni in porto e verranno lanciate 32 lanterne luminose, a ricordo delle vittime, i corpi di due delle quali non sono mai stati recuperati. 


RAI1 - Nel primo anniversario dell’affondamento della Costa Concordia all’isola del Giglio, con il processo a carico del Comandante Schettino e di altri sette indagati che è ormai in dirittura di arrivo, Speciale Tg1 il Documentario, in onda domenica 13 gennaio alle 23.15 su Rai1, ricostruisce nei dettagli, con le registrazioni sonore della scatola nera, atti dell'inchiesta, perizie e documenti inediti il tragico incidente che costò la vita a 32 passeggeri. Nella collisione della Costa Concordia contro gli scogli delle Scole, quanto ha contato l'errore del timoniere? L'affondamento in meno di tre ore era inevitabile? E quanto ha influito l’apertura, o la rottura, di una delle porte stagne collocate a poppa della Concordia? A Speciale Tg1 in anteprima la ricostruzione del perito di parte civile, il professor Bruno neri dell’Università di Pisa, il confronto fra la rotta effettuata dalla nave e la rotta che avrebbe dovuto fare.  

RAI2 - L’emergenza della Concordia durerà ancora un anno, almeno. Il più grande disastro del mare, 32 le vittime, avrà ancora tempi lunghi prima della parola fine. E a quanto ammonteranno alla fine i costi finanziari? Quale sarà poi il futuro di questa imponente nave da crociera? Verrà messa a riposo o tornerà a solcare le onde? Questi e altri interrogativi a Tg2 Insieme di lunedì 14 gennaio, alle 10.00 su Rai2. Insieme a Frediana Biasutti interverranno in studio Fabrizio Curcio della Protezione Civile, Luigi Alcaro dell’Osservatorio sulla Concordia dell’Ispra. In collegamento da Palermo Rosamaria e Salvatore Vivona, che erano a bordo della nave e dall’Isola del Giglio, Daniela Orsello, inviata del tg2,  insieme a testimoni del naufragio. Come difendere le nostre piante dai rigori dell’inverno. Ne parlerà Salvatore Petracca, florovivaista, che presenterà in studio diversi esemplari di fiori, recisi o in vaso. Per lo spazio “stare in forma” i consigli  di Alessandro Margheritini per riprendere tono muscolare dopo le feste natalizie. In studio saranno praticati quegli esercizi minimi che ognuno può ripetere a casa propria. Le previsioni del tempo saranno a cura del tenente colonnello Guido Guidi, la rassegna stampa a cura del vicedirettore del tg2 Stefano Marroni.

CIELO - (DTT canale 26) propone domenica 12 febbraio alle ore 14.00 il primo documentario sul disastro della Nave Concordia, "Terror at Sea: The sinking of the Concordia". Realizzato nel Regno Unito il documentario è stato trasmesso da Channel 4 e ha ottenuto da circa 3,4 milioni di spettatori.  "La Tragedia della nave Concordia" ricostruisce la tragedia minuto per minuto con testimonianze di superstiti e soccorritori e immagini inedite catturate dai cellulari di chi era a bordo della Concordia il 13 gennaio. Un minuzioso lavoro di ricostruzione del disastro del 13 gennaio, realizzato con lucidità e completezza di fonti, alternando le immagini amatoriali fornite dai passeggeri, molti dei quali inglesi, a quelle riprese dai mezzi di soccorso e dai notiziari, commentate dai superstiti, dall'equipaggio e da esperti del settore. Una tragedia tutta italiana raccontata da un punto d'osservazione esterno al nostro paese,  che indaga le cause e gli errori che hanno portato un colosso da crociera da 450 milioni di euro a naufragare tra le acque del Giglio, con circa 4000 passeggeri a bordo.  "La tragedia della nave Concordia" è la prima produzione televisiva che, a meno di un mese dall'accaduto e da un osservatorio straniero,  ricostruisce ed esamina il disastro della "città galleggiante" che ora giace su un fianco semiaffondata di fronte al Giglio, lasciando aperto il dibattito sulla sicurezza e sull'affidabilità di certi gioielli di moderna tecnologia navale. In attesa che i dubbi vengano sciolti resta l'enorme costo umano della tragedia.

DMAX A un anno dalla tragedia DMAX (canale 52 digitale terrestre e canale 28 di TivùSat) propone domenica 13 gennaio dalle ore 22:05 lo speciale “COSTA CONCORDIA: UN ANNO DOPO”, che racconta gli avvenimenti della notte del naufragio e le successive operazioni di recupero dei corpi. La programmazione speciale di due ore dedicata al naufragio nell’Isola del Giglio e alle operazioni di abbandono della nave, mostra immagini inedite e interviste fatte agli abitanti dell’isola che quella notte aiutarono i dispersi a mettersi in salvo. Alle ore 22:05 “Incubo su una nave da sogno” – Il 13 gennaio la Costa Concordia si incaglia negli scogli del Giglio. Cosa ha causato il naufragio e come si è adoperato l’equipaggio per portare in salvo i passeggeri? Alle ore 22:55 “Soccorso e salvataggio” – Il naufragio della Concordia ha comportato la più grande operazione di salvataggio della storia. Come è stato evitato il disastro ambientale?

NATIONAL GEOGRAPHIC - Il primo speciale alle ore 21 s'intitola 'Concordia: un anno dopo' e ricostruisce quella terribile notte, ripercorrendo gli eventi che portarono al naufragio. Nella sala ristorante si festeggia: l'equipaggio e i passeggeri cantano. All'improvviso la luce salta, i piatti cadono per terra e qualcuno comincia a urlare. Così inizia il dramma della nave. Ma non tutti si accorgono di quanto sta avvenendo. Per circa quattromila persone una vacanza da sogno si sta trasformando in un incubo. Attraverso i rapporti ufficiali, le registrazioni audio, le testimonianze del personale a bordo e le interviste agli esperti, il programma prova a spiegare le ragioni della collisione della nave con gli scogli al largo dell'isola. Non solo. Il documentario punta i riflettori anche sul piano di recupero dell'imbarcazione, analizzando nel dettaglio le operazioni da compiere. 

Alle 21.55, National Geographic Channel trasmetterà lo speciale 'Concordia: testimoni del disastro', il naufragio raccontato attraverso le voci e gli occhi dei passeggeri. Dalla partenza dal porto di Civitavecchia fino alle operazioni di salvataggio segue le storie di una famiglia italiana, di una coppia francese in luna di miele e di madre e figlia americane, ripercorrendo le ore concitate del naufragio: l'acqua che invade i corridoi e le scale della nave; il pianto dei bambini e le urla di disperazione dei genitori; il diffondersi del panico; l'assalto alle scialuppe. Il documentario presenta filmati amatoriali, molti dei quali inediti, realizzati con telefoni cellulari e videocamere nonché le riprese a raggi infrarossi della Guardia Costiera impegnata nei soccorsi.

Palinsesti TV