Pubblicato in Gazzetta Ufficiale decreto su canone frequenze

News inserita da:

Fonte: Ansa

E
Economia
  martedì, 20 gennaio 2015
 17:29

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale decreto su canone frequenzeÈ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo aver superato l'esame della Corte dei Conti, il decreto ministeriale, firmato il 29 dicembre scorso dal sottosegretario Antonello Giacomelli con le nuove regole per il canone delle frequenze tv.

Il provvedimento prevede che «in via transitoria, nelle more della determinazione da parte del Ministero dello sviluppo economico, con successivo decreto, dei contributi per l'utilizzo delle frequenze nelle bande televisive terrestri, gli operatori di rete sono tenuti a versare entro il 31 gennaio 2015, a titolo di acconto del contributo dovuto per l'esercizio finanziario 2014, una somma pari al 40 per cento di quanto versato nell'anno 2013».

Si tratta di una soluzione ponte, dunque, in attesa della nuova normativa che dovrebbe neutralizzare la delibera Agcom del 30 settembre 2014, finita nel mirino per aver riconosciuto uno sconto a emittenti come Rai e Mediaset. Un risultato ottenuto spostando il baricentro dalle emittenti (che fino a oggi pagavano l'1% del fatturato) agli operatori di rete, che detengono i diritti d'uso delle frequenze. Nelle premesse del decreto si specifica, da un lato, «che è necessario distinguere il regime contributivo applicabile agli operatori di rete, in quanto assegnatari dei diritti d'uso delle frequenze, dal regime contributivo di soggetti anche giuridicamente differenti, quali i fornitori dei servizi, alla luce del quadro normativo vigente».

D'altra parte si fa presente che dal nuovo sistema di contributi, secondo quanto prevede la legge, «non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica» e si ricorda la lettera inviata dalla Commissione europea all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ed al Ministero dello sviluppo economico il 18 luglio 2014 nella quale si sottolineava che i contributi «devono essere obiettivamente giustificati, trasparenti, non discriminatori e proporzionati allo scopo perseguito»

Ultimi Video

Palinsesti TV