Report Moige Ottobre 2011 - Colorado maglia nera, forti le immagini su Gheddafi

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  sabato, 05 novembre 2011
 16:43

Report Moige Ottobre 2011 - Colorado maglia nera, forti le immagini su GheddafiSecondo i dati elaborati dall'Osservatorio Tv del Moige - movimento genitori relativi alle segnalazioni giunte nel mese di ottobre 2011, attraverso il numero verde 800.93.70.70 e il sito www.genitori.it, è Italia 1 la rete out del mese, quella più contestata e meno gradita dai genitori per i propri figli minori.

Questa volta è Colorado a portare in basso Italia 1, ma sono soprattutto le edizioni dei Tg sulla morte di Gheddafi ad avere registrato le segnalazioni maggiori. Immagini raccapriccianti che arrivano a sconfinare persino in programmi di intrattenimento pomeridiani in fascia a protezione rafforzata, come nel caso di Pomeriggio 5, su Canale 5.

Riprese confuse, agitate e tumultuose e notizie vaghe e incerte sulla vicenda rendono la visione inquietante e vengono trasmesse un po' ovunque e in qualunque orario. Gli argomenti a favore della trasmissione di queste forti immagini si moltiplicano confondendo fatti, ragioni e circostanze, ma soprattutto confondendo il pubblico. Il problema non può essere liquidato con un semplice annuncio che avverte della messa in onda di immagini che potrebbero causare turbamento, perché, al di là dell'evidente e non trascurabile orrore che la brutalità di queste scene certamente causa negli spettatori, specie nei più piccoli, l'oggetto della questione è la completa mancanza di rispetto verso il concetto stesso di persona.

Giudizi negativi, infine, per I Griffin su Italia 2 e Disaster date su Mtv.

Positiva invece la decennale trasmissione di Rai 2, L'Italia sul 2, che si distingue da altri programmi dello stesso genere per  il  tono pacato ed il garbo con cui tratta anche gli argomenti più leggeri, senza mai scadere in inutili volgarità o sterili polemiche. Questa edizione, ancor più delle precedenti, pone particolare attenzione ai problemi dei ragazzi e delle giovani famiglie e si sforza soprattutto di proporre modelli positivi. Questo impegno lo si percepisce a partire dagli stessi conduttori, Lorena Bianchetti  e Milo Infante, che trattano i vari argomenti con discrezione ed equilibrio e moderano le discussioni tra gli ospiti mantenendo un clima sobrio e rispettoso.

Gradita anche trasmissione di Rai 3 Passepartout. Apprezzati, infine, Ginnaste: vite parallele su Mtv, La donna che ritorna e Don Matteo su Rai Uno.

Per ciò che concerne gli spot, apprezzato quello di Barilla "Il sapore buono dei momenti passati insieme". Pur restando nello stucchevole ambiente degli spot  da "famiglia perfetta con vite e persone perfette", questa pubblicità offre uno spunto interessante ricordando che spesso i buoni sapori sono accompagnati dallo sforzo di creare piacevoli  momenti di condivisione. Poco gradito, invece, lo spot della Diesel, Fuel for Life - Denim Collection: scherzosi ammiccamenti tra un ragazzo e una ragazza che passano, con straordinaria rapidità, dal simpatico gioco divertito a espliciti ed eccessivi riferimenti al sesso inteso come  vero momento pieno di vita.

PROGRAMMI IN

  1. L’Italia sul 2, Rai 2, lun. - ven. ore 14.00
  2. Passepartout, Rai 3, dom. 13.25.
  3. Ginnaste: vite parallele, MTV, lun. – ven. 15.05 e 15.30, sab. ore 11.00 e 20.00.
  4. La donna che ritorna, Rai 1, mar. ore 21.10
  5. Don Matteo 8, Rai 1, giov. ore 21.10.

L'ITALIA SUL 2

L’Italia sul 2 è il talk show pomeridiano di Rai 2 che ormai da quasi 10 anni si occupa di attualità. Si distingue da altri programmi dello stesso genere per il tono pacato ed il garbo con cui tratta anche gli argomenti più leggeri, senza mai scadere in inutili volgarità o sterili polemiche. Un salotto televisivo insomma come molti, che manifesta però l’impegno a trattare argomenti anche tra i meno popolari ma vicini al comune vivere e sentire quotidiano. Questa edizione infatti, ancor più delle precedenti, pone particolare attenzione ai problemi dei ragazzi e delle giovani famiglie e si sforza soprattutto di proporre modelli positivi. Questo impegno lo si percepisce a partire dagli stessi conduttori, Lorena Bianchetti e Milo Infante, che trattano i vari argomenti con discrezione ed equilibrio e moderano le discussioni tra gli ospiti mantenendo un clima sobrio e rispettoso. I temi trattati all’interno delle puntate sono vari e alternano sapientemente argomenti più impegnativi a momenti più leggeri, simpatici, divertenti e divertiti, tanto per gli ospiti e i conduttori, che volentieri si metto in gioco, quanto per gli spettatori. Una sola piccola pecca forse risiede nel fatto che le varie conversazioni rimangono spesso sospese senza giungere ad alcuna vera conclusione. Infatti molti degli interventi più profondi e interessanti, su cui varrebbe la pena riflettere, frequentemente si perdono e si confondono in mezzo a più ordinari e mediocri pareri a volte poveri di sostanza e fondamento.

PUBBLICITA' IN

Girotondi Mulino Bianco

“Il sapore buono dei momenti passati insieme”. Pur restando nello stucchevole ambiente degli spot da “famiglia perfetta con vite e persone perfette”, questa pubblicità offre uno spunto interessante ricordando che spesso i buoni sapori sono accompagnati dallo sforzo di creare piacevoli momenti di condivisione.

PROGRAMMI OUT

  1. Colorado, Italia 1, ven. ore 21.10, e Italia 2, lun. ore 19.15.
  2. Pomeriggio 5, Canale 5, lun. – ven. ore 16.15 (inparticolare puntata su morte di Gheddafi)
  3. Griffin, Italia 2, lun. ore 21.10.
  4. Tg Rai e Mediaset – edizioni sulla morte di Gheddafi
  5. Disaster date, MTV, lun.-ven. ore 12.05 e 12.30.

LA MORTE DI GHEDDAFI

Immagini raccapriccianti rimbalzano la notizia della morte di Gheddafi da un telegiornale all’altro e arrivano a sconfinare persino in programmi di intrattenimento pomeridiani in fascia a protezione rafforzata. Riprese confuse, agitate e tumultuose e notizie vaghe e incerte sulla vicenda rendono la visione inquietante e vengono trasmesse un po’ ovunque e in qualunque orario, senza tener conto dei minori. Inoltre, per uno sconcertante paradosso giornalistico, mentre ancora circola la notizia della morte del dittatore, sono le stesse modalità scioccanti con cui questa informazione è circolata che già iniziano a fare notizia. Così, mentre un attimo prima vengono mandate in onda senza ritegno le scene del massacro di Gheddafi e le immagini del suo cadavere, un attimo dopo negli stessi programmi ci si interroga sull’opportunità e sull’effettiva necessità di accompagnare le informazioni con riprese tanto genuinamente atroci. Documento storico? Necessità di dare prova dell’autenticità di una notizia? Gli argomenti a favore della trasmissione di queste forti immagini (adatte ad un pubblico di adulti) si moltiplicano confondendo fatti, ragioni e circostanze, ma soprattutto confondendo il pubblico. Il problema non può essere liquidato con un semplice annuncio che avverte della messa in onda di immagini che potrebbero causare turbamento, perché, al di là dell’evidente e non trascurabile orrore che la brutalità di queste scene certamente causa negli spettatori, specie nei più piccoli, l’oggetto della questione è la completa mancanza di rispetto verso il concetto stesso di persona. Il messaggio che si cela dietro questi servizi infatti è assai ambiguo: è lecito trasmettere immagini violente se queste documentano un fatto storico in sé violento ma reale; e si fa ancora più equivoco se si considera che, da un certo punto di vista, il consenso alla trasmissione delle immagini del violento omicidio di un tiranno quasi sembra legittimare un atto di violenza laddove questo serva a vendicare una forte ingiustizia subita.

PUBBLICITA' OUT

Diesel, Fuel of Life, Denim Collection
Scherzosi ammiccamenti tra un ragazzo e una ragazza passano, con straordinaria rapidità, dal simpatico gioco divertito ad espliciti ed eccessivi riferimenti al sesso inteso come vero momento pieno di vita.

IL CONSIGLIO DEL MESE

IL GRAN CONCERTO, Rai 3, sab. ore 10.15.
Dall’auditorium Toscanini di Torino Alessandro Greco, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, conduce la quarta edizione de Il Gran Concerto, programma di musica classica per i più piccoli. Un divertente intrattenimento progettato per avvicinare i più giovani alla musica classica, ai sui protagonisti nella storia e alle sue diverse manifestazioni artistiche, come danza e teatro. Il conduttore si destreggia con abilità e simpatia in mezzo ad un folto pubblico di bimbi che partecipa in modo molto attivo alla trasmissione. Il gioco e lo scherzo non levano nulla alla serietà del mondo musicale, ma al contrario ne favoriscono l’interesse e un approccio partecipativo anche da parte di chi ne è meno esperto o vi si avvicina per la prima volta. Un programma intelligente molto divertente, stimolante e formativo, che coinvolge in una passione contagiosa per tutti.

Ultimi Video

  • 5G & Verticals Tech Talk (diretta) | #FED2020

    5G & Verticals Tech Talk (diretta) | #FED2020

    Martedi 1 Dicembre 2020 alle ore 12:00 14esimo appuntamento in diretta con la nuova stagione dei TECH TALK, organizzati da Comunicare Digitale in collaborazione con Digital-News.it. Un percorso di inf...
    T
    Televisione
      martedì, 01 dicembre 2020
  • L'Era del Cambiamento Tech Talk (diretta) | #FED2020

    L'Era del Cambiamento Tech Talk (diretta) | #FED2020

    Martedi 24 Novembre tredicesimo appuntamento con la nuova stagione dei TECH TALK, organizzati da Comunicare Digitale in collaborazione con Digital-News.it. Un percorso di informazione con edizioni anc...
    S
    Satellite
      martedì, 24 novembre 2020
  • 17 Forum Europeo Digitale | Day 2 - Lucca 2020 (diretta) #FED2020

    17 Forum Europeo Digitale | Day 2 - Lucca 2020 (diretta) #FED2020

    Dalle 09:00 in diretta streaming la seconda giornata del 17esimo Forum Europeo Digitale. La decisione di svolgere l'evento in forma digitale è stata responsabilmente assunta al fine di tut...
    T
    Televisione
      venerdì, 20 novembre 2020

Palinsesti TV