Murdoch mette gli occhi su Tiscali

News inserita da:

Fonte: Mercati

I
Internet e Tv
  martedì, 13 marzo 2007
 00:00

Dopo l'Opa targata Swisscom su Fastweb, e l'eventuale contro Opa di Mediaset sulla società di Silvio Scaglia, Tiscali potrebbe fi­nire nel mirino del magnate au­straliano Rupert Murdoch.

TiscaliVisto lo sconvolgimento delle ultime ore nel settore, l'ultima preda di un certo peso che resta sul parterre delle tic italiane è appunto l'Isp sardo, fondato da Renato Soru.

«Per il tycoon autraliano -spiega un analista - Tiscali po­trebbe rivelarsi un buon affare, sia per la crescita nel mercato italiano sia in quello inglese».

E in pole position per la scalata re­sta anche l'inglese British Telecom, che da tempo è uscita allo scoperto manifestando il suo in­teresse. Gli analisti restano divi­si, però, sull'attuale valore di Borsa di Tiscali.

«Per noi - spie­ga Oriana Cardani, esperta di RasBank - è un po' cara. E credo che, oltre che sul prezzo, restino delle perplessità anche sul posi­zionamento strategico dell'azien­da».

La banca d'affari resta sett sul titolo con target price a 2,3 euro. Più ottimisti su un poten­ziale upside del titolo sono gli esperti di Centrosim. Il titolo, co­munque, grazie all'effetto Opa, ieri è stato in spolvero per l'intera giornata.

Le quotazioni hanno strappato in chiusura un pro­gresso del 6,23%, attestandosi a 2,68 euro. Molto intensi anche gli scambi: sono passati di mano 17,8 milioni di tìtoli, pari al 4,2% del capitale sociale, con volumi quadruplicati rispetto alla media mensile.

Allargando l'orizzonte, da inizio anno, Tiscali ha recupe­rato in Borsa tutte le perdite del 2006, che si era chiuso con un calo del 6 per cento. Quanto ai conti, l'Isp ha chiuso l'ultimo bi­lancio con ricavi a 678,5 milioni (più 28% sul 2005), un mol a 100,1 milioni (più 44%) e una marginalità passata dal 13 al 15% dei ricavi.

R.V.
per "Mercati"

Ultimi Video

Palinsesti TV