Tv di qualità, la rincorsa è già iniziata

News inserita da:

Fonte: Avvenire

T
Televisione
  mercoledì, 12 dicembre 2007
 00:00

La rivoluzione del satellite e del digitale terrestre può met­tere in crisi, in prospettiva, lo storico «duopolio» Rai-Mediaset.

Ora anche i dati confermano un’impressione che gli addetti ai lavori hanno maturato da tempo: l’egemonia della tv pubblica e del­la prima tv commerciale del Paese è destinata a non essere più così solida e, accanto a Sky (ormai sta­bilmente sopra i quattro milioni di abbonati dichiarati) e a La7, si fan­no strada molte piccole emittenti locali e nuovi progetti tematici che puntano tutto sulla qualità.

Nel gi­ro di dieci giorni, due rapporti di rilevanza nazionale hanno fatto il punto sull’evoluzione tecnologica e industriale della televisione ita­liana e sulle abitudini del popolo dei telespettatori. Prima la ricerca targata Dgtvi e poi il rapporto Cen­sis hanno confermato che le cose stanno cambiando e che il merca­to della televisione è tutt’altro che
«una foresta pietrificata».

In un contesto di crescita com­plessiva, visto che i telespettatori sono saliti dal 94,4% del 2006 al 96,4% del 2007, i canali generalisti perdono decisamente terreno nel­la fascia di pubblico più appetibi­le: i giovani. Dal 99,1% di spettato­ri giovani che hanno scelto i canali tradizionali nel 2006 si scende in­fatti al 93,5% di quest’anno, a testi­monianza del fatto che i palinsesti di Rai e Mediaset hanno qualche
difficoltà ad adattarsi alle richieste del pubblico under 30.

Tanto più che quest’ultimo sembra ormai o­rientarsi preferibilmente sull’offer­ta satellitare, salita per questo tar­get addirittura al 41% e attestatasi al 28,3% nel pubblico complessi­vo, contro il 17,7% di dodici mesi fa. Bene anche il digitale terrestre, che ha quasi raddoppiato gli uten­ti passando dal 7% al 13,9%.

«C’è sicuramente in atto un fenomeno di riorientamento dei consumi verso modelli non tradizionali – spiega Augusto Preta, presidente di Italmedia Consulting – In questo senso, i giovani rappresentano un caso a parte: o non guardano più la tv o, se la guardano, preferiscono scegliere prodotti specifici. Per loro non contano più i contenitori, ma i contenuti». Sui contenitori, ormai si parla di consumo
cross mediale, intendendo con questa espressione la capacità di unire piattaforme diverse: si naviga su Internet, si scaricano contenuti dai cellulari di nuova generazione e si guardano programmi tematici in tv.

«È un fenomeno che c’è sempre stato, ma che adesso ha margini di sviluppo interessanti – aggiunge Preta – se si considera che la tv generalista rappresenta un mercato maturo, mentre satellite e digitale terrestre possono crescere, soprattutto dal punto di vista dei contenuti».

Ciò vuol dire ancora programmi tematici, dallo sport
all’informazione alla cultura, e soprattutto scommessa sulla qualità. Chi saprà essere realmente innovativo e alternativo, come i canali territoriali, potrà allargare la propria «nicchia» di mercato, anche se resta un’incognita pesante sugli scenari futuri: il passaggio definitivo dall’analogico al digitale.

«Una volta digitalizzato tutto il sistema, è possibile che si avvii un processo di concentrazione tra le diverse emittenti» annota Preta. Per legge il termine è fissato al 2012 e solo la politica e i governi possono decidere se anticipare o posticipare quella data. Nel frattempo, la sfida a distanza tra «vecchie» tv generaliste e «nuovi» canali di qualità è destinata a continuare.

Diego Motta
per "Avvenire"

Ultimi Video

  • Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Comunicare Digitale è orgogliosa di annunciare la partenza dei nuovi appuntamenti di TECH TALK, a partire dal 10 Settembre 2020. 5 appuntamenti a Settembre, 7 ad Ottobre, con edizioni anche in ...
    T
    Televisione
      giovedì, 10 settembre 2020
  • Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Dopo 18 anni, Ilaria d'Amico, storica conduttrice di Sky Calcio Show e di Champions League Show ha deciso di intraprendere un nuovo percorso professionale, sempre a Sky, allontanandosi dal calcio...
    S
    Sky
      lunedì, 24 agosto 2020
  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020

Palinsesti TV