Da Mediaset un forte scossone al digitale

News inserita da:

Fonte: Il Sole 24 Ore

D
Digitale Terrestre
  domenica, 20 gennaio 2008
 00:00
E' Mediaset, ancora una volta, a rilanciare sul digitale terrestre. Lo fa, ancora una volta, con un'offerta a pagamento, questa volta su base mensile per tre canali. Una strategia che mette a nudo, tra l'altro, le carenze e i ritardi della Rai su quella piattaforma che dovrà, prima o poi, sostituire la tv analogica e lo stesso servizio universale pagato dal canone. La Rai è destinata a diventare il terzo polo?
 
Per l'azienda Mediaset si tratta di un altro passo avanti nella mutazione da broadcaster generalista - che produce ascolti e li vende agli inserzionisti - a fornitore di contenuti multipiattaforma (e multinazionale). Per ammortizzare i costi dei diritti, in particolare quelli acquistati da Universal e Warner, occorre sfruttare tutte le piattaforme. La pay tv è un mestiere a sè, dove vi è un costo di gestione dell'abbonato indipendente dal numero dei canali, che si aggiunge a quello dei diritti, al momento di tirare le somme. Ecco che, allora, si apre
una trattativa con il "nemico", Sky Italia
, magari per portare Mediaset Gallery sul satellite: non sarà facile mettersi d'accordo anche se sul calcio è già accaduto.
 
In ogni caso, Endemol, Medusa-Taodue e Gallery sono tappe di uno stesso percorso, che sta trasformando Mediaset in editore di contenuti (e che quindi avrà presto maggiori sinergie con Mondadori). Editore che oltretutto presenta l'anomalia, ormai solo italiana in  Europa, di essere integrato con l'operatore di rete Elettronica Industriale. Pur occupando con i suoi contenuti anche l'intera rete dell'operatore D-Free (Tarak Ben Ammar).
 
Il digitale terrestre è sempre più Mediaset. E sempre più a pagamento. Lo sottolinea la Lega dei consumatori: su 23 canali utilizzati dal Biscione su questa piattaforma, 17 sono di contenuti a pagamento e sei gratuiti (Canale 5, Rete 4, Italia 1, Boing, Mediashopping e Iris, ai quali si aggiungerà Bis). Iris presenta ottimi prodotti ma, come Bis, sembra nata soprattutto per ottimizzare il magazzino diritti accumulato negli anni dal gruppo.
 
Ben altro rilievo, anche promozionale, è stato dato da Mediaset alla nuova offerta pay. La quale non sembra sufficiente, da sola, a far accelerare il digitale terrestre nelle regioni dove non è previsto lo spegnimento anticipato dell'analogico. La killer application resta, lo dimostra il caso Sardegna, lo spegnimento di un canale generalista per gruppo.
 
Gallery può costituire un'offerta sostitutiva a quella di Sky? A prima vista sembra ancora più complementare che alternativa, ma le distanze si accorciano. Mediaset può puntare su una quota di abbonati Sky in difficoltà rispetto al prezzo dell'abbonamento e su chi è stanco della tv tradizionale ma non se la sente di compiere il "salto" verso l'accoppiata parabola-Sky. La differenza nell'offerta resta notevole a vantaggio di Sky, alla quale però, per la prima volta mancherà la prima visione di serie tv e Film. Tre milioni di abbonati al 2010, compresa la pay per view, è l'obiettivo di Mediaset: il problema non è vendere tre milioni di tessere prepagate ma far spendere almeno 100 euro a ciascuno dei loro possessori, tenendo elevato il livello dell'offerta. L'affermazione di Gallery, può avere un effetto collaterale: indebolire ulteriormente la programmazione di film sulla tv gratuita, aumentando i passaggi anticipati sulle piattaforme digitali.
 
La legge, infine: il tetto del 20% dei programmi c'è ma l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni non lo calcola. Il disegno di legge Gentiloni include la pay per view nel conto del 20% ma non appare dietro l'angolo. La Iptv via internet ha un decollo lento. Per i produttori indipendenti di contenuti e gli editori tv l'accesso al mercato (per i primi) e ai contenuti (per i secondi) diventa sempre più stretto.
 
Marco Mele
per "Il Sole 24 Ore"

Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      martedì, 28 aprile 2020

Palinsesti TV