Minaccia streaming illegale, Agcom studia blocco siti pirata entro 30 minuti

Minaccia streaming illegale, Agcom studia blocco siti pirata entro 30 minuti

News inserita da:

Fonte: FACT / Il Sole 24 Ore

I
Internet e Tv
  mercoledì, 14 dicembre 2022
 16:35

Una nuova ricerca di FACT ha rivelato che i contenuti televisivi e cinematografici del periodo natalizio sono, per il 54% degli italiani, uno dei modi preferiti di passare del tempo assieme e per intrattenere la famiglia. La ricerca mostra che un quarto (26%) dei consumatori è tentato di mettere a rischio la propria sicurezza online per accedere a uno streaming gratuito durante le festività. Questo nonostante molti consumatori (47%) siano preoccupati di essere presi di mira dai truffatori questo Natale. La maggior parte degli spettatori si affida alla televisione satellitare (42%) e ai servizi di streaming online in abbonamento (56%) per guardare i contenuti durante le feste. I film di Natale (63%) sono i più popolari in termini di contenuti più visti.

Tuttavia, gli italiani che festeggiano il Natale sono soliti sintonizzarsi anche su spettacoli televisivi (37%)ed eventi sportivi in diretta (21%), speciali televisivi natalizi (32%) e repliche televisive natalizie (21%). Tuttavia, il periodo che precede il Natale è un momento particolarmente rischioso per i consumatori. Opentext Security Solutions ha rilevato che oltre un terzo (36%) di tutte le truffe di phishing nel 2021 è avvenuto proprio nel periodo che precede il Natale. La ricerca ha anche messo in luce l'enorme quantità di siti di streaming illegali che i criminali informatici utilizzano per truffare gli spettatori ignari.

L'analisi di 50 tra i siti più popolari ha rilevato che tutti avevano contenuti dannosi e che oltre il 40% non disponeva del necessario certificato di sicurezza, lasciando così gli spettatori esposti ai pericoli dello streaming illegale. Infine, nonostante i rischi dello streaming illegale siano in gran parte noti, molti consumatori non li comprendono appieno, tra questi, i più comuni sono i malware (35%), la violazione dei dispositivi (40%) e i pop-up espliciti o estremi (38%).

La ricerca è stata condotta da Opinium su 2.000 adulti italiani rappresentativi della popolazione dell'Italia. La ricerca è stata condotta tra il 21 e il 25 novembre 2022. Opinium aderisce alla Market Research Society, che si basa sui principi ESOMAR.

Kieron Sharp, CEO at FACT, ha commentato:

«Il Natale è un momento speciale per le famiglie che hanno l'occasione di guardare insieme contenuti in streaming. Come evidenziato dalla ricerca, può essere un'esperienza positiva che aiuta a riunire le persone e a farle divertire. Tuttavia, chi guarda i contenuti in questo periodo di festa deve assicurarsi di farlo in modo sicuro. In questo periodo i truffatori e i criminali informatici sono più attivi che mai e le famiglie si espongono a seri rischi se scelgono di guardare contenuti illegali. Raccomandiamo ai consumatori di utilizzare streaming sicuri e legali, che possono essere reperiti sul sito web: https://www.getitrightfromagenuinesite.org/.»

Kelvin Murray, Senior Threat Researcher di OpenText Security Solutions, ha dichiarato:

«Le festività natalizie sono uno dei momenti preferiti dai criminali informatici che sfruttano l'aumento dell'attività online dei consumatori. Lo streaming illegale rappresenta un grande rischio: la nostra ricerca ha dimostrato che in questo periodo i criminali accedono ai conti bancari, commettono frodi e installano software dannosi. Per questo Natale, state al sicuro e godetevi i film e gli speciali televisivi soltanto attraverso fonti legali.»

Intanto come ci riferisce Andrea Biondi giornalista del Sole 24 Ore, Agcom si prepara a una stretta contro la pirateria audiovisiva online. Un giro di vite che arriverà attraverso la modifica del regolamento di cui alla Delibera 680/13/CONS del 12 dicembre 2013.

Già nel 2018 il Regolamento dell’Autorità era stato integrato con la possibilità di emanare provvedimenti cautelari qualora la violazione risultasse manifesta e sussistendo la minaccia di un pregiudizio imminente, grave e irreparabile per i titolari dei diritti. Tuttavia, se si parla di eventi sportivi live, i tempi di implementazione risultano ben poco incisivi considerando quanto stabilito dall’articolo 9-bis del Regolamento e cioè che l’ordine cautelare deve essere adottato da Agcom entro tre giorni dalla ricezione della segnalazione e che i destinatari dell’ordine (gli Isp e quindi i vari Tim, Vodafone, ecc.) devono eseguirlo entro 48 ore.

Sarà necessaria l’implementazione di una piattaforma tecnologica che dovrà consentire ai titolari dei diritti, sotto la propria responsabilità, di segnalare ad Agcom i siti pirata con immediata risposta, poi, dell’Autorità tenuta a inoltrare l’ordine tempestivamente tramite la medesima piattaforma ai provider. I quali, a quel punto, saranno a loro volta tenuti all’immediata disabilitazione (e comunque non oltre i 30 minuti dalla ricezione).

«Apprezziamo l’intervento di AgCom in tema di antipirateria perché il provvedimento ‘aperto e dinamico’ da attuarsi anche attraverso il meccanismo machine to machine costituisce un grandissimo passo in avanti per la lotta alle pratiche illecite in materia audiovisiva».

Così il presidente della Lega Serie B Mauro Balata commenta la stretta voluta dall’AgCom che introduce la possibilità di esclusione dal flusso per gli IP illegali in breve tempo.

«L’intera autorità con il Commissario onorevole Massimiliano Capitanio, che si è fatto promotore dell’iniziativa, mutuata dal Disegno di legge a sua firma, ha dimostrato lungimiranza, competenza e reale volontà di fronteggiare un fenomeno come quello della pirateria che fa male al calcio e al mondo del lavoro, sottraendo un numero importantissimo di impieghi come risulta dall’ultima indagine FAPAV. Un fenomeno questo – conclude Balata - che alimenta al contempo in modo rilevante le attività malavitose».

Il migliore intrattenimento di Sky e la UEFA Champions League.
Sky TV + Sky Sport a 24,90€ al mese per 18 mesi
In regalo anche un Buono Regalo Amazon.it da 50 Euro
Promo valida sono online fino al 18/12/2022

Ultimi Palinsesti