Nuova società di distribuzione cinematografica, in campo anche Sky Italia

Nuova società di distribuzione cinematografica, in campo anche Sky Italia

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

S
Sky Italia
  lunedì, 29 agosto 2016
 16:07

Nuova società di distribuzione cinematografica, in campo anche Sky ItaliaSky Italia, Cattleya, Indiana, Italian International Film, Palomar, Wildside annunciano di aver raggiunto un accordo per la realizzazione di una nuova società di distribuzione cinematografica che sarà costituita nelle prossime settimane. Questa nuova realtà nasce per sostenere e stimolare il cinema italiano, attraverso un modello innovativo, aperto e partecipativo.

Per la prima volta una media company che opera nel settore pay e free e alcuni importanti produttori indipendenti italiani uniscono le loro forze per offrire al mercato nuove opportunità, con la possibilità di tentare strade diverse sia sul piano dei modelli distributivi, che su quello dei contenuti e del linguaggio, arricchendo l’offerta cinematografica a tutto vantaggio degli amanti del cinema, del pubblico e più in generale dei consumatori. Il nome della nuova compagnia non c’è ancora e la costituzione ufficiale avverrà nelle prossime settimane, quando verrà anche annunciato il management. Sky detiene il 60 per cento delle quote, il rimanente 40 è diviso fra i produttori ed è ancora presto per conoscere i titoli dei primi film in listino.

«La nostra iniziativa», spiega Andrea Scrosati, Vice Presidente Programming di Sky Italia, «nasce dalla volontà congiunta di sostenere e stimolare il cinema italiano che, come ha dimostrato l’ultima edizione dei David, è in piena rinascita e ricco di potenzialità. Vogliamo offrire al mercato un nuovo modello partecipativo. La magia del cinema nasce dalle idee e dal talento: per la nostra distribuzione diventa strategicamente fondamentale valorizzarli. La nuova società sarà una casa di vetro aperta anche ad altri produttori. L’accelerazione tecnologica sta cambiando sempre più radicalmente il consumo di film e il cinema deve prenderne atto per non perdere le nuove opportunità. Anche il pubblico di Sky predilige i film nazionali: sui 10 titoli che hanno registrato gli ascolti più alti sui nostri canali, sette erano made in Italy. E gli abbonati Sky sono i più assidui freqentatori delle sale».

«La decisione di distribuire», aggiunge Riccardo Tozzi di Cattleya, «nasce anche per riequilibrare il mercato: dopo la riduzione degli investimenti da parte di Medusa, RaiCinema si era trovata suo malgrado, senza averla cercata, a ricoprire una posizione di monopolio. La nuova società riapre la concorrenza, amplia gli orizzonti, insomma fa bene a tutti». E per Mario Gianani di Wildside «dimostra la capacità del nostro cinema di fare sistema. Oggi, in questa iniziativa, i produttori investono soldi privati: è un ottimo segnale per l’industria, per il mercato, per il Paese».

Paolo Del Brocco, ad di RaiCinema: «Prendiamo atto della nascita della nuova distribuzione accompagnando la notizia, da operatori responsabili del settore, con una riflessione: tutto quello che fa crescere il mercato e aumenta la torta del cinema è positivo». 

Ultimi Video

Palinsesti TV