Osservatorio Agcom, Mediaset e Rai riducono gli ascolti a scapito di Sky

Osservatorio Agcom, Mediaset e Rai riducono gli ascolti a scapito di Sky

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

E
Economia
  giovedì, 14 luglio 2016
 19:00

Osservatorio  Agcom, Mediaset e Rai riducono gli ascolti a scapito di SkyNel complesso il settore dei «media tradizionali» fa segnare, tra il 2010 e il 2015, una riduzione dei ricavi di poco inferiore al 23%, mentre con riferimento all’ultimo anno, si segnala una flessione nell’ordine del 1,2%. Nel periodo considerato le risorse del settore editoriale nel suo complesso segnano una riduzione del -37,9%, rispetto al -13% rilevabile nel comparto radiotelevisivo. Anche nello scorso anno l’editoria mostra una flessione (-7,4%), mentre il settore Radio televisivo segna un debole crescita (+0,8%). Il valore della pubblicità online cresce del 45,1% nel periodo 2010 – 2015 e del 5,2% nell’ultimo anno. Lo rileva l'Agcom nell'Osservatorio trimestrale delle Comunicazioni.

Rai e Mediaset sono i due principali operatori in termini di audience, con il 37,2% e il 32,8% di quote di ascolto, seppure su livelli di share leggermente inferiori rispetto al 2012 L’audience di Discovery, grazie anche ad operazioni di M&A, dopo una crescita dal 2012 fino a giugno 2015, registra una diminuzione posizionandosi sul 6,3% di audience. L’audience degli operatori minori è pari al 13,5%, con un trend decrescente dal 2012 .

Il canone Rai fa registrare, nel periodo considerato (marzo 2012-marzo 2016), una consistente flessione dovuta alle previsioni della «legge di stabilità 2016» e nel successivo decreto attuativo del Mise, che per il 2016 riduce l’importo dell’abbonamento di 13,50 euro rispetto al 2015. Incrementi di prezzo maggiori si registrano per la pay TV (+13 p.p.), i servizi postali (+22,8 p.p.) e i quotidiani (+21,7 p.p.)

Osservatorio  Agcom, Mediaset e Rai riducono gli ascolti a scapito di Sky

Ultimi Video

Palinsesti TV