De Puyfontaine (Vivendi): «Vedo il bicchiere con Mediaset sempre mezzo pieno»

De Puyfontaine (Vivendi): «Vedo il bicchiere con Mediaset sempre mezzo pieno»

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

E
Economia
  giovedì, 23 marzo 2017
 22:18

 De Puyfontaine (Vivendi): «Vedo il bicchiere con Mediaset sempre mezzo pieno»L'opportunità di creare «un player molto forte» in Europa grazie a due società come Vivendi e Mediaset «è ancora valida», nonostante la querelle legale che sulla cessione di Premium ha opposto la società di Cologno al gruppo francese.

È in sintesi quanto afferma l'amministratore delegato di Vivendi Arnaud De Puyfontaine che ai giornalisti che gli chiedono se il progetto è ancora valido risponde: «Io vedo sempre il bicchiere mezzo pieno». Al termine dell'incontro che ha avuto luogo all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, il manager spiega che «ad aprile scorso c'era un piano strategico che andava bene per Mediaset e Vivendi: era un progetto molto valido». De Puyfontaine sottolinea che il gruppo francese in Italia «ha fatto tante cose; vogliamo essere visti come amici dell'Italia e per quello che facciamo qui».

Citando anche i risultati conseguiti da Telecom - che secondo l'ad della società francese è «molto più forte dell'anno scorso» - De Puyfontaine ribadisce che «vogliamo essere giudicati per quello che facciamo: renderemo grandi tutti i progetti». «Quando guardate al sistema dei media mondiali -prosegue- e guardate gli altri competitors, gli over the top, quando avete l'opportunità unica di creare una proposta comune, un progetto forte tra due società come Mediaset e Vivendi e creare un player molto forte a livello europeo: questo è un progetto fantastico».

E a chi gli chiede, appunto, se la proposta che già aveva caratterizzato le indicazioni di Vivendi non sia decaduta in seguito alla querelle anche legale per il 'no' dei francesi all'acquisto di Premium, De Puyfontaine replica quindi di vedere sempre «il bicchiere mezzo pieno». Infine il manager ha parole di apprezzamento per l'incontro odierno in Agcom che entro il 21 aprile deciderà sull'ipotesi di violazione dei limiti al controllo incrociato di società nel mercato delle comunicazioni italiano in seguito alla scalata dei francesi a Mediaset.

«Abbiamo apprezzato - dice - la qualità della discussione: ringrazio l'Agcom e i suoi componenti che ci hanno dato l'opportunità di spiegare la situazione». «L'incontro è stato molto positivo», conclude.

Ultimi Palinsesti