Mimun confida: 'Dopo la mia uscita, la Rai mi ha depennato'

News inserita da:

Fonte: Apcom

T
Televisione
  martedì, 07 agosto 2007
 00:00
"Il giorno dopo la mia uscita dal Tg1 scopro che il mio nome nel computer era già stato depennato. Sono comportamenti per i quali altri avrebbero chiesto il sequestro del cavallo. La Rai è una azienda che non ha memoria storica. In mezzo minuto succede che uno si trasforma da risorsa in problema". E' amareggiato Clemente Mimun che si confida al settimanale "Diva e Donna", in edicola domani.

Il giornalista ha lasciato la Rai dopo 13 anni di direzione del Tg2 e Tg1 per passare al Tg5. "Curzi è stato l'unico che si sia preoccupato di chiedere al Cda cosa stesse facendo l'azienda per trattenermi, - spiega - ottenendo come risposta un silenzio assordante". Ma comunque non serba rancore: "Non sputo nel piatto in cui ho mangiato, - prosegue - anche se quello che ho mangiato me lo ero abbondantemente guadagnato".

Sull'indiscrezione secondo cui Riotta avrebbe secretato la scaletta del Tg1 dopo l'arrivo di Mimun al telegiornale concorrente di Mediaset, dice: "Non me ne importa proprio niente. Anzi, questa cosa mi fa venir voglia di dare il mio sommario alle agenzie alle sei del pomeriggio".

Con Carelli e Sposini ha partecipato alla fondazione del telegiornale di Canale 5. E alla domanda se Sposini gli chiedesse di riprenderlo, risponde categorico: "Lui è uno che non chiede".

Ultimi Video

Palinsesti TV