Mike Bongiorno a Miss Italia, largo ai 'giovani'

News inserita da:

Fonte: La Stampa

T
Televisione
  martedì, 26 giugno 2007
 00:00

Mai edizione di Miss Italia è stata più travagliata. La rissa Patrizia Mirigliani-Simona Ventura; il nome del conduttore incerto fino all’ultimo; la lite tra Jesolo e Salsomaggiore per aggiudicarsi l’intero pacchetto di bellezza.

Mike BongionoTutti contro tutti e soprattutto la ribellione degli artisti di RaiUno che sono stati scartati per dare posto a un «giovane» di Mediaset: Mike Bongiorno. Sarà lui, a condurre le quattro serate di Miss Italia a settembre anche se fino alla fine è stato in ballottaggio con Jerry Scotti, anche lui Mediaset, contattato personalmente da Patrizia Mirigliani. Ma la prima scelta per il concorso di Mirigliani era stato Pippo Baudo.

Dopo il suo rifiuto e l’affaire Ventura è iniziata la telenovelas. Con da una parte Patrizia Mirigliani, decisa a non cedere sulla credibilità del nome, e dall’altra il direttore di rete Fabrizio Del Noce assediato dalle star di casa. Tempi non facili per Del Noce, non solo per la grana del conduttore ma anche per i rapporti sempre meno facili con Patrizia Mirigliani, ormai alla guida del concorso creato dal padre.

Difficile l’equilibrio di potere tra la Rai e la Miren, che detiene il format del programma e che vuole rinnovare il concorso senza farlo diventare «altro». Da qui la paura che in mano a Simona Ventura potesse assumere la forma di un reality.

A firmare il programma come autore quest’anno sarà Massimo Romeo Piparo che ha riscritto la elezione della più bella d’Italia in chiave musical. Insomma più talento e meno bellezza per le nuove miss, un talent show, formula che sembra ricalcare gli Amici di Maria De Filippi.

E così si è arrivati a meno di due mesi dalla prima puntata del programma, in concomitanza con il debutto (ieri sera) Miss Italia nel Mondo, condotto da Massimo Giletti e Eleonora Daniele.

La loro sembrava dover essere una prova di esame per poi essere promossi a settembre per le quattro dirette su RaiUno. Ma non sembra essere più così visto che l’accordo con Mike è ormai cosa fatta e sembra che anche Fiorello sia della partita, magari in una sola serata, o nella finale. Mike e Fiorello come Totò e Peppino alla corte delle miss.

Un progetto che inizia a convincere anche chi obiettava sull’età del conduttore per paura che il concorso si trasformasse in una succursale di villa Arzilla. Non solo per la certezza che da un nome come Fiorello ma anche perché si sta pensando di affiancare a Mike un nome femminile, magari l’ironica Paola Cortellesi oppure la ex reginetta Cristina Chiabotto (ma sembra difficile che Mediaset conceda un doppio permesso, a lei e a Bongiorno).

Altra alternativa quella di ingaggiare quattro spalle femminili, una per ciascuna serata. Tra i nomi anche quello di Luciana Littizzetto. E, per carità, che non si faccia il nome di Michelle Hunziker (la preferita di zio Mike) per non far arrabbiare ancora di più le primedonne della rete ammiraglia Rai.

«Una presenza in più, non certo perché Mike ne abbia bisogno», fanno sapere dal concorso. «E’ in ottima forma, spiritoso come sempre, e Patrizia Mirigliani è felice di averlo a dirigere le miss».

Un ritorno a casa per Mike Bongiorno che non solo ha condotto diverse edizioni del concorso ma che è un grande amico di Enzo Mirigliani. «Ne abbiamo fatte tante insieme», ripete sempre quando lo incontra. Miss Italia deve rinnovarsi? Ci penseranno un ottantenne e un novantenne. Miss Italia punta sui giovani, è questa la notizia.

Maria Corbi
per "La Stampa"

Ultimi Video

Palinsesti TV