Il Libro della Giungla dopo 40 anni in prima tv su Toon Disney

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

S
Sky Italia
  venerdì, 04 aprile 2008
 00:00
In prima Tv assoluta su Toon Disney, Sabato 5 Aprile alle ore 9  “Il libro della giungla”, un vero e proprio classico dell’animazione,  seguito in prima persona da Walt Disney,  tratto dai romanzi di Rudyard Kipling.
Il protagonista è Mowgli, “cucciolo d’uomo” che incontra, nel suo viaggio verso il villaggio degli uomini,  molti personaggi, prima fra tutti la pantera Bagheera, che, fungendo da voce narrante, racconta a modo suo dell'arrivo del ragazzo nella giungla. Allevato da una famiglia di lupi, Mowgli cresce sereno per i primi anni della sua vita, ma l'arrivo nella giungla della tigre Shere Khan cambia le cose.  

Per la sua salvezza, Mowgli deve tornare nel suo mondo,  il villaggio di umani al margine della giungla. La saggia Bagheera lo accompagnerà fino a destinazione.

Mowgli non ne vuol sapere e, per sua fortuna, tra le prime creature che incontra durante il viaggio c'è un grosso orso grigio che lo prende presto in simpatia: Baloo. Questa non è una buona cosa agli occhi di Bagheera, certa che l'orso non farà che ritardare il lavoro. Da questo momento la pantera diviene spettatrice, più che affidataria del cucciolo d'uomo, che resta sotto la custodia di Baloo.

L'orso promette al ragazzino una vita libera e spensierata, fatta di cibo e canzoni,
concetto splendidamente riassunto nel momento musicale "Lo Stretto Indispensabile".
Il viaggio viene così interrotto, e ora i problemi sono altri. Le scimmie però rapiscono Mowgli e lo portano al cospetto di Re Luigi, che ritiene il ragazzo in grado di svelargli il segreto di una cosa che lo renderebbe totalmente simile all'uomo: il fuoco! L'indiavolata fuga dal palazzo del Re è un susseguirsi di gag e di rovesciamenti di situazione, Mowgli viene liberato e catturato diverse volte prima che il piano del re crolli, insieme all'intero edificio che lo ospita.

Purtroppo Re Luigi non è il solo pericolo della giungla, e sicuramente non è il più grosso. In un paio di occasioni Mowgli sfugge per un soffio alle attenzioni del suadente serpente Kaa, deciso a far del ragazzo un sol boccone, mentre Shere Khan è sempre sulle sue tracce. Proprio per questo Baloo finisce per accettare l'idea di Bagheera: Mowgli deve tornare tra gli umani.

L'orso non riesce però a convincere il ragazzino che, anzi, fugge via, deciso a vivere da solo, piuttosto che andare al villaggio. Shere Khan arriva finalmente al ragazzo, ora indifeso e senza amici, decisa ad uccidere il ragazzo e chiunque si frapponga fra lei e la sua preda.

Scampato all’ultimo assalto della tigre, il gruppetto di amici si trova a pochi passi dal villaggio. Mowgli si arrampica su un albero per sbirciare e intravede una ragazzina intenta a riempire una giara di acqua. Uno sguardo è sufficiente per dare l'ultima spallata alle resistenze del cucciolo d'uomo. Il villaggio è decisamente il suo posto.

Il film ha i suoi punti di eccellenza soprattutto nella psicologia dei personaggi e nelle animazioni, che spinsero ancora avanti il confine della perfezione in questo campo. Estremamente difficile da riprodurre in un cartone animato è infatti il particolare modo di muoversi di una tigre, ma gli animatori Disney hanno lavorato a lungo per dar vita alla credibilissima Shere Khan.
 
La colonna sonora alterna lo swing più sfrenato alle ipnotiche melodie ispirate dall'ambientazione. Baloo e Re Luigi cantano i brani più celebri del film, ma le musiche di accompagnamento hanno un enorme potere evocativo. 

Tra le curiosità, va ricordata quella del brano cantato dal gigantesco serpente Kaa per ipnotizzare le sue vittime, che era stato scritto dai fratelli Sherman per il loro capolavoro musicale uscito solo tre anni prima: Mary Poppins.
 
Un’ultima curiosità: tra i personaggi del film spiccano anche comprimari di tutto rispetto come gli avvoltoi, che ricordano i Beatles e il Colonnello Hathi che guida i suoi elefanti come un plotone di soldati, ma può farben  poco con la moglie Guendalina.
 
Titolo originale: Jungle Book. Animazione, Usa, 1967. Regia di Wolfgang Reitherman
  
 
ECCO IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA DEL 5 APRILE
 
IL LIBRO DELLA GIUNGLA
Ore 9.00, 11.35, 14.00, 16.30 e 19.05
 
CUCCIOLI DELLA GIUNGLA
Ore 10.20, 12.50, 15.25 e 17.55
Con I cuccioli della giungla ritornano i personaggi del capolavoro d’animazione “Il libro della giungla” in versione “junior”. Sono dei cuccioli, a iniziare da Baloo, il simpatico orsetto con il naso che sembra una ciliegia gigante per proseguire con Bagheera, la pantera che dispensa saggezza, il serpente Kaa e il Re Louie, la scimmia incontenibile quando ha liane e banane per le zampe.
 
Titolo originale: Jungle Cubs. Animazione, Usa, 1998. Regia di Kenny Thompkins e Mircea Mantta
 
TIMON E PUMBAA
ORE 10.50, 13.20, 15.50 e 18.20
Una coppia scatenata in giro per il mondo, tanta musica e tanto divertimento. La serie Timon & Pumbaa è un appuntamento quotidiano con Timon, suricata saggio e astuto, e Pumbaa, il facocero inmgenuo e sincero, che vivono secondo un motto invidiabile: «Hakuna Matata» (“nessun problema”).  Girano in tutto il mondo dall’Antartide alla Spagna, alla ricerca di situazioni avventurose e di nuovi amici, regalando momenti esilaranti cantando e ballando senza freni.
 
Titolo originale: Lion King’s Timon & Pumbaa – Animazione, Usa, 1996
 
LA LEGGENDA DI TARZAN
ORE 11.05, 13.35, 16.05 e 18.35
In questa serie Tarzan ha la responsabilità di guidare e proteggere ogni componente della comunità. Per spiegare il contrasto tra la vita nella giungla e il mondo civilizzato, ci sono i divertenti litigi tra Tarzan e Jane, uniti da un profondo amore, ma anche divisi da piccole divergenze superate soltanto dal loro affetto e dal reciproco rispetto.

Non poteva mancare la simpatica banda di animali amici di Tarzan: l’elefantino Tantor, timido e goffo, il gorilla Terk, inseparabile compagna di giochi di Tarzan bambino e ora un’amica fidata, Kala, la madre premurosa che lo ha salvato dalle grinfie del ghepardo Sabor. Inoltre, nel cast ci sono anche Nuru e Sheeta, due feroci pantere, e un dispettoso babbuino di nome Manu assieme ai gorilla Flynt e Mungo.  

Titolo originale: Disney’s The Legend of Tarzan. 2001 - Produzione della Walt Disney Television Animation. Bill Motz e Bob Roth sono i produttori esecutivi.

Palinsesti TV