Rai-Mediaset Ť sempre la stessa partita

News inserita da:

Fonte: La Stampa

T
Televisione
  mercoled√¨, 30 maggio 2007
 00:00

Per intuire come sarà l'autunno-inverno in tv, proprio mentre viene messo a punto il nuovo palinsesto Rai, basta guardare alle premesse di stagione. Per la serie le grandi novità, adesso vi beccate di nuovo Frizzi e Pupo.

Gi√ɬ†. In questi giorni usciranno di scena per la pausa estiva i due programmi pi√ɬĻ seguiti dal grande pubblico, e pi√ɬĻ ricchi di spot, ossia L'eredit√ɬ† e Affari tuoi. E verranno sostituiti con due titoli da sperimentare come Reazioni a catena e Identity.

Dove si cimenteranno appunto i redivivi Frizzi e Pupo. Sic. Addirittura, per il nuovo giochino di parole dell'ex cantantino piccino-picciò, si mettono insieme la mega-maxi-multinazionale Sony e la Magnolia di Giorgio Gori e De Agostini, un terzo e un terzo.

Ci sarà anche un terzo di Rai nel motore, perché poi qualcuno i programmi li deve pur fare materialmente. Come avete capito subito, Giovanni Minoli e tutti gli altri pochi uomini di lungo corso della tv che hanno tentato di aprire una polemica contro i format, vivono in un altro Paese.

Raiuno a tutto Endemol

Naturalmente, se Reazioni a catena lega cotanti marchi, Identity è Endemol.

Come due importantissime produzioni di prima serata dell√ʬĬôautunno di Raiuno: Il Treno dei desideri, con Antonella Clerici aspirante nuova Raffaella Carr√ɬ†; e il nuovo Fenonemi con l'inossidabile Baudo, che doveva avere al suo fianco Veronica Pivetti e invece sta cercando ancora un partner (qualcuno sogna Flavio Insinna).

Fenonemi viene dalla Bbc e mette in scena il confronto tra generazioni, tra la tv di ieri e di oggi.

Ma per Baudo, il volto pi√ɬĻ fresco del variet√ɬ† Rai, non √ɬ® finita cos√ɬ¨: in attesa di ricevere ufficialmente l'inevitabile reincarico per Sanremo 2008, StraPippo una volta al mese far√ɬ† anche un rotocalco per raccontare alla sua maniera il passato.

Su Raiuno resta aperta l'incognita, si fa per dire, della terza produzione di varietà: tornerà l'eterno Ballando sotto le stelle o no? Bibi Ballandi e Milly Carlucci per rifare il solito show ballerino hanno posto la richiesta ultimativa alla Rai di avere a disposizione la montagna di soldi indispensabile ad allestire un cast all'altezza, con ospiti di richiamo, come fu, per dire, Maradona.

Gori super-raccomandato

In alternativa c'è ancora la Magnolia di Gori, bravissimo anche a non farsi criticare per la sequela di piccoli grandi flop (certo, non è la mosca bianca dei produttori italiani alle prese con la crisi della tv). Magnolia è molto considerata nel centrosinistra che conta, e ha proposto un nuovo show con il titolo all'altezza della considerazione: SuperRaccomandati.

Per chi ha letto la proposta sarebbe una specie di Ciao Darwin versione light. Tanto quello originale, il trash-people-show che ha laureato Paolo Bonolis, lo riproporr√ɬ† Canale 5, sempre per la serie √ā¬ęnovit√ɬ†!√ā¬Ľ.

Vedremo dunque anche su Raiuno, per esempio, la squadra dei muratori con regolare Vip, che sfida quella dei parrucchieri, sempre capitanati dal Vip di turno? Domanda da brivido, ma √ɬ® pi√ɬĻ facile che alla fine rivedremo Ballando con Ballandi e Carlucci, che dovrebbe addirittura salvare Miss Italia dall'imbarazzante scontro tra l'organizzatore Mirigliani e Raiuno per la candidatura di Simona Ventura.

Striscia il supershow

Gi√ɬ†, perch√ɬ© non √ɬ® finita con le sorpresone: altro che nuovo Musichiere e Raiuno, Ventura torna al caldo riparo de L'Isola dei famosi. E dire che √ā¬ęCrederci sempre, arrendersi mai!√ā¬Ľ √ɬ® il suo strillo-motto di guerra in tv, al punto di annunciarci addirittura un libro per Mondadori con il titolo di cui sopra. Si vede che non ci credeva, alla prima rete e ha preferito arrendersi di nuovo al duo Gori-Marano.

Questa sulla carta è la nuova Rai, salvo varianti politiche sempre possibili, con l'assemblea convocata per il 6 giugno e il vertice che traballa.

E sempre sul filo delle straordinarie novità, per il prime-time autunnale Canale 5 cala un poker d'assi: oltre al già citato Bonolis di nuovo darwinista, tornano Maria De Filippi postal-lacrimevole, le gag generazionali di Zelig e addirittura Striscia la notizia per sei puntate speciali in versione show.

S'intravede il tentativo non solo di dare la spallata contro la Rai ma anche di ridimensionare Italia 1: si parla persino di una deportazione delle Iene in terza serata, ma alla rete restano pur sempre i telefilm pi√ɬĻ forti.

La guerra dei super-ospiti

Tutta una bagarre a parte, riguarda infine i nomi di grido da mandare in scena come comparse. Una guerra che vedr√ɬ† al solito stravincere Maria De Filippi e il suo C'√ɬ® posta per te, che l'anno scorso ha potuto vantare ospiti come John Travolta e Nicole Kidman, e ancora si favoleggia sui loro cachet in dollari, nonch√ɬ© mezza nazionale di calcio, da Gattuso e Totti in gi√ɬĻ, pesati sul mercato addirittura tra i 150 e i 200mila euro!

Il trend evidente è segnato anche dalle volontà di tanti protagonisti di talento, che vogliono tenersi fuori dalla mischia televisiva. Ma di questo conviene riparlare a parte.

Paolo Martini
per "La Stampa"

Ultimi Video

Palinsesti TV