Sky Italia, nel primo trimestre fiscale crescono ricavi, abbonati e proventi da pubblicità

Sky Italia, nel primo trimestre fiscale crescono ricavi, abbonati e proventi da pubblicità

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

S
Sky Italia
  giovedì, 13 ottobre 2016
 10:00

Sky, tornano a crescere abbonati e ricavi, utile operativo a 67 mln di euro. Boom On DemandNel primo trimestre fiscale dell'anno (dal 1 Luglio al 30 Settembre 2016) le attività europee del gruppo Sky hanno segnato un aumento dei ricavi del 5% a 3,42 miliardi di euro. Oltre all'aumento del 4% registrato in Italia, spicca la crescita del 9% in Germania e Austria a 480 milioni mentre nel Regno Unito, il cui peso resta cruciale, l'aumento è del 5% a 2,32 miliardi di euro. Tra giugno e settembre i nuovi abbonati in totale sono stati più di 100mila con un taglio dei costi operativi del 2%  e il business è «in pista contro le aspettative di fine anno». I conti del gruppo sono stato ovviamente spinti anche da appuntamenti come gli europei di calcio e le Olimpiadi di Rio, ma l'amministratore delegato europeo di Sky, Jeremy Darroch, sottolinea come la società televisiva sia «impegnata nell'ottenere i risultati annunciati di crescita».  

In Italia ricavi in crescita del 4%, la più alta crescita dei ricavi Q1 (primo trimestre) dal 2009: £609mln (€719mln*). Abbonati in crescita per il quarto trimestre consecutivo, migliore crescita Q1 degli ultimi 4 anni: +22mila abbonati, totale 4.76mln. Crescita del 17% dei ricavi da pubblicità, miglior Q1 di sempre, trainata da Euro2016 e dalle ottime performance dei canali FTA e in particolare di TV8, che ha quasi raddoppiato gli ascolti in un anno. Più del 50% dei clienti connessi a Sky On Demand Oltre 1.5 milioni di clienti iscritti al programma di fedeltà “extra” Ieri il debutto di Sky Go Plus, nelle prossime settimane la roadmap di innovazioni si arricchirà di nuovi servizi: HD su on demand, una nuova interfaccia per il My Sky e lancio della nuova Sky Kids app.

* tasso di cambio Euro/Sterlina - €1:18:£1

«Oggi Sky è la prima vera media company nel nostro paese con ampi margini di crescita, l'Italia resta un Paese importante nonostante una flessione significativa del mercato degli ultimi anni». Ha commenato così l'ad di Sky Italia, Andrea Zappia, In un mercato di pubblicità, abbonamenti e licenze pubbliche «che oggi non riesce a leggere i fatturati degli over the top, Sky e' riuscita a rimanere e combattere una situazione economica complicata restando stabile con un business plan più resiliente degli altri operatori del Paese» ha detto Zappia «Stiamo aiutando il sistema italiano ad alzare la barra; dobbiamo muoverci a livello globale, non solo domestico» ha aggiunto il ceo citando le produzioni di Gomorra e The Young Pope. «I prodotti come The Young Pope possono esistere grazie a un modello produttivo di business come quello di Sky che può investire su prodotti che abbiano voglia veramente di emergere per superare i confini e proiettarsi a pieno titolo in mercati di tutto il mondo. Quello diretto da Sorrentino è un prodotto pensato per il mercato globale che in tutte le sue fasi di realizzazione è sempre rimasto italiano così come italiani sono praticamente tutti i talenti e i professionisti coinvolti. La dimensione europea del gruppo Sky ci permette di aprire nuove prospettive e di imprimere un'ulteriore accelerazione a questo processo. Sky da anni si impegna nel migliorare la qualità dell'industria televisiva italiana»

Articolo di Simone Rossi
per "Digital-News.it"
(twitter: @simone__rossi)

Sky Italia, nel primo trimestre fiscale crescono ricavi, abbonati e proventi da pubblicità

Sky Italia, nel primo trimestre fiscale crescono ricavi, abbonati e proventi da pubblicità

Ultimi Video

Palinsesti TV