Bonolis e Laurenti cercano l'anello mancante di 'Ciao Darwin'

News inserita da:

Fonte: Tgcom

T
Televisione
  martedì, 18 settembre 2007
 00:00

Ciao Darwin Anello mancantePaolo Bonolis e Luca Laurenti ancora alle prese con la selezione naturale darwiniana prestata alla tv: due squadre, ciascuna in rappresentanza di una tipolgia umana, torneranno a sfidarsi nell'arena di Canale 5 con la nuova serie di Ciao Darwin che quest'anno vanta un originale sottotitolo: “L’anello mancante".

Nella prima puntata di martedì 18 settembre gareggeranno i "buoni" contro i "cattivi".

 Con il consueto tono ironico e semiserio, il programma guiderà i telespettatori in un improbabile viaggio alla ricerca del carattere antropologico dominante, dell’uomo e della donna del Terzo Millennio. In ogni puntata della trasmissione, basata su un format di Paolo Bonolis e Stefano Magnaghi, si sfideranno due squadre, dicevamo, che rappresentano differenti categorie di persone.

Ciascuna di esse antitetica all’altra, rappresentativa quindi di una tipologia umana differente per stile di vita, caratteristiche fisiche, abitudini, usi e costumi, ideologie o semplicemente perché appartenente a una diversa categoria professionale o familiare.

La ricerca del carattere dominante si snoderà attraverso una serie di prove, in cui i partecipanti dovranno dimostrare di possedere doti di coraggio, forza, intelligenza, prontezza, cultura, seduzione, simpatia. Tra le prove storiche della trasmissione, tornano “a spasso nel tempo”, in cui i concorrenti si ritrovano magicamente in un set ambientato in diverse epoche storiche o in particolari aree geografiche e, nel gran finale, i “cilindroni”, una sorta di quiz in ammollo all’ultimo respiro.

A decretare la squadra vincente di ogni puntata, assegnando di volta in volta i punteggi, sarà la severissima giuria composta dalle 300 persone del pubblico dello Studio 5 di Cinecittà, a Roma. Molte le piacevoli conferme di questa quinta edizione di Ciao Darwin. Su tutte, l’icona per eccellenza della trasmissione, Madre Natura, depositaria del meccanismo della casualità, e ancora, la sigla di testa del programma, Matti, composta e cantata da Renato Zero e il corpo di ballo, che danzerà su coreografie originali di Marco Garofalo.

Novità di quest’anno, la partecipazione di alcuni tra i più noti interpreti dei “mitici” anni ’80 che, con alcuni tra i brani musicali più gettonati dell’epoca, vivacizzeranno ulteriormente l’atmosfera del programma.

Ultimi Video

Palinsesti TV