Diritti tv Serie B, si deciderŗ (forse) il 5 Febbraio

News inserita da:

Fonte: Il Corriere dello Sport - Stadio

S
Sport
  gioved√¨, 31 gennaio 2008
 00:00
La Serie B in diretta tv, a partire dalla 3a giornata di ritorno in programma il prossimo 9 febbraio. E' l'ipotesi a cui in queste ore sta lavorando la Lega Calcio dopo che l'interesse manifestato da La7 ha riaperto i giochi sulla copertura televisiva del campionato cadetto. Tra oggi e domani, infatti, sono attese in Lega le proposte dei vari operatori che andranno a comporre quell'ipotesi di accordo che sarà sottoposta al vaglio del Consiglio di Lega martedì prossimo, 5 febbraio. A quel punto, se arriverà l'ok da parte dei club, la B potrebbe tornare in onda già dal primo week end utile, appunto con la 3a giornata di ritorno.
√ā¬†
LE CIFRE√ā¬† -√ā¬† Non sar√ɬ† probabilmente una proposta economicamente entusiasmante, ma c'√ɬ® da badare al sodo; i club dovranno valutare se sia il caso di accontentarsi e tornare ad avere una visibilit√ɬ† oppure di andare avanti cos√ɬ¨, senza copertura tv e, ovviamente, senza soldi.
Ad inizio stagione il valore commerciale dei diritti in criptato per la B era stato stimato fra i 15 e i 20 milioni di euro, cifra a questo punto da dimezzare (fra i 7,5 e i 10 milioni) perch√ɬ© siamo gi√ɬ† nel girone di ritorno e da ritoccare al ribasso, dal momento che nel frattempo sar√ɬ† passata un'altra settimana di campionato. In sostanza la B dovrebbe incassare una cifra fra i 6 e i 7 milioni di euro per le ultime 19 giornate di campionato (dal 9 febbraio in poi) pi√ɬĻ gli eventuali play off e play out.
√ā¬†
LO SCHEMA√ā¬† -√ā¬†
A quella somma si arriver√ɬ† mettendo insieme le offerte di pi√ɬĻ operatori, perch√ɬ© la Lega intende cedere i diritti su tutte le piattaforme e su tutti i media: quindi non solo digitale terrestre e satellitare ma anche internet e telefonia mobile. Del resto la stessa La7 sta cercando di coinvolgere nell'operazione anche Sky, per due motivi. Il primo √ɬ® economico: nessun broadcaster vuole e pu√ɬ≤ coprire da solo i costi per i diritti e quelli di produzione. Il secondo √ɬ® tecnico e riguarda la capacit√ɬ† di trasmettere pi√ɬĻ di un certo numero di partite in contemporanea. II programma del sabato pomeriggio, insomma, andrebbe comunque ripartito fra digitale terresetre e satellitare.
√ā¬†
Se l'accordo andasse in porto, il turno di campionato verrebbe con ogni probabilità spalmato su tre giorni, secondo lo schema delle ultime stagioni: un anticipo al venerdì e un posticipo al lunedì, entrambi in notturna, con le altre nove partite giocate di sabato pomeriggio come da calendario.

PRUDENZA√ā¬† -√ā¬† Aspettando il Consiglio del 5 febbraio, i vertici della Lega Calcio hanno scelto una linea di basso profilo. √ā¬ęNon vogliamo illudere nessuno n√ɬ© illuderci√ā¬Ľ, fanno sapere da Milano, con riferimento alle trattative che in passato sembravano concluse e che poi sono saltate. L'obiettivo, aggiungono, √ɬ® quello di arrivare al Consiglio con una proposta
√ā¬ęinteressante e definitiva√ā¬Ľ.
√ā¬†
Ettore Intorcia
per "Il Corriere dello Sport - Stadio"

Ultimi Video

Palinsesti TV