Bambini e televisione, meglio non distrarsi (con video)

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  mercoledì, 02 gennaio 2008
 00:00
In collaborazione col Ministero delle Comunicazioni, la Rai lancerà dal prossimo 10 gennaio una nuova campagna televisiva dedicata al rapporto tra minori e TV.

Spot02Lo spot, della durata di 37”, attraverso lo slogan «Bambini e Televisione: meglio non distrarsi», richiama l’attenzione sul rapporto tra i bambini ed i programmi televisivi dai contenuti editoriali più complessi, come telegiornali, trasmissioni di approfondimento, ecc., le cui immagini e resoconti giornalistici, per una loro consapevole visione, possono richiedere un livello di maturità non alla portata dei più piccoli.

L’invito ai genitori, alle famiglie ed agli educatori è quindi quello di accompagnare i bambini nella visione di tali contenuti, guidandoli ad una loro corretta comprensione.

La nuova campagna televisiva dedicata al rapporto tra minori e TV, è una diretta applicazione del nuovo Contratto Nazionale di Servizio 2007-2009 voluto dal Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, e sottoscritto dalla Rai il 5 aprile scorso.

In particolare lo spot suindicato adempie all’obbligo fissato nel comma 6 dell’art. 7 del Contratto di Servizio che indica la necessità di prevedere campagne di sensibilizzazione rivolte ai genitori sull’uso corretto della Tv.

Sempre in base allo stesso art. 7 – che è interamente dedicato agli impegni del servizio pubblico nei confronti della programmazione televisiva per i minori - il Contratto di Servizio prescrive anche che la Rai adotti un sistema di chiara riconoscibilità visiva, capace di evidenziare, con riferimento a film, fiction ed intrattenimento, quelli adatti a una visione congiunta con un adulto e quelli adatti al solo pubblico adulto.

Nel caso specifico di programmazione inidonea per i minori, il simbolo deve rimanere costantemente presente per tutta la durata della programmazione.

Su tale base la Rai già dal 30 novembre scorso, preceduto dalla campagna di due settimane “Parental Control” (anche questo spot è visibile all’indirizzo Internet del Ministero delle Comunicazioni prima indicato), ha introdotto un sistema basato sull’utilizzo del proprio logo (farfalla) come elemento che caratterizza l’impegno aziendale per la tutela dei minori e lo ha scandito in due colori (giallo, rosso) che rendono esplicito al telespettatore il tipo di programmazione prevista, così da facilitare una scelta consapevole in nome dei più piccoli.
 
La segnaletica rossa è accompagnata anche da raccomandazioni verbali sulla inidoneità di determinati programmi per i minori (“il film è adatto al solo pubblico adulto”).

Anche questa iniziativa, come altre relative alla tutela dei più piccoli, è stata sottoposta al vaglio del “Comitato Media e Minori” ottenendo parere favorevole.

Sempre l’articolo 7 del Contratto di Servizio Rai 2007-2009 aggiunge ulteriori significativi obblighi quali:

-  
l’allargamento della fascia oraria dedicata espressamente ai minori e che passa dal tradizionale  16.00-19.00  a  16.00-20.00

-  
il vincolo di non interrompere con la pubblicità i programmi per bambini e i cartoni animati di durata inferiore ai 30 minuti, nonché il divieto di usare i personaggi dei cartoni come “traino” pubblicitario;

- 
il divieto di passare trailer di film vietati non solo durante la fascia protetta, ma anche nella fascia  7.00-9.00, ove è forte la presenza di bambini telespettatori. Il divieto di programmare film vietati ai 14 anni in tali orari si estende quindi ai corrispondenti trailer.

L’attenzione ai minori è per il Ministero delle Comunicazioni un tema strategico. Se tale obiettivo si è concretizzato per quanto riguarda il servizio pubblico con gli obblighi previsti dall’art. 7 del Contratto di Servizio, molto altro ancora si è fatto e si sta facendo sul tema nuove tecnologie e minori, sia sul piano della regolamentazione sia su quello della sensibilizzazione delle famiglie e del mondo della scuola.

Non a caso quindi, già nel periodo 17 Giugno - 29 Luglio è stata mandata in onda su tutte le reti RAI la campagna “Internet e minori”, sull’uso corretto della rete da parte dei bambini e dei genitori.

Tema non secondario nella politica perseguita dal Ministero delle Comunicazione è poi quello del contrasto alla pedopornografia e della tutela dei minori, supportata anche dalle brillanti operazioni della polizia postale e delle comunicazioni.

Il Decreto del Ministero contro la Pedopornografia ha rafforzato gli strumenti di contrasto anche tecnici, che vengono opposti a questo indegno abuso.
Sempre in nome della tutela dei diritti dell’infanzia è stata stipulata la Convenzione tra il Ministero e Save the Children ed attivato il sito www.tiseiconnesso.it , per educare giovani e loro genitori ad un uso consapevole dei “new media”.
Ulteriore attenzione è stata posta alla lotta alla diffusione di materiali violenti e diseducativi (come alcuni videogiochi).


Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      martedì, 28 aprile 2020

Palinsesti TV